Gli Stati Uniti una volta pianificati su Nuking the Moon

Gli Stati Uniti una volta pianificati su Nuking the Moon

Oggi ho scoperto gli Stati Uniti una volta programmato di sparare una bomba nucleare sulla luna.

Se si supponeva che il ragionamento alla base di tale atto fosse "perché possiamo", sei assolutamente corretto. Questo è esattamente il motivo per cui gli Stati Uniti volevano farlo, al fine di rafforzare l'Unione Sovietica, che a quel tempo erano considerati leader della corsa allo spazio.

Il progetto è stato etichettato "A Study of Lunar Research Flights" o "Project A119" ed è stato sviluppato dalla US Air Force alla fine degli anni '50. Si è ritenuto che questa sarebbe stata una cosa relativamente facile da fare e avrebbe anche rafforzato la percezione pubblica di come stavano facendo gli Stati Uniti rispetto all'Unione Sovietica in termini di corsa spaziale.

Secondo uno dei leader del progetto, il fisico Leonard Reiffel, colpire la luna con un missile balistico intercontinentale sarebbe stato relativamente facile da realizzare, incluso colpire il bersaglio con una precisione di circa due miglia. Questa precisione sarebbe stata particolarmente importante in quanto l'Air Force voleva che l'esplosione risultante fosse chiaramente visibile dalla Terra. Come tale, è stato proposto che l'esplosione avvenga al confine della parte visibile della luna, in modo che la nuvola risultante sia chiaramente visibile, essendo illuminata dal sole.

Il progetto è stato infine demolito poiché si è ritenuto che il pubblico non avrebbe risposto favorevolmente agli Stati Uniti che hanno sganciato una bomba nucleare sulla luna.

Si può solo immaginare la conversazione che avrebbe dovuto aver luogo per convincere l'Unione Sovietica dell'intenzione pacifica degli Stati Uniti con il lancio di quel missile:

  • Stati Uniti: "Ehi Unione Sovietica, non preoccuparti di quel missile intercontinentale che abbiamo appena sparato con una testata nucleare attaccata. Giuro, è puntato sulla luna. "
  • Unione Sovietica: "Perché dovresti sparare a un missile nucleare sulla luna?"
  • Stati Uniti: "…"
  • Unione Sovietica: "???"
  • Stati Uniti: "Sai ... BOOM ... ma nello spazio."

Fatti del bonus:

  • Un giovane Carl Sagan è stato uno degli scienziati assunti da Reiffel per questo progetto. In particolare, Sagan è stato assunto per studiare come esattamente la nuvola si sarebbe espansa sulla luna, in modo che potessero assicurarsi che fosse chiaramente visibile dalla Terra, che era l'intero punto del progetto.
  • Sagan riteneva che il progetto avesse anche un merito scientifico in quanto la stessa nuvola poteva essere esaminata attentamente per il possibile materiale organico.
  • Sagan ha violato la sicurezza nazionale solo un anno dopo essere stato assunto (1959) quando ha rivelato aspetti del progetto quando ha presentato domanda per la borsa di studio del Berkeley Miller Institute. I dettagli di questo non sono stati portati alla luce fino a quando un biografo, Keay Davidson, ha scoperto queste informazioni quando facevano ricerche per una biografia su Carl Sagan dopo la morte di Sagan nel 1996.
  • La Miller Research Fellowship è un programma fornito da Berkeley per aiutare alcuni dei giovani scienziati più promettenti del mondo a lanciare la propria carriera. Ai vincitori viene assegnato un appuntamento triennale in cui vengono seguiti dalla facoltà di Berkeley e sono autorizzati a utilizzare le strutture dell'università per la loro ricerca, tra gli altri benefici.
  • Circa 400 persone sono state nominate Miller Fellows dal 1960 e ci sono stati oltre 1000 scienziati che sono stati sostenuti attraverso il programma. Tra questo gruppo molto prestigioso ci sono sei medaglie Fields e sette vincitori del premio Nobel.
  • Carl Sagan è stato uno dei primi "Miller Fellows" ad essere stato nominato. Il suo mandato di tre anni ha avuto inizio nel 1960, quando la Fellowship è stata creata.

Lascia Il Tuo Commento