Da dove viene la parola "assassino"?

Da dove viene la parola "assassino"?

Chris Klick chiede: Perché qualcuno uccide una persona di spicco chiamata "assassina". Da dove viene questa parola "assassino"?

La parola "assassino" deriva da un culto segreto dell'omicidio dell'undicesimo e dodicesimo secolo chiamato "hashishin", che significa "mangiatori di hashish". Mentre gran parte dell'origine di questo culto è andata perduta, il capo originario era Hasan Ben Sabah, un importante devoto delle credenze Isma'ili. Il gruppo di Hasan era un culto della setta ismailita dei musulmani.

Il nome stesso deriva da un racconto probabilmente fabbricato (forse inventato dai nemici dell'Hashishin, come un modo per spiegare come Sabah ha fatto sì che i suoi seguaci fossero disposti a essere mandati alla morte così facilmente) che Hasan avrebbe rapito uomini e portato alla sua forte presa. Lì, furono drogati con hashish e messi in uno stato ipnotico. Dopo che questo stato simile alla trance fu indotto, agli uomini furono offerti piaceri sensuali, bellissime ancelle e ragazze harem e fecero credere di essere in paradiso.

Quando uscirono dalla trance, furono mandati in missioni di tipo ganglandese. Agli uomini fu detto che se tentavano di uccidere bersagli importanti e le cose andavano male, gli sarebbe stato dato un rapido viaggio di ritorno in paradiso per renderli impavidi nella loro missione.

Il nome di questi Isma'ili sembra essere stato dato loro in un senso dispregiativo, non diversamente da termini simili oggi come "teste di pentola", "stoners", "junky", "crack head" e simili. Fondamentalmente, era un nome dato loro come un modo per riferirsi a loro come "plebaglia", "emarginati" o "persone poco raccomandabili".

Al di là della leggenda, sappiamo che questo gruppo di assassini aveva la sua roccaforte principale ad Alamut (nell'Iran nord-occidentale). In questa roccaforte, Sabah gestiva la sua società segreta di assassini. L'ordine stesso aveva cinque livelli, il Gran preside (originariamente Sabah); Maggiori propagandisti; propagandisti; rafiq; e Lasiqs.

L'ordine più basso del gruppo, i Lasiq, erano quelli addestrati come assassini. Non erano solo le persone senza cervello che giravano cercando di uccidere la gente. Erano individui atletici, altamente addestrati al combattimento e all'arte del travestimento, e generalmente estremamente ben educati e intelligenti, in modo che potessero sembrare in posizione anche tra le élite della società tra le varie culture.

La convinzione generale di questo gruppo era che uccidere alcuni dei migliori individui era molto più piacevole che combattere guerre che costano così tante migliaia di vite. Si pensa che i seguaci credessero di trovarsi in una jihad, con Sabah in possesso del piano generale per la loro guerra santa. Qualunque sia il suo vero piano e le sue motivazioni, Sabah ha usato i suoi assassini liberamente per uccidere vari leader e ha anche preso soldi per uccisioni contrattuali, presumibilmente per tutto il tempo in cui si adattava al piano generale.

Questo gruppo di assassini è diventato famoso e temuto come assassino esperto, apparentemente in grado di penetrare ovunque e in qualsiasi momento. Non hanno solo ucciso, ma hanno anche estorto denaro usando la minaccia di "Paga o manderemo l'Hashishin!" Non erano sempre solo alla ricerca di denaro, anche se spesso hanno influenzato gli eventi facendo cose come lasciare pugnali avvelenati nel pavimento accanto ai letti dei dormienti con le note che davano istruzioni su ciò che gli Hashishin (o coloro che li pagavano) desideravano che facessero, oppure la volta successiva che il pugnale sarebbe stato piantato nel loro petto, e cose di questo natura. Ci sono resoconti su di loro che fanno anche cose del genere con le guardie pubblicate fuori dalle camere da letto dei capi, eppure l'Hashishin sembrava ancora in grado di entrare e uscire senza essere scoperto.

Nonostante la loro reputazione di assassini senza scrupoli, il gruppo in genere ha prestato particolare attenzione a non nuocere a nessuno tranne il loro bersaglio nelle loro uccisioni, e in particolare ha evitato di uccidere cittadini comuni o altri innocenti - da qui la stretta associazione con l'uccisione di persone importanti, che oggi la parola "assassino" "È così strettamente legato a. Tu uccidi Joe Smith e verrai chiamato un assassino.

Alla fine hanno incontrato la loro partita quando si pensa che abbiano tentato di uccidere Möngke Khan. I mongoli iniziarono quindi a inviare le loro forze contro le varie roccaforti degli Hashishin e furono infine sconfitti ad Alamut nel 1256, anche se in seguito la ripresero, per poi perderla nuovamente. Mentre le loro fortezze erano sparite e la società più o meno finita, i membri del culto continuarono a funzionare in modo indipendente per un altro secolo circa dopo che il gruppo nel suo insieme fu schiacciato.

La parola "assassino" apparve per la prima volta in inglese intorno al 16 ° secolo attraverso il francese e l'italiano da questa parola araba "hashishin", che significa "mangiatori di hashish", che a quel punto era il nome comunemente accettato del leggendario gruppo di assassini di Isma'ili che era stato a lungo spazzato via.

Lascia Il Tuo Commento