Perché le foglie cambiano colore in autunno

Perché le foglie cambiano colore in autunno

Oggi ho scoperto perché le foglie cambiano colore in autunno.

La cosa principale che innesca il cambiamento dei colori nelle foglie è la lunghezza del giorno. Tuttavia, anche l'umidità e la temperatura giocano un ruolo. Ad esempio, un'estrema siccità in estate può ritardare un po 'il cambiamento dei colori in autunno. Perché questo è il caso non è del tutto compreso, ma è forse dall'albero non essere in grado di produrre tanto cibo da conservare per l'inverno, nel caso della siccità, quindi potrebbe essere cercando di spingere un poco la busta in termini di produzione di cibo per un paio di settimane prima di dover lasciare le foglie.

Anche la temperatura ha un ruolo nella massima vividezza del colore. Tuttavia, per quanto riguarda i tempi, sembra giocare un ruolo molto piccolo dato che gli alberi della stessa specie ad altitudini molto elevate, dove è più freddo, avranno le loro foglie cambiare colore quasi nello stesso momento di quelli della stessa specie a quote più basse sulla stessa linea di latitudine.

Tuttavia, poiché la lunghezza del giorno si accorcia, ad un certo punto che varia in base alla specie, alcuni meccanismi nell'albero lo faranno iniziare il processo di chiusura delle vene alle foglie e alla fine li spargeranno, per paura che si congelino mentre le vene sono ancora aperti che possono potenzialmente danneggiare l'albero.

Ci sono tre cose principali che danno alle foglie il loro colore. Quelli sono: clorofilla (verde), che è necessaria per la fotosintesi; carotenoidi, come carotene e xantofille, che producono i colori arancione e giallo, ma i cui ruoli non sono completamente compresi; e antociani, che ci danno le sfumature di rosso e viola.

Nei primi due casi di clorofilla e carotenoidi, entrambi sono presenti nelle foglie durante l'estate, ma la clorofilla copre più o meno i carotenoidi, quindi si vede una foglia prevalentemente verde, piuttosto che arancione o gialla. Gli antociani, d'altra parte, sono prodotti principalmente come risultato del glucosio che viene intrappolato nelle foglie quando le vene vengono chiuse. Questi zuccheri si rompono in seguito alla luce del sole e producono i pigmenti rosso e viola.

Durante l'estate, la pianta produce continuamente clorofilla per aiutare nella produzione di glucosio, che l'albero utilizza per il cibo. Una volta che la lunghezza del giorno diminuisce sufficientemente, l'albero inizia gradualmente a diminuire la produzione di clorofilla e le vene si allontanano lentamente. Quando ciò accade, ciò che ti rimane sono i carotenoidi e, a seconda delle specie e dei fattori ambientali, possibilmente gli antociani prodotti.

Alberi e i loro colori:

  • Le foglie di quercia tendono a diventare marroni o rosse o un mix di queste due.
  • Le foglie di hickory tendono a diventare color bronzo.
  • Le foglie di pioppo tendono a diventare dorate.
  • Le foglie di corniolo tendono a trasformare un mix di viola e rosso.
  • Le foglie degli aceri variano molto nel colore autunnale. L'acero rosso diventerà scarlatto. L'acero da zucchero diventa arancione-rosso / rosso. L'acero nero diventa giallo brillante.
  • Le foglie degli olmi tendono a cadere semplicemente senza cambiare colore molto prima di cadere.

Fatti del bonus:

  • Mentre la maggior parte degli alberi non lascia molto del glucosio nelle foglie prima di chiudere completamente le vene, alcuni lo fanno e la formazione di pigmenti di antocianina dal glucosio lasciato nelle foglie degli alberi è un po 'strana in natura. Non si sa esattamente perché questi alberi sprecherebbero il cibo nelle foglie come questo (tale spreco di cibo prodotto è raro in natura). Alcuni scienziati credono che aiuti gli alberi a mantenere le foglie più lunghe mentre gli antociani abbassano il punto di congelamento delle foglie. Altri pensano che sia perché gli antociani, una volta assorbiti nel terreno dalle foglie cadute compostate, aiutano a impedire ad alcune altre specie di piante di crescere dove cadono le foglie. Quindi, assicurandosi che l'albero non abbia molta competizione per i nutrienti nel terreno intorno all'albero.
  • I pigmenti di antocianina danno i colori a cose come: mirtilli rossi, mele rosse, uva rossa, mirtilli, mirtilli, ciliegie, fragole e prugne, tra gli altri.
  • I carotenoidi danno il colore a cose come: mais, carote, narcisi, rutabagas, ranuncoli e banane.
  • L'eventuale colore bruno delle foglie deriva dai rifiuti lasciati nelle foglie quando le vene si chiudevano, in particolare dal tannino. Il tannino è un composto di una pianta amara che lega o restringe le proteine ​​e altri composti organici, come amminoacidi e alcaloidi.
  • La distruzione del tannino gioca un ruolo importante nel processo di maturazione degli alimenti, così come nell'invecchiamento del vino.
  • I colori più vividi sulle foglie degli alberi possono essere osservati in genere dopo un susseguirsi di giornate soleggiate molto calde in autunno, che a loro volta lasciano il posto a notti fredde, ma non ghiacciate. Questo è il risultato del fatto che un sacco di zuccheri saranno prodotti durante le ore diurne in queste foglie, supponendo che ci sia ancora umidità, ma le vene nelle foglie saranno chiuse o quasi chiuse, quindi gli zuccheri rimangono le foglie. Questo sprona la produzione dei pigmenti antocianici. Se ci sono anche carotenoidi presenti, vedrai alcune foglie vivide che potrebbero contenere un mix di colori giallo / arancio / rosso / viola.
  • Quando le foglie degli alberi cambiano colore varia un po 'tra le diverse specie. Alcune foglie dell'albero inizieranno a cambiare a fine estate, quando la maggior parte delle altre foglie della pianta sono ancora verdi. Dall'altra parte di questo, alcuni alberi, come Oaks, non cambieranno le loro foglie se non dopo che molte altre specie di alberi hanno già perso tutte le foglie.
  • Le foglie cadute sono essenziali per la maggior parte delle foreste. Uno strato di foglie cadute fornisce un ambiente umido e protetto in cui alcuni semi dell'albero possono germogliare. Le foglie stesse vengono infine compostate nel terreno e, a loro volta, arricchiscono il terreno. A causa del precedente bisogno di foglie per la corretta germinazione dei semi in alcuni alberi e della capacità delle foglie di trattenere l'umidità nel terreno, molti tipi di vermi possono distruggere la capacità delle foreste di espandersi e avere una nuova crescita mentre si moltiplicano rapidamente e elaborare le foglie cadute per creare un terreno fertile e un letto di foresta pulito, l'ultimo dei quali, essendo una cosa negativa per la maggior parte delle foreste.
  • Le foglie sono le fabbriche di trasformazione degli alimenti per gli alberi. Le piante usano le loro radici per assorbire acqua e altri nutrienti essenziali. Le foglie poi usano l'acqua e l'anidride carbonica dall'aria, in combinazione con la luce solare, per trasformare l'acqua e l'anidride carbonica in glucosio, emettendo anche il sottoprodotto, l'ossigeno. Quindi utilizza il glucosio per produrre energia per crescere e mantenersi. L'eccesso di glucosio viene poi trasformato in amido dagli alberi e usato durante l'inverno per il cibo.
  • Gli alberi "sempreverdi" hanno foglie aghiformi, questi aghi rimarranno normalmente per due o quattro anni prima di cadere e lasciare spazio a nuove foglie. Questi speciali tipi di foglie sono fatti appositamente per sopravvivere a temperature di congelamento senza danni, motivo per cui possono rimanere durante tutto l'anno quando i loro fratelli a foglia larga non possono tenere le foglie. Lo svantaggio principale su foglie larghe è la superficie ridotta per la creazione di cibo.
  • Le foglie sono considerate un organo vegetale e generalmente sono costituite da: un'epidermide che copre completamente la foglia; un clorenchima interno (tessuto vegetale costituito da cellule del parenchima che contengono clorofilla), che è chiamato un mesofillo; e le vene che forniscono alle foglie acqua e nutrienti necessari.

Lascia Il Tuo Commento