Gli "Snozzberries" di Charlie e la fabbrica di cioccolato si riferiscono ai genitali maschili?

Gli "Snozzberries" di Charlie e la fabbrica di cioccolato si riferiscono ai genitali maschili?

Data l'oscura sottocorrente delle opere di Roald Dahl, forse non sarebbe sorprendente se i suoi famosi snozzberries menzionati nel libro, Charlie e la fabbrica di cioccolato (1964) realizzato nel film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato (1971), erano, infatti, peni. (Anche se avere una carta da parati destinata ai bambini a leccare avrebbe sicuramente spostato il personaggio di Wonka da "un po 'strano" a "ultra inquietante".) Per fortuna, contrariamente a quello che leggerete, beh, quasi ovunque su internet dal 2012 quando il comico Anthony Scibelli ha scritto un pezzo faceto per il popolare sito umoristico screpolato, Lo scherzo più sporco mai nascosto in un film per bambini, è abbastanza chiaro che Dahl no intendo uno snozzberry per riferirsi a un pene in Charlie e la fabbrica di cioccolato.

Nel screpolato articolo, Scibelli conferma la sua affermazione secondo cui Dahl intendeva che i snozzberries fossero peni riferendosi al libro di Dahl, Mio zio Oswald. In poche parole, il libro parla di un uomo di nome Oswald e di una seduttrice di nome Yasmin che si accoppiano per tentare di acquisire lo sperma di uomini ricchi e potenti in tutta Europa con l'obiettivo di venderlo alle donne che vogliono che i loro futuri figli abbiano i geni di questi uomini di successo.

Pertinente all'argomento in questione è il seguente testo nel libro che parla di Yasmin che mette un preservativo su uno degli uomini per raccogliere clandestinamente lo sperma:

"Come sei riuscito a tirare su di lui la vecchia cosa gommosa?"

"C'è solo un modo quando diventano violenti", ha detto Yasmin. "Ho afferrato il suo snozzberry e l'ho appeso sopra come una morte feroce e gli ho dato una girata o due per farlo rimanere fermo".

“Ow.”

"Molto efficace."

"Scommetto che lo è."

"Puoi guidarli ovunque ti piaccia."

"Sono sicuro."

"È come mettere una contrazione a un cavallo."

Così il gioco è fatto. Dahl stesso usa il termine per indicare pene e / o testicoli. Quindi Scibelli ha ragione, vero?

Beh no.

Per cominciare, ha scritto Dahl Mio zio Oswald circa un decennio e mezzo dopo Charlie e la fabbrica di cioccolato, nel senso che non possiamo davvero sapere solo da questo se stava davvero pensando che un snozzberry fosse un pene nel precedente lavoro.

Molto più importante, 31 anni prima Mio zio Oswald e 16 anni prima Charlie e la fabbrica di cioccolato, Ha pubblicato Dahl Some Time Never: una favola per i superman. Nella storia, le creature conosciute come gremlins sono descritte come essere state spostate dagli umani e costrette a vivere nascosti sotto terra. Mentre emergono brevemente per devastare l'umanità attraverso il sabotaggio durante la seconda guerra mondiale, il leader dei gremlins decide che l'umanità si distruggerà senza che i gremlins facciano nulla, permettendo alle creature di riprendere nuovamente il mondo.

Il libro dalla pubblicazione fino ad oggi è in gran parte considerato incredibilmente pessimo (ed è proprio così), ma almeno fa luce sulla domanda "What's a snozzberry?"

In esso, Dahl scrive molto chiaramente che gli snozzberries sono la principale fonte di cibo dei gremlins, descrivendo un snozzberry come un frutto dolce, succoso e rosso che cresce nei frutteti.

Per quanto riguarda il libro, Charlie e la fabbrica di cioccolato, Wonka afferma lo sfondo lickable "ha delle foto di frutta su di esso - banane, mele, arance, uva, ananas, fragole e snozzberries ... "

Oltre a chiamarlo esplicitamente un frutto, indoviniamo che se lo sfondo leccabile includesse immagini di peni, gli adulti presenti probabilmente avrebbero detto qualcosa ... Molto chiaramente, nel contesto della storia, è stato mostrato un frutto di qualche tipo.

Quindi, dalle prove a disposizione, sembrerebbe che Dahl ne abbia parlato Charlie e la fabbrica di cioccolato è probabilmente solo un'allusione interna alla sua principale fonte di gremlins mitici.

Sostenendo questa nozione, in Un po 'di tempo mai (spoiler avanti), quando l'umanità si distrugge e i gremlins finalmente riescono a riprendere il mondo, finiscono per smettere di esistere poiché erano semplicemente il prodotto dell'immaginazione o dei sogni dell'uomo. Perché questo è importante per la connessione Snozzberry? Considera le seguenti righe del film di Wonka, la cui sceneggiatura è stata in gran parte scritta da Dahl:

Willy Wonka: le fragole hanno un sapore simile alle fragole. Gli snozzberries hanno un sapore come i snozzberries! Veruca: Snozzberries? Chi ha mai sentito parlare di un snozzberry? [Wonka afferra la mascella di Veruca] Willy Wonka: Noi siamo i produttori di musica ... e noi siamo i sognatori dei sogni ...

Se si supponesse che Wonka si riferisse al frutto mangiato dai gremlin inventati o solo che Dahl riutilizzasse una parolaccia che aveva coniato per un frutto inventato o no, il suo uso successivo del termine per riferirsi ai genitali maschili non negherebbe essendo destinato a essere un frutto nelle opere precedenti, chiamare certi pezzi umani con i nomi degli alimenti non è una novità.

Per quanto riguarda i testicoli, ad esempio, abbiamo eufemismi legati al cibo come prugne, noci e bacche, tra gli altri. Per quanto riguarda il pene, termini gergali comuni includono dingleberry, susino, budino, hot dog, salame, salsiccia, ecc.

Alla fine, solo perché un autore potrebbe riferirsi al seno di una donna come "meloni" non significa necessariamente che ogni volta che l'autore ha usato la parola "meloni" in precedenti lavori si riferivano anche a "seno", in particolare non quando nel contesto dei lavori precedenti è abbastanza chiaro che l'autore faceva riferimento a un frutto. (Ci rendiamo conto che è incredibilmente ovvio, ma abbiamo ritenuto necessario essere estremamente espliciti su questo, dato che questo mito abbonda sul web e nessuno sembra preoccuparsi di mettere in discussione il dubbio ragionamento usato nel screpolato articolo. Che, per essere onesti, contrariamente a quanto accaduto, siamo ragionevolmente fiduciosi che Scibelli stava solo cercando di essere divertente e non pensava che la sua umoristica ipotesi di Dahl intendesse gli snozzberries essere peni in Charlie e la fabbrica di cioccolato sarebbe ampiamente accettato come fatto. Ma queste cose possono accadere dopo che un pezzo così sensazionalizzato riceve quasi cinque milioni di visualizzazioni, con la sua versione a frase unica che ottiene decine di milioni di visualizzazioni in più in quanto è diffusa sui social media senza che nessuno verifichi i fatti).

Quindi, per riassumere, dato che Dahl descrive esplicitamente lo snozzberry come frutto Un po 'di tempo mai e più tardi in Charlie e la fabbrica di cioccolato lo chiama un frutto, così come dice che i frutti citati nella stanza della carta da parati sono mostrati in forma di immagine ai personaggi della storia, sembra molto chiaro che intendeva che lo snozzberry fosse un letterale frutta in queste due storie, e non stava cercando di fare qualche scherzo contorto. E per quanto riguarda l'uso di Dahl "snozzberry" in Mio zio Oswald, è altrettanto chiaro che questo è un metafora per i genitali maschili, non diversamente da molti altri nomi di alimenti usati per descrivere la regione inferiore. In questo caso, Dahl scelse semplicemente di usare il suo frutto inventato per l'eufemismo.

Fatti del bonus:

  • Il termine specifico "gremlin" apparve per la prima volta tra i membri della Royal Air Force negli anni Venti, riferendosi a creature mitiche che amavano sabotare gli aerei, sebbene l'origine del nome al di là di questo non sia chiara. In ogni caso, il termine e l'idea furono in seguito resi popolari nella seconda guerra mondiale, che è senza dubbio il luogo in cui Dahl lo incontrò durante il suo periodo come membro della Royal Air Force.
  • Il primo libro per bambini di Dahl era il suo 1943 I Gremlins. In questo lavoro, i gremlin vengono alla fine addestrati dalla Royal Air Force per riparare i loro aerei, piuttosto che sabotarli.
  • La vita di Dahl (1916-1990) è stata segnata dalla tragedia, avendo perso suo padre e la sorella maggiore quando aveva solo tre anni e poi aveva perso una figlia quando lei ne aveva 7. Fu cresciuto dalla madre norvegese che lo intrattenne con le favole scandinave di streghe e troll, che possono spiegare alcune delle sue parole "ferocia nera" nei suoi scritti.
  • Nato in Galles, come detto, Dahl è stato nella Royal Air Force, ma la sua carriera di pilota è terminata dopo circa un anno in cui si è schiantato in Libia. Poco dopo, Dahl fu assegnato a Washington, D.C. dove lavorò come spia per Winston Churchill. Come disse Dahl: "Il mio compito era cercare di aiutare Winston ad andare d'accordo con Roosevelt e dire a Winston cosa c'era nella mente del vecchio ragazzo."

Lascia Il Tuo Commento