Wyatt Earp - The Great American ... Cattivo?

Wyatt Earp - The Great American ... Cattivo?

I libri di storia (e Hollywood) descrivono spesso il famoso avvocato, Wyatt Earp, come molte cose: coraggioso, coraggioso, morale, rispettoso della legge e onorevole. Nella storia di "Gunfight at the OK Corral", Earp è spesso interpretato come l'eroe, il bravo ragazzo di cui tutti dovremmo fare il tifo. In realtà, Wyatt Earp era un individuo molto più complicato che, tra le altre cose, fu arrestato più volte nella sua vita per vari reati, coinvolto in alcuni grandi scandali (a volte sul lato "cattivo"), e sembrava essere un individuo che si trovava in equilibrio precario su quella linea tra una vita da criminale e una vita da avvocato.

Wyatt Earp è nato il 19 marzo 1848 a Monmouth, nell'Illinois occidentale. La città era stata fondata solo diciassette anni prima ed era ancora una città di frontiera. I dischi sono un po 'sparsi, ma sembra che gli Earp si siano stabiliti lì prima della nascita di Wyatt e abbiano fatto quello che ora chiamiamo "accovacciati" sulla terra di qualcun altro.

Nel 1865, la famiglia Earp fece uno dei loro numerosi trasferimenti, questa volta nel sud della California, ma il diciassettenne Wyatt non si unì a loro. Ha invece vagato per l'ovest lavorando come gestore di merci e tracciato per la Union Pacific Railroad. Ha anche una reputazione per il gioco d'azzardo, il pugilato, il bere e il fidanzamento con le "donne della notte". Pochi anni dopo, ha raggiunto la sua famiglia, che ora si trovava a Lamar, nel Missouri. Lì incontrò la figlia di un albergatore, Urilla Southerland, e si sposò rapidamente nel 1870. Rimase incinta, ma morì di tifo meno di un anno nel loro matrimonio. Wyatt ha nuovamente colpito la strada, unendosi a due dei suoi fratelli a Peoria, nell'Illinois. È qui che la leggenda di Wyatt Earp ha preso forma, ma non sempre in senso positivo.

Suo fratello maggiore Virgil era un barista e lavorava in diversi bordelli. Assunse Wyatt come buttafuori, protettore e possibilmente, un magnaccia. Sono stati trovati documenti della città che indicano che a un certo punto l'indirizzo indicato da Wyatt era anche l'indirizzo di un noto bordello. Le prove sembrano indicare che alla fine Wyatt gestiva il suo bordello, che era illegale, ed era un tipo di attività che lo trovava spesso dietro le sbarre.

Oltre agli arresti per attività legate alla prostituzione, Wyatt fu arrestato in questo periodo con altri due, Edward Kennedy e John Shown, per aver rubato due cavalli nel 1871, del valore di circa $ 100 ciascuno (circa $ 1900 ciascuno oggi). Per qualsiasi cosa valga la sua testimonianza, la moglie di John Shown, Anna, ha affermato che Kennedy e Wyatt hanno minacciato di uccidere suo marito se non li avesse aiutati. Che fosse vero o no, Wyatt alla fine evitò la mano della legge, uscendo di prigione (passando attraverso il tetto) e fuggendo dalla città prima del processo.

Intorno a questo periodo della sua vita, si ritrovò anche lui a essere citato in giudizio due volte. In uno dei casi, mentre raccoglieva i diritti di licenza che contribuivano a finanziare le scuole locali nella Contea di Barton, fu accusato di non aver girato i soldi raccolti e fu successivamente citato in giudizio dalla Contea di Barton per questa discrepanza. In un altro episodio meno che rispettabile, come delineato nel Peoria Journal Star, Wyatt ha accusato una prostituta di nome Minnie Randell di trasformarlo nelle autorità. Un po 'più tardi, stava lavorando in un altro bordello quando morì improvvisamente dalla morfina (apparentemente) ingerita. Data la reputazione di Wyatt, alcuni hanno ipotizzato che forse fosse stata avvelenata, ma questa è solo pura speculazione proposta da alcuni biografi; non c'è una prova diretta di ciò, contrariamente a quanto potresti aver letto altrove. Randell potrebbe benissimo essere stata una delle tante prostitute che morì per overdose di droga autoinflitta.

Verso la metà degli anni settanta del XIX secolo, Wyatt iniziò di nuovo a vagare. Ha provato a dare la caccia ai bufali, ma non è rimasto. L'altro fratello, James, aprì un bordello nel Kansas e invitò Wyatt a unirsi a lui. Lo fece e presto, come suo padre e gli zii prima di lui, Wyatt divenne un "protettore della legge" come maresciallo e vice di posti come Dodge City e Wichita.

A Wichita, fu licenziato dalla sua posizione e, a sua volta, arrestato dopo aver preso a pugni con l'ex maresciallo, Bill Smith, per le accuse che Wyatt aveva abusato della sua posizione a beneficio dei suoi fratelli. Alla fine, il consiglio comunale fu diviso sulla questione, e pensò di riassumere Wyatt, ma saltò la città per unirsi a suo fratello, James, a Dodge City, dove James aveva aperto - avete indovinato - un bordello.

A Dodge City, Wyatt si era anche messo nei guai con la legge dopo aver consegnato una prostituta che aveva avuto meno cose da dire su Wyatt. È stato multato $ 1 per l'incidente, mentre la prostituta, Frankie Bell, ha ottenuto una notte in prigione e una multa di $ 20 per il suo disturbo.

Nei suoi ultimi anni, Earp amava raccontare una storia di un altro scontro mentre il deputato di Dodge City mostrava il suo eroismo, quello che era antecedente a Tombstone. Ma come molti di questi racconti, separare i fatti dalla finzione è quasi impossibile. Secondo la Ford County Historical Society, "l'uomo più temuto dell'occidente", Clay Allison arrivò in città nell'estate del 1878 con l'intenzione di vendicare la morte del suo amico.

Non è chiaro chi abbia effettivamente ucciso il suo amico, ma Allison ha incolpato le forze dell'ordine di Dodge City, in particolare Wyatt Earp. Questa, forse, non era un'accusa ingiusta. Earp ei suoi uomini avevano una reputazione, meritata o meno, per aver usato le loro pistole più spesso delle loro bocche per affrontare il conflitto. Il Globo (il giornale locale) ha spesso accusato la polizia di usare troppa forza. Ad ogni modo, nel 1896, Earp raccontò una storia di Allison che si avvicinava a lui e Earp che sosteneva il suo terreno:

"Allora," disse Allison truculente, "sei l'uomo che ha ucciso il mio amico Hoyt.

"Sì, credo di essere l'uomo che stai cercando," dissi io. La sua mano destra si stava aggirando intorno alla sua tasca della pistola, ma non feci nessuna mossa. L'ho solo guardato per poco. Con la mia mano destra avevo una presa salda sul mio sei-shooter, e con la mia sinistra ero pronto ad afferrare la pistola di Allison nel momento in cui l'aveva tirato fuori.

Ha studiato la situazione in tutti i suoi punti di riferimento per lo spazio di un secondo o due. Ho visto il cambiamento nella sua faccia. "Credo che andrò dietro l'angolo," disse bruscamente.

"Credo che farai meglio", risposi. E lui è andato. "

La Ford County Historical Society contesta questa interpretazione. Affermano che Allison ha chiamato Earp e Earp non è mai apparso, né alcuno dei poliziotti, e che sono stati i cittadini privati ​​che hanno chiesto ad Allison di lasciare la città. Earp, presumibilmente, era troppo impegnato nel gioco d'azzardo. L'unico incontro tra Earp e Allison che si è verificato, sempre secondo gli storici della contea di Ford, era in un gioco di carte da gioco sotterraneo chiamato faro. Sembra che Allison abbia minacciato Earp lì, ma Earp lo ha ignorato.

Per quanto riguarda il leggendario 'Gunfight at the OK Corral' a Tombstone, in Arizona, nel 1881, ancora una volta l'eroismo di Earp in materia è molto controverso. La lapide non era così pericolosa, violenta o senza legge, come spesso si vede nei film. Era pieno di ricchezza a questo punto a causa dell'estrazione dell'argento. Con la ricchezza, arriva il bottino - come il fiorente business dei bordelli, che è ciò che ha attratto Wyatt ei suoi fratelli nell'area.

Presto, Virgil Earp fu maresciallo e Wyatt fu il suo vice. Doc Holiday, il buon amico di Wyatt e lo squalo personale delle carte che una volta salvò la vita di Watt, venne a far soldi con ricchi minatori d'argento. I "cowboy" che entravano e uscivano dalla città avevano l'abitudine di ubriacarsi e indisciplinati, e presto questo portò a una specie di faida tra loro e gli Earp e Holliday.

Tutto questo è venuto alla testa una mattina fatale quando Ike Clanton (apparentemente) è sceso in strada e ha sfidato Holiday and the Earps a uno scontro a fuoco. E così arrivarono gli Earp, oltre a diversi cowboy. Meno di un minuto dopo, tre uomini giacevano morti e molti altri feriti. Nessuno sa per certo chi ha sparato prima o esattamente cosa è successo. Gli account di testimoni oculari sono in conflitto, così come lo sono i conti di Earps e Holliday e dei cowboys.

In alcuni racconti, i cowboys tenevano le mani alzate e le pistole nella fondina quando si trovavano di fronte, a quel punto gli Earp aprivano il fuoco. In altri, erano i cowboys che agivano in modo aggressivo e si rifiutavano di disarmare nonostante l'ordinanza cittadina. Lo stesso Ike Clanton, che sosteneva di essere disarmato nella sparatoria e che era fuggito dopo che era iniziato, ha sporto denuncia per omicidio contro Earps e Holliday, ma le accuse sono state respinte per mancanza di prove.

Dopo essere stato ripulito dalle accuse di omicidio e dai combattimenti disordinati che seguirono tra gli Earp ei cowboys, Wyatt saltò la città nell'aprile del 1882 e si spostò più a ovest verso la California dove si guadagnò da vivere nelle corse di cavalli, gioco d'azzardo e arbitraggio di incontri di pugilato professionisti "Più in particolare, nel 1896, Wyatt ha arbitrato un incontro di titolo dei pesi massimi a livello nazionale, Bob Fitzsimmons contro Tom Sharkey. Oltre a portare polemicamente una pistola sul ring, Wyatt è stato anche accusato di aver risolto il combattimento.

Fitzsimmons è stato fortemente favorito nella partita e, in effetti, ha dominato. Nell'ottavo round, tuttavia, Wyatt ha dichiarato che i Fitzsimmons hanno consegnato un colpo sotto la cintura, direttamente dopo aver fatto un uppercut sotto il cuore di Sharkey. L'uppercut è stato visto dagli spettatori, mentre quello inferiore non ha colpito la cintura. In ogni caso, Sharkey è finito a terra e ha affermato di essere stato colpito sotto la cintura. Wyatt dichiarò che Sharkey era il vincitore e che i fischi della folla regnarono. Dopo aver chiamato la partita a favore del combattente che aveva chiaramente perso, i giornali di tutta la nazione hanno avuto una giornata campale, come potete vedere dalla foto a destra pubblicata sul New York Herald nel dicembre del 1896.

Dovrebbe essere notato, tuttavia, che nella battaglia legale e nelle indagini che seguirono, si scoprì che Sharkey aveva ferite consistenti con un colpo inferto alla cintura, come avevano sostenuto Wyatt e Sharky. Tuttavia, c'erano prove di una cospirazione tra i promotori della lotta per risolvere il risultato, ma se Wyatt fosse coinvolto non è chiaro. Otto anni dopo, il Dr. B.Brookes Lee ha affermato,

Ho aggiustato Sharkey per sembrare come se fosse stato messo in fallo. Come? Beh, è ​​qualcosa che non mi interessa rivelare, ma affermerò che è stato fatto - questo è sufficiente. Non c'è dubbio che Fitzsimmons aveva il diritto di prendere una decisione e non ha mandato in fallo Sharkey. Ho ottenuto $ 1,000 per la mia parte nella relazione.

La decisione della corte in merito era che non aveva giurisdizione sulla lotta al premio. Perché questo non ha chiarito Wyatt, e si è scoperto che era profondamente in debito, almeno $ 2121 (circa $ 59.000 oggi) oltre ai debiti della dipendenza da gioco della moglie, questo ha portato il pubblico a credere fermamente di aver contribuito a risolvere il combattimento.Ciò divenne la cosa per la quale era più noto, ancor più che "O.K. Corral "polemica, per il resto della sua vita. C'era persino un'espressione un po 'comune pubblicata sui giornali per i prossimi decenni di "tirando un Earp" o "Earping the job" quando ci si riferiva ad arbitri che si pensava che volessero chiamare le partite in modo meno che accurato.

Nel 1901, si trasferì nel sud della California. Dieci anni dopo, ha avuto un altro scontro con la legge, essendo stato arrestato per aver risolto una partita di faro nel tentativo di felpare J.Y. Peterson di tutti i suoi soldi. Ne è uscito perché la correzione è stata scoperta prima che i soldi cambiassero davvero le mani. Invece, è stato semplicemente accusato di vagabondaggio.

Più tardi, nel sud della California, è diventato amico di un giovane attore di nome Marion Morrison, o più famoso, John Wayne. Da lì, è diventato un appuntamento fisso per set western muti, raccontando storie dei suoi anni più giovani. Le sue motivazioni in questo, e gli account estremamente esagerati e imbiancati, sono uno dei molti argomenti di discussione sulla sua vita. Ad esempio, sono stati fatti sforzi per farlo apparire sui media che non ha mai bevuto, nonostante tutte le prove del contrario. C'era anche un tentativo di nascondere la sua relazione con la sua ex moglie di common law, la prostituta Mattie Blaylock. Alla fine della loro relazione, Blaylock si era recato a Colton, in California, con i membri della famiglia di Wyatt, dove Wyatt si sarebbe poi unito a lei. Lui non l'ha mai fatto. Poco dopo, nel 1888, si uccise. Wyatt l'aveva lasciata per Josephine Marcus, che in passato era la moglie di Johnny Behan.

È stato rivendicato dalla famiglia gallese, che era molto vicina a Wyatt, che non era Wyatt che voleva cose esagerate o imbiancate, ma Josephine. Grace Spolidora, la cara amica di Wyatt, la figlia di Charlie Welsh, ha affermato che quando guardava le interviste con Wyatt da adolescente, era Josephine a "interferire sempre ogni volta che Wyatt parlava con Stuart Lake. Ha sempre interferito! Voleva che assomigliasse a un santo che va in chiesa e fa saltare in aria le cose. Wyatt non lo voleva affatto! "

Forse a sostegno di questo, dopo la morte di Wyatt, Josephine ha fatto di tutto per continuare a ripulire l'immagine di Wyatt. Tuttavia, va notato che la famiglia gallese non era affatto affezionata a Josephine, che aveva una grande dipendenza dal gioco che spesso influiva negativamente su Wyatt e se stessa. Ad un certo punto in Alaska, il suo problema di gioco divenne un problema che Wyatt fece fare ai saloon in giro per la città, compresa la sua, tagliandola. Ha poi scommesso sulle barche che viaggiano da e verso il porto. Quindi, come per gran parte della vita di Wyatt, la verità in questa materia è difficile da discernere.

Per quanto riguarda Josephine, ha dichiarato sulla controversia che circonda la vita di Wyatt, "Le falsità che sono state stampate su alcuni giornali su di lui e le ingiuste accuse contro di lui hanno ferito Wyatt più profondamente di qualsiasi cosa gli sia mai capitata durante la mia vita con lui, l'eccezione della morte di sua madre e quella di suo padre e suo fratello, Warren. "

Forse ancora dando credito al fatto che non era Wyatt a preoccuparsi di promuovere se stesso, un giornalista del San Francisco nel 1924 affermava che ottenere informazioni da Wyatt Earp sulla sua vita era "come tirare i denti".

John Clum, un tempo sindaco di Tombstone, ha anche affermato che "durante l'ultima malattia di [Wyatt] mi ha detto che per molti anni aveva sperato che il pubblico si stancasse delle narrazioni - distorte da abbellimenti fantastici e fittizi - che erano state pubblicate da tempo al tempo che lo riguarda, e che i suoi ultimi anni potrebbero essere passati nell'oscurità indisturbata ".

In ogni caso, alla fine, il già citato Stuart Lake ha pubblicato la biografia definitiva di Wyatt Earp, Wyatt Earp: Maresciallo di frontiera, che ha dato origine a gran parte delle leggende su di lui che sono sopravvissute fino ad oggi, dipingendolo come l'uomo di legge ultra-morale che ha contribuito a ripulire l'Occidente. A dire il vero, Lake è riuscito a ottenere otto interviste con Wyatt prima di morire, e Wyatt era presumibilmente rimasto a bocca aperta sulla sua vita durante quelle interviste, come aveva detto il reporter di San Francisco. È stato anche notato che Wyatt diede spesso resoconti contrastanti su certi eventi, come una volta sostenendo a un giornalista di Denver nel 1896 di non aver ucciso Johnny Ringo, e più tardi in un'intervista nel 1918 che diceva a Forrestine Hooker.

Inutile dire che, anche con le otto interviste che Wyatt ha dato a Lake, sia intenzionale che no, c'è una ragione per cui la biografia di Lake su Wyatt Earp oggi è considerata, "una falsa fantasiosa, una fabbricazione mescolata con il minimo indispensabile per dargli credibilità. ”

Alla fine, Wyatt Earp non era sicuramente il supereroe imbalsamato di pistola che è dipinto così spesso come oggi. Inoltre non era quasi il cattivo che alcuni biografi lo hanno reso possibile. Forse lo storico John Boessenecker lo disse meglio quando dichiarò che Wyatt Earp era una "figura enigmatica ... Viveva sempre ai margini della società rispettabile, ei suoi compagni più stretti erano giocatori d'azzardo e sportivi ... Wyatt non mise mai radici in nessun posto; quando i soldi smettevano di entrare o i suoi problemi diventavano troppo grandi, lui tirava su i paletti e passava al prossimo boomtown ... Per tutta la sua vita era un gioco d'azzardo, uno sforzo per fare soldi senza lavorare duramente per farlo, per avere successo senza mai stabilirsi per il lungo raggio. "

Wyatt Earp morì il 29 gennaio 1929 all'età di 80 anni nella sua casa di Los Angeles.Fino ad oggi, il mito "Wyatt Earp l'eclettico eroe occidentale pulito" vive ancora. Anche se potrebbe non essere vero, rende un diavolo di una storia. Il film del 1993, Lapide, è una resa particolarmente divertente.

Lascia Il Tuo Commento