Il terrificante nazista "De-Bollocker"

Il terrificante nazista "De-Bollocker"

Mentre le mine terrestri sono esistite come concetto già nel 13 ° secolo quando furono utilizzate dai cinesi per respingere le invasioni mongole, è la Germania imperiale a cui vengono attribuiti i progressi che hanno portato alle moderne mine terrestri, così come le comprendiamo. Utilizzato estesamente durante la prima guerra mondiale dai tedeschi, le armi si dimostrarono così efficaci da essere rapidamente copiate e dispiegate da tutte le principali superpotenze coinvolte nel conflitto. Quando Hitler assunse il potere della Germania nel 1933, la tecnologia delle mine terrestri fu nuovamente spinta alla ribalta della ricerca militare. Questo ci porta al tema di oggi.

Chiamata in vario modo Schrapnellmine 35 (Shrapnel Mine 35), Splinter-mine, o "Bouncing Betty", la S-Mine, come fu ufficialmente ribattezzata negli appunti degli alleati, era un'arma apparentemente semplicistica che un tenente colonnello CEE Sloan soprannominò " il dispositivo più temuto incontrato dalle truppe alleate nella guerra ".

Fisicamente, la mina somigliava a un piccolo cilindro all'interno del quale era in polvere o versato TNT. Sopra ogni miniera c'era una miccia che, una volta scattata, faceva detonare l'esplosivo all'interno. La cosa che distingue lo S-mine da dispositivi simili è che, invece di esplodere immediatamente, è stato progettato per esplodere per circa quattro secondi dopo essere inciampato. Un'altra caratteristica fondamentale della S-mine, e quella che lo ha reso così efficacemente letale, è che invece di esplodere nel terreno, la sua miccia è stata progettata per lanciare il corpo della miniera a circa tre piedi in aria, a quel punto esploderebbe violentemente. Per massimizzare la letalità, il corpo della miniera a S era riempito con centinaia di cuscinetti a sfera in acciaio che sarebbero stati lanciati verso l'esterno ad alta velocità.

La capacità di distruzione della miniera a S non può essere sottovalutata, e mentre l'esatta portata letale della miniera non è chiara, un manuale di campo dell'esercito degli Stati Uniti del 1943 affermò che poteva infliggere vittime fino a 460 piedi dal punto di detonazione .

Ciò detto, forse a causa della loro natura frettolosamente costruita (l'esercito tedesco produsse quasi due milioni di queste cose durante la seconda guerra mondiale), la qualità della miniera variava in modo drammatico. Di conseguenza, il più delle volte il mio sarebbe semplicemente gravemente mutilare piuttosto che uccidere a titolo definitivo.

Questo è doppiamente terrificante in un'arma che è stata esplicitamente progettata per far detonare all'altezza del testicolo. E, in effetti, è proprio per questa esatta ragione che i soldati britannici a volte si riferivano alla S-mine come al "Debollocker" (il bollock è gergale per i testicoli). Altri soprannomi simili adottati dagli alleati per il dispositivo includevano "The Bouncing Bitch" o più succintamente "The Castrator". Tuttavia, come notato, il nome più comune tra i soldati alleati per la miniera era "The Bouncing Betty" - un nome originariamente coniato dalle truppe americane.

Il primo incontro alleato noto con la miniera S avvenne durante l'offensiva della Saar nel 1939, poco dopo l'inizio della seconda guerra mondiale. Le forze tedesche minarono la regione così pesantemente che un'offensiva francese (sì) nel territorio tedesco fu fermata nelle sue tracce ... Detto soldati riportarono l'esistenza della miniera e l'efficacia ai loro superiori insieme al loro soprannome personale per questo: Il soldato silenzioso.

Poiché questa miniera è stata sviluppata durante il Terzo Reich, i documenti sulle sue origini sono comprensibilmente difficili da trovare, ma sappiamo che è stato sviluppato nel 1935, quindi "Schrapnellmine 35". Durante la guerra, gli ingegneri nazisti continuarono a migliorare il dispositivo già mortale, culminando nella creazione di una versione in vetro della miniera che, senza immaginazione, soprannominò il "Glasmine 43" che era stato sviluppato nel 1943. Oltre ad essere in gran parte inosservabile per i miei rivelatori del tempo, il Glasmine comportava un maggior rischio di infezione in parte grazie al fatto che la scheggia di vetro era più difficile da rilevare per i raggi X, rendendo così molto più difficile l'intervento su una persona ferita.

Al di là delle forze tedesche che piantano le S-mine "come semi di erba" praticamente ovunque pensino che i soldati alleati possano avvicinarsi, hanno anche abilmente disseminato le miniere S intorno alle mine anti-carro e dei veicoli in modo che i soldati all'interno dei veicoli da loro disabilitati essere ucciso dalle S-mine quando esce dal veicolo in rovina o deve restare fermo.

A causa dell'estrema densità di queste miniere in alcune regioni, anche quando particolari truppe alleate avevano la capacità di individuare le mine (che era un grande "se" considerando che le apparecchiature di rilevamento delle mine erano scarse per tutta la durata della guerra), il procedere attraverso la terra estratta era eccezionalmente difficile e lento. A volte, questo diventava così grave che i progressi in certi territori tenuti in Germania cessarono del tutto.

Come esempio di come alcune aree fossero saturate con le miniere, dopo il D-Day (vedi: Cosa significa la D in D-Day?), Gli alleati hanno trovato e rimosso oltre 15.000 mine inesplose dalle dune intorno a Pouppeville da solo. Inoltre, dopo la Seconda guerra mondiale, le forze alleate hanno coscritto circa 49.000 prigionieri di guerra tedeschi per rimuovere tutte le miniere che potevano in tutta l'Europa occidentale. Eppure, nonostante questa enorme quantità di risorse umane e le mappe naziste meticolosamente mantenute su dove sono state piantate le mine, ci sono ancora aree oggi, in particolare nel Nord Africa e in alcune parti dell'Europa orientale, che sono considerate pericolose da percorrere perché potrebbero ancora esserci si trovano alcune miniere dell'era della seconda guerra mondiale funzionanti e inesplorate.

Come probabilmente si può intuire data la brutale efficacia di Bouncing Betty, il progetto della miniera è stato rapidamente decodificato e i derivati ​​sono stati ampiamente creati da numerosi paesi. Tuttavia, a causa del fatto che i dispositivi causano tali orribili e debilitanti ferite e una miniera sepolta e dimenticata è altrettanto pericolosa per la tua stessa gente quanto quella del tuo nemico, pochi paesi oggi usano ancora mine in qualsiasi combattimento. Notevoli eccezioni a ciò includono la Russia e la Repubblica popolare cinese.

Per inciso, oltre ad essere una mina estremamente mortale, la Schrapnellmine 35 ha anche dato vita a un mito comune sulle mine terrestri che vedrete spesso oggi nei film - che tali mine esplodono solo quando la persona che la mette in scena fa un passo indietro. Questo è un mito che si è diffuso durante la guerra e che probabilmente è stato originato dal fatto che la S-mine è stata fatta esplodere alcuni secondi dopo essere stata innescata, facendo sembrare che non si spegnesse finché la persona non si è allontanata. In realtà, la miniera era stata progettata per esplodere ogni volta che un peso di oltre 15 libra colpiva il terreno ovunque vicino ad esso.

Fatti del bonus:

  • A causa del fatto che queste mine non hanno fatto detonare fino a quando non erano a pochi piedi nell'aria e hanno lanciato shrapnel con un angolo prevalentemente orizzontale, le lesioni da S-mine potevano talvolta essere evitate collocandosi immediatamente una volta innescata la mina.

Lascia Il Tuo Commento