Perché diciamo "O'Clock"

Perché diciamo "O'Clock"

La pratica di dire "in punto" è semplicemente un residuo di tempi più semplici in cui gli orologi non erano molto diffusi e la gente raccontava il tempo con una varietà di mezzi, a seconda di dove erano e quali riferimenti erano disponibili.

In generale, ovviamente, il Sole veniva usato come punto di riferimento, con l'ora solare leggermente diversa dall'orologio. Gli orologi dividono il tempo in modo uniforme, mentre, per il tempo solare, le lunghezze delle ore variano leggermente in base a una varietà di fattori, come ad esempio la stagione.

Quindi, per distinguere il fatto che si faceva riferimento al tempo di un orologio, piuttosto che qualcosa come una meridiana, già nel XIV secolo si diceva qualcosa del tipo: "Sono le sei del tempo", che in seguito si abbassarono a "sei" in punto "intorno al sedicesimo o diciassettesimo secolo. In quei secoli, era anche piuttosto comune abbandonare la "o" del tutto e dire semplicemente qualcosa come "sei clock".

Usando la forma di "in punto" in particolare aumentò di popolarità intorno al diciottesimo secolo quando divenne comune fare un simile slurring nel nome di molte cose come "Will-o'-the wisp" di "Will of the wisp" (derivante da una leggenda di un fabbro malvagio di nome Will Smith, con "wisp" che significa "torcia") e "Jack-o'-lantern" da "Jack of the lantern" (che in origine significava semplicemente "l'uomo della lanterna" con "Jack", in quel momento, era il nome generico di "qualsiasi uomo". Più tardi, o questa o la leggenda irlandese di "Stingy Jack" ha trasferito questo nome in riferimento a zucche intagliate con candele accese all'interno).

Mentre oggi con orologi che sono onnipresenti e poche persone, se qualcuno, che dice il tempo diretto dal Sole, nella maggior parte dei casi non è necessario specificare che stiamo riferendo il tempo dagli orologi, ma la pratica del dire "in punto" si è bloccata Comunque.

Fatti del bonus:

  • Si pensa che la parola "orologio" derivi originariamente dal latino medievale "clocca", che significa "campana", che fa riferimento al suono delle campane dei primi orologi di città, che consentirebbe a tutti in una comunità di sapere che ora era.
  • Contrariamente alla credenza popolare, la torre dell'orologio a Londra comunemente chiamata "Big Ben" non si chiama "Big Ben". Piuttosto, è chiamata "Elizabeth Tower", dopo la regina Elisabetta II; chiamato tale durante il suo Diamond Jubilee (il 60 ° anniversario della sua adesione al trono del 2012). Prima si chiamava semplicemente "Torre dell'Orologio". Allora, perché è così spesso chiamato "Big Ben"? Ciò è dovuto alla grande campana all'interno della torre che suona l'ora e va con quel nome. Nel corso del tempo questo si è trasformato in molti chiamando la stessa torre dell'orologio che ancora oggi, nonostante il recente, molto pubblico, cambia nome.
  • La Torre dei Venti ad Atene, che si trova proprio sotto l'Acropoli, è considerata la prima torre dell'orologio della storia, costruita tra il 2 ° secolo aC e il 50 aC. Conteneva otto meridiane e un orologio ad acqua, insieme a una banderuola.
  • Se ti sei mai chiesto cosa sono e resistere, non chiedersi più: a.m. sta per "ante meridiem", che in latino significa "prima di mezzogiorno"; p.m. sta per "post meridiem", che in latino significa "dopo mezzogiorno".
  • La Stazione Spaziale Internazionale orbita circa 354 chilometri (220 miglia) sopra la Terra e viaggia a circa 27.700 km / h (17,211 mph), quindi ci vogliono circa 92 minuti per fare un giro attorno alla Terra una volta. Per questo motivo, ogni 45 minuti gli astronauti a bordo vedono un'alba o un tramonto, con un totale di 15 - 16 di ogni ogni 24 ore.

Lascia Il Tuo Commento