Plaka - Il vicinato degli dei

Plaka - Il vicinato degli dei

Non sarebbe esagerato affermare che il più antico quartiere di Atene, Plaka, potrebbe essere uno dei quartieri più unici, belli e storici della terra.

Conosciuto anche come "Quartiere degli Dei", Plaka si trova proprio sotto la culla della civiltà occidentale, l'Acropoli. Plaka è piena di molti monumenti e siti archeologici che coprono millenni. Si pensa anche che sia stata abitata ininterrottamente per quasi tremila anni, il che ovviamente lo rende uno dei più antichi quartieri continuamente attivi al mondo di oggi.

Comprende il Tempio di Zeus Olimpico e l'Arco di Adriano, che è una delle tante "porte" che conducono a Plaka. Presenta anche il Monumento coragico di Lisicrate, il primo monumento della storia costruito nell'ordine corinzio nel suo esterno, mentre quasi duemila anni dopo sarebbe diventato il luogo in cui Frate Francis avrebbe piantato nei suoi giardini le prime piante di pomodoro in Grecia.

Non molto lontano da lì, nell'Agorà romana di Atene, è possibile vedere la Torre dei Venti, che fu la prima torre dell'orologio e la stazione meteorologica della storia. Il monumento più impressionante e ben conservato che si può vedere nella zona, tuttavia, è senza dubbio il tempio di Efesto, alias Theseion, che è anche il nome del luogo specifico.

La Stoa di Attalo è un altro bellissimo edificio dell'Antica Agorà dell'Atene Classica (da non confondere con l'Agorà romana di Atene) che impressiona per le sue dimensioni e l'architettura. Questo è uno dei pochissimi edifici a due piani dell'antichità e solo il secondo monumento greco è stato completamente restaurato.

Avanti abbiamo il Teatro di Dioniso, che si trova all'ombra del Partenone, ed è considerato il teatro più antico del mondo.

Infine, ma non meno importante, nella lunga lista di siti storici che si possono vedere in questo quartiere, oggi c'è uno dei teatri antichi meglio conservati al mondo, l'Odeon di Herodes Atticus. I festival sono ancora organizzati e condotti in questo teatro ogni estate con alcuni degli artisti più importanti che si esibiscono negli anni tra cui Yanni, Maria Callas, Andrea Bocelli e Luciano Pavarotti, tra gli altri.

La diversa architettura in quest'area è il risultato di secoli di attività. Numerosi antichi monumenti greci e romani si mescolano con edifici neoclassici del XIX secolo e chiese bizantine, alcune risalenti al X e XI secolo. C'è anche una moschea che non è più in uso, ricordando agli abitanti di un periodo di quattrocento anni di occupazione ottomana.

Poi, naturalmente, c'è la famosa Anafiotika. Questa versione in miniatura di una piccola isola delle Cicladi, situata appena sotto la roccia sacra dell'Acropoli, conferisce all'area un carattere surreale, dando l'impressione di trovarsi in un'isola dell'Egeo come Santorini o Mykonos, quando in realtà ci si trova nel centro di Atene. Tutto ciò, tuttavia, può essere spiegato storicamente.

Alcuni dei primissimi abitanti di questo quartiere, pochi anni dopo che la Grecia ha riacquistato la libertà dagli Ottomani, provenivano dall'isola greca di Anafi, una piccola isola delle Cicladi da cui prende il nome questo piccolo quartiere grafico di Plaka. I migliori artigiani del paese furono portati nella capitale dal re Ottone per costruire il suo palazzo. Abbracciati e depressi all'inizio, gli immigrati di Anafi decisero di costruire il proprio spazio a Plaka e, per essere più precisi, portarono un pezzo della loro isola in città.

Fatti del bonus:

  • La strada principale di Plaka, chiamata Adrianou Street, è considerata la via più antica e ancora attiva del mondo. Alcune delle persone che vi hanno camminato, tra gli altri, includono Alessandro Magno, Socrate, Platone, Irene di Atene e Pericle.
  • Insieme alle strutture molto più antiche, Plaka offre anche palazzi relativamente moderni (del XIX secolo), costruiti in quanto l'area stava vivendo una sorta di rinascita con molte famiglie ateniesi che decidevano di costruire belle dimore neoclassiche, molte delle quali sono ancora in giro oggi.
  • Si ritiene che il Monumento coragico di Lisicrate fosse il monumento preferito di Elgin e che egli tentò senza successo di vandalizzarlo e saccheggiarlo anch'esso.
  • Alcuni dei più decorati artisti, scrittori e filosofi greci moderni hanno vissuto a Plaka tra cui i premi Nobel nella letteratura Giorgos Seferis e Odysseas Elytis, il leggendario poeta greco Kostis Palamas, l'uomo che ha scritto le parole per l'inno olimpico e la leggendaria attrice Melina Mercouri , la prima donna greca a vincere il premio come miglior attrice al Festival di Cannes del 1960.
  • Plaka ha alcuni dei migliori cinema all'aperto del mondo, con, secondo la CNN, Cine Thission che occupa il primo posto.

Lascia Il Tuo Commento