L'imperatore dimenticato degli Stati Uniti e protettore del Messico, Norton I

L'imperatore dimenticato degli Stati Uniti e protettore del Messico, Norton I

Oggi ho scoperto il dittatore benevolo colorato in gran parte dimenticato degli Stati Uniti e protettore del Messico, l'imperatore Norton I.

Sua maestà imperiale Joshua Abraham Norton I nacque tra il 1811 e il 1818 in Inghilterra. Le registrazioni della sua data di nascita variano considerevolmente, ma è probabile che quest'ultima data sia quella corretta. La sua famiglia emigrò in Sudafrica quando era molto giovane, dove suo padre era a capo di una piccola comunità ebraica. Da giovane, inizialmente cercò di gestire la propria attività a Città del Capo, ma in breve tempo andò in bancarotta e iniziò a lavorare nel negozio di navi di suo padre.

Nel 1848, l'imperatore Norton aveva subito alcune gravi perdite: sua madre, suo padre e entrambi i suoi fratelli erano morti. Con nessun'altra famiglia, Norton ha ereditato tutti i $ 40.000 della proprietà di suo padre ed era desideroso di cercare un nuovo inizio. Il richiamo dell'American Dream, e della Gold Rush in particolare, attirò Norton a San Francisco. Era ansioso di trovare la sua fortuna, anche se non era interessato a scavare i campi d'oro; invece, iniziò un'attività commerciale di successo e affittò uno spazio su una nave che aveva acquistato per la conservazione.

Pochi anni dopo il suo arrivo a San Francisco, Norton stava andando molto bene con un patrimonio stimato in circa $ 250.000 (circa $ 6,5 milioni oggi). Aveva aggiunto alla sua collezione di imprese una fabbrica di sigari, una riseria e un edificio per uffici. Ma la sua fortuna non è durata a lungo.

Una carestia in Cina ha tagliato le spedizioni di riso, inviando il prezzo del riso alle stelle da 4 a 36 centesimi al chilo. Norton ha visto l'opportunità di guadagnare ancora di più quando Willy Sillem gli ha raccontato di una nave che trasportava riso peruviano. Se acquistato, Norton sarebbe in grado di ridurre significativamente il mercato in quanto potrebbe ottenere la spedizione di riso peruviano per soli 12,5 centesimi per libbra, quasi 1/3 della tariffa corrente.

Sfortunatamente, dopo aver depositato un deposito di $ 2000 su una nave carica di riso che gli sarebbe costato $ 25.000 in totale, sempre più navi peruviane che trasportavano riso salparono nel porto. Il prezzo del riso è sceso a 3 centesimi per libbra, il che significa che Norton non solo non realizzerebbe un profitto, ma perderebbe una quantità significativa di denaro nel processo. Cercò di annullare il contratto sulla base del fatto che Sillem lo aveva ingannato. L'incidente ha provocato una battaglia legale di due anni e mezzo con il risultato a favore di Sillem: Norton ha dovuto pagare i rimanenti $ 23.000.

A questo punto, Norton era vicino alla rovina. La banca aveva precluso molti dei suoi affari e delle sue proprietà, non era più in grado di soggiornare in alberghi lussuosi, l'élite sociale non voleva più avere niente a che fare con lui, e per coronare il tutto, era di nuovo accusato di appropriazione indebita di fondi da un cliente. Nel 1859, il ricco mercante, un tempo ricco, viveva in una pensione della classe lavoratrice, con la sua fortuna e apparentemente incapace di qualsiasi mobilità ascendente.

Ma quello non è il modo americano. Quando vivi nel tuo ultimo dollaro e non hai più niente da perdere, cosa fai? Dichiarati Imperatore degli Stati Uniti, naturalmente.

Vedi, Norton era stato a lungo critico nei confronti del governo degli Stati Uniti ed era un fan dell'Impero britannico. Si sentiva come se l'America fosse governata dalla corruzione, dall'inefficienza e dall'interesse personale, e questo non solo per le sue perdite. Nel 1859, la California fu coinvolta nel grande dibattito sugli schiavi che avrebbe portato alla fine alla Guerra Civile, e l'economia di San Francisco nel suo complesso non stava andando alla grande quando la Gold Rush si placò. Norton ha osservato ad un amico che le cose sarebbero andate molto più agevolmente se fosse stato al comando.

È il tipo di affermazione che nessuno si aspetta di fare, ma Norton era un uomo testardo, anche se non convenzionale, e ha deciso di fare qualcosa al riguardo. Il 17 settembre 1859, una storia insolita fu pubblicata nel Bollettino di San Francisco:

Alla richiesta preventiva di una larga maggioranza dei cittadini di questi Stati Uniti, I Joshua Norton, ex Algoa Bay, Capo di Buona Speranza, e ora per gli ultimi nove anni e dieci mesi passati a San Francisco, in California, dichiara e proclamami Imperatore di questi Stati Uniti, e in virtù dell'autorità in tal modo conferito con me conferito con il presente ordine e dirigo i rappresentanti dei diversi Stati dell'Unione a riunirsi nella Sala Musicale di questa città, il 1 ° febbraio prossimo , poi e là, per apportare tali modifiche alle leggi esistenti dell'Unione, come possono migliorare i mali sotto i quali il paese sta lavorando, e quindi causare la fiducia di esistere, sia in patria che all'estero, nella nostra stabilità e integrità.

I coloni nelle colonie degli Stati Uniti si consideravano parte di un tipo di Impero; solo a San Francisco c'erano edifici come l'Empire Hotel, l'Empire Brewery e l'Empire Fire Engine Company, tra gli altri. Tuttavia, nessuno era ancora così audace da dichiararsi Imperatore.

Sarebbe stato abbastanza facile ingannarlo come un pazzo, ma il Bollettino di San Francisco ha continuato a pubblicare le sue richieste ed editti. Norton I ha chiesto lo smantellamento del congresso e l'abolizione della Corte Suprema. Ha licenziato il governatore della Virginia Henry A. Wise per aver inviato John Brown della fama di Harper's Ferry al patibolo: Norton era fermamente convinto della parità di diritti per tutti.Ma non poteva lasciare la Virginia senza un governatore, quindi lo sostituì con John C. Breckinridge del Kentucky, che all'epoca era anche il vicepresidente degli Stati Uniti.

Nel 1860, il Congresso degli Stati Uniti si riunì contro gli ordini dell'imperatore Norton I. Per rappresaglia ordinò al "Comandante in Capo degli eserciti ... di liberare la sala del congresso". L'uomo a cui si stava rivolgendo era il generale Winfield Scott che aveva comandato gli eserciti quindici anni prima, aveva 74 anni e viveva a Washington Territorio piuttosto che Washington DC Quello stesso anno, l'imperatore Norton I dichiarò gli Stati Uniti una monarchia assoluta. Nel 1869, ha abolito i partiti democratici e repubblicani.

Ovviamente, nessuno dei decreti dell'imperatore Norton I è mai venuto a buon fine, almeno non a causa di qualcosa che Norton ha detto (in seguito alcune delle sue idee sarebbero state implementate indipendentemente). Come un imperatore auto-proclamato senza eserciti o denaro per sostenere i suoi proclami, non aveva alcun potere legale per creare una monarchia, governare i vigili del fuoco o smantellare la Corte Suprema. Tuttavia, stranamente, ha finito per ottenere un potere di sorta. L'imperatore Norton I divenne rapidamente una leggenda ed era estremamente popolare tra la gente di San Francisco. I politici furono costretti ad umorarlo, perché dimostrargli la mancanza di rispetto significava perdere voti.

Come esempio della sua popolarità, l'imperatore Norton I fu arrestato una volta, ma non fu per una cospirazione a rovesciare il governo o qualcosa del genere; piuttosto, è stato preso in giro per vagabondare e in seguito è stato accusato di follia. Il suo arresto ha fatto sì che i giornali di protesta prendessero immediatamente le pressioni per invitare il pubblico a partecipare all'udienza dell'Imperatore e protestare contro l'ingiustizia contro Sua Maestà Imperiale. Ha prodotto l'effetto desiderato: l'imperatore Norton I è stato rilasciato con tutte le sue scuse e il capo della polizia Patrick Crawley ha ordinato a tutti gli ufficiali di polizia di salutare l'imperatore Norton I quando lo hanno passato per le strade, dove spesso si trovava a ispezionare la città ea socializzare con i suoi soggetti.

L'imperatore non viveva esattamente come un re, ma la sua nuova vita forniva molti vantaggi diversi dai saluti degli ufficiali di polizia e un nome popolare nelle storie dei giornali. Ha continuato a affittare una stanza in una pensione economica per soli 50 centesimi a notte. I suoi abiti erano in gran parte trucidati dai suoi leali sudditi, tra cui alcune vecchie uniformi dell'esercito e un cappello che gli era stato dato da un negoziante in modo che il negozio potesse essere considerato "adatto a Sua Maestà Imperiale". A un certo punto, quando la sua uniforme divenne troppo consunta, la città di San Francisco fece in modo che gli fosse data una nuova divisa da indossare, poiché nessun imperatore degli Stati Uniti avrebbe dovuto andare in giro con abiti logori.

Oltre agli abiti gratuiti, era in grado di cavalcare gratuitamente con i mezzi pubblici di San Francisco e riceveva persino un pass ferroviario gratuito nello stato della California. Gli hanno anche offerto pasti gratuiti in diversi ristoranti, compresi gli stabilimenti più esclusivi in ​​cui è stato spesso trattato come ospite VIP, anche se è probabile che i proprietari dei ristoranti lo abbiano fatto per pubblicità piuttosto che per gentilezza. Allo stesso modo, quando desiderava partecipare a un'opera teatrale, un'opera teatrale, o qualcosa di simile, di solito aveva pochi problemi ad acquistare un posto libero in scatola, e occasionalmente veniva onorato a tali spettacoli.

Quando all'imperatore Norton avevo bisogno di un po 'di soldi in più, andava porta a porta chiedendo alle imprese la "tassa" dovuta a lui, che molti fan avrebbero consegnato. Altre volte, ha semplicemente stampato il proprio denaro, che è stato premiato da molte aziende a San Francisco come se fosse moneta reale.

Con il completamento della ferrovia transcontinentale, l'imperatore Norton I divenne qualcosa di un'attrazione turistica. Probabilmente stai pensando, come la maggior parte delle persone in quel momento, che l'uomo era pazzo, e probabilmente è vero, ma era anche un uomo d'affari in tutto e per tutto. L'Imperatore parlò con chiunque volesse incontrarlo e usò occasionalmente alcune delle sue "cambiali" fatte da sé per commerciare con i turisti in cambio della valuta statunitense, con le sue banconote da rimborsare con il 7% di interesse nel 1880. Ovviamente, no un pensiero da collezionare, in quanto volevano davvero solo la firma dell'Imperatore da portare con sé come souvenir.

Allo stesso modo, varie aziende stavano facendo notevoli quantità di denaro vendendo souvenir dell'Imperatore Norton I, dalle cartoline alle bambole ai sigari. Presero anche dei cartelli alle loro finestre che dicevano "Per incarico dell'imperatore Norton I." Questo quasi senzatetto divenne presto un eroe nazionale.

Oltre a ispezionare la città, estorcendo vari decreti e coinvolgendo chiunque parlasse con lui in dibattiti filosofici, la sua maestà imperiale una volta riuscì a fare il quasi impossibile: arrestare una folla che si trovava nelle loro tracce. Mentre i dettagli dell'atto sono stati probabilmente sproporzionati nel tempo, a un certo punto una folla molto piccola stava tentando di attaccare un immigrato cinese (versioni più fantasiose della storia lo hanno in piedi tra un'enorme folla di rivoltosi, salvo il loro ingresso a Chinatown - facendo la sua migliore impressione del futuro personaggio di Gandalf contro il Balrog sul Ponte di Khazad-dûm). Per non essere uno da lasciare che questi imbrogli si svolgano nel suo paese, l'imperatore Norton I si è posto tra l'uomo cinese e gli aggressori. Sia che fosse dovuto alla sua stessa popolarità in città o perché supponeva che avesse ripetutamente gridato la Preghiera del Signore nei volti dell'attaccante, l'immigrato fu salvato e la piccola folla si disperse.

Sfortunatamente, dopo 21 anni di governo di questi Stati Uniti e in seguito anche di proteggere il Messico, in un triste giorno di gennaio del 1880, l'Imperatore cadde improvvisamente sul marciapiede durante la sua passeggiata serale.È morto prima che potesse essere portato in ospedale. Il Pacific Club di San Francisco si occupava di raccogliere fondi per una vera e propria bara di palissandro di fascia alta, oltre a coprire altre spese funebri per Norton, che morì quasi senza un soldo, avendo scelto di non sottoporre mai eccessivamente i suoi argomenti.

La sua morte fu lamentata in tutta la terra. Circa 10.000 persone hanno reso omaggio ai suoi funerali, con alcuni resoconti di giornali che hanno contato fino a 30.000 persone, circa il 13% della popolazione di San Francisco in quel momento, ha allineato le strade per la processione di due miglia fino alla sua tomba; i giornali di tutto il paese hanno riferito della morte dell'imperatore. Un giornale L'Alta California, anche dedicato 34 pollici di stampa che celebra la vita dell'Imperatore. Lo stesso giorno ha stampato solo 38 parole del discorso inaugurale del nuovo Governatore della California.

Fatti del bonus:

  • Sebbene si possa pensare che molti dei decreti degli Imperatori siano semplicemente delle folle chiacchierate, in realtà ha suggerito molti buoni miglioramenti, come ordinare che la California costruisca un ponte tra San Francisco e Oakland, cosa che è stata fatta successivamente, anche se ovviamente non aveva nulla da fare con il suo decreto. Inoltre, non solo ha suggerito, ma ha delineato i dettagli sulla formazione di una Società delle Nazioni, che è stata poi formata poco dopo la prima guerra mondiale, non avendo ancora niente a che fare con il suo decreto, ma comunque dimostrando di essere leggermente in anticipo sui tempi. 🙂
  • La posizione di Norton I è stata ufficialmente riconosciuta da un censimento statunitense del 1870, che lo ha indicato come "Emporer".

Lascia Il Tuo Commento