La prima "scadenza"

La prima "scadenza"

Ottima domanda! Abbiamo tutti delle scadenze. E quando sentiamo parlare delle scadenze di altre persone, è chiaro che si riferiscono a un limite di tempo di qualche tipo. Ma da dove viene la frase e qual era il suo significato originale?

I primi riferimenti a una "linea di demarcazione" non avevano nulla a che fare con il tempo, ma piuttosto era una linea reale che se si attraversasse, verrebbe ucciso. Durante la guerra civile americana (con il primo riferimento nel 1864), una linea è stata tracciata attorno a un campo di prigionieri a circa 20 metri dal muro di cinta di una prigione confederata, una "linea morta", oltre la quale sarebbero stati uccisi se attraversato, come si presume che stia cercando di scappare. In sostanza, la "linea morta" era una linea "non incrociata". Possiamo vedere un riferimento a questo nei minuti dal Processo a Henry Wirz nel 1865:

E lui, detto Wirz, perseguendo malvagamente il suo scopo malvagio, stabilì e causò di essere designato all'interno del recinto del carcere che conteneva i prigionieri come una "linea morta", essendo una linea attorno alla faccia interna della palizzata o muro che racchiudeva la prigione e a circa venti piedi di distanza da e all'interno di detta palizzata; e così stabilì la linea di demarcazione, che in molti punti era una linea immaginaria, in molti altri luoghi segnati da strisce insicure e mutevoli di [tavole inchiodate] sulla sommità di pali o pali piccoli e insicuri, lui, detto Wirz, istruì il la guardia carceraria appollaiata intorno alla cima di detta palizzata per sparare su e uccidere tutti i prigionieri suddetti che potrebbero toccare, cadere sopra, passare sopra o sotto [...] attraverso la cosiddetta "linea morta" ....

La "scadenza" è comparsa di nuovo all'inizio del 20 ° secolo, facendo ora riferimento a un limite di tempo per alcune attività. Anche se l'Oxford English Dictionary dà una recita del 1920 come la prima data trovata per "scadenza" in questo senso, nella mia ricerca, in realtà ho trovato una prima istanza nel Chicago Daily Tribune (1913) ("E 'una vita gay, questa segnalazione" 7 marzo 1913).

Anche nel riferimento del 1913, il termine "scadenza" era usato con familiarità per riferirsi ai limiti di tempo in generale, quindi il suo uso non documentato in questo senso probabilmente iniziò molto prima.

Allo stesso tempo, la "scadenza" veniva usata anche con una definizione alternativa da parte degli stampatori come termine per descrivere i limiti del letto della pressa quando il tipo è inserito, come si vede in F.S. Henry's 1917 opera "Printing for School & Shop":

Se l'inseguimento è uno che si adatta solo al letto della stampa, accertati che il tipo non esca dalla dead-line sulla stampa.

Ancora un'altra definizione di "scadenza" intorno al cambio di secolo indica una scadenza razziale, che descrive il grado in cui le persone afro-americane e caucasiche possono mescolarsi prima che una razza "assorba" l'altra. Ad esempio, ad Atlanta nel 1902, fu offerta una ricompensa di $ 1000 ($ 26K oggi) per trovare un uomo bianco di "un sedicesimo sangue negro" per illustrare "una scadenza razziale oltre la quale l'africano potrebbe non andare nello sforzo di cancellare se stesso - oltre il quale nessuna razza può andare nel tentativo di assorbirlo. "

Una simile "scadenza" esisteva nello stesso periodo, questa volta in termini di classe e proprietà immobiliari, dove si intendeva un confine tra i quartieri ricchi delle zone residenziali e dei quartieri poveri. Un resoconto di un giornale del periodo lamentava l'aumento del prezzo di una rasatura e descriveva una "scadenza centrale" per rasature e tagli di capelli a buon mercato, proprio come avviene per i criminali ".

Un altro uso obsoleto del termine usato regolarmente nel XX secolo descriveva un limite di età arbitrario imposto ad alcuni ministri cristiani. Ci si aspettava che pensassero di ritirarsi e ritirarsi dal pulpito quando si avvicinavano alla "scadenza" (di solito intorno ai 50 anni!).

Per quanto riguarda specificamente il modo in cui siamo passati da una barriera fisica, i prigionieri non potevano attraversare nella Guerra Civile Americana per timore che sparassero a un limite di tempo che non si suppone attraversino per finire un compito, che è stato perso nella storia, sebbene la connessione non sembra troppo difficile da fare, in particolare perché la versione "time limit" sembra essere comparsa per la prima volta nel giornalismo, dove le scadenze degli articoli possono essere estremamente strette e gli editori così spesso dovere avere cose in intervalli di tempo molto specifici per ottenere giornali o simili stampati e fuori per la consegna quando devono essere. Quindi, l'uso della "scadenza" per un limite di tempo nel giornalismo all'inizio del XX secolo sembrerebbe enfatizzare la serietà di andare oltre il limite - "Fai il tuo articolo fatto entro questa scadenza, o ti ammazzo ... figurativamente. "😉

Lascia Il Tuo Commento