Le persone nel Medioevo hanno davvero gettato la materia fecale fuori dalle loro finestre?

Le persone nel Medioevo hanno davvero gettato la materia fecale fuori dalle loro finestre?

Anche se gli inglesi medioevali non erano esattamente la parte più pulita secondo gli standard moderni (anche se contrariamente alla credenza popolare, nonostante alcune ben note eccezioni, in genere si lavavano in una forma o in un'altra relativamente regolarmente), l'idea di loro stava semplicemente perdendo trou e buttare mezzo chilo di materia fecale nella strada sottostante non è esattamente un'immagine equa o rappresentativa. Infatti, mentre i britannici medievali non erano ancora consapevoli di come le feci fecondate contribuissero alle epidemie di malattia, sapevano che puzzava davvero, molto male e, alla fine, c'era persino un po 'di pensiero che dicevano i fumi puzzolenti causato la diffusione della malattia; così, fecero sforzi per assicurare che gli odori incriminati fossero tenuti il ​​più lontano possibile dalle loro case.

Ora, per essere chiari, generalizzare ciò che un gruppo ampio e diversificato di persone ha compiuto nel corso di un millennio è un'attività estremamente rischiosa, e non stiamo dicendo che alcuni inglesi del Medioevo a volte non gettano i loro rifiuti solidi fuori dalla finestra. (Dopo tutto, le leggi contro il fare proprio questo, di cui parleremo tra breve, non sono venute dal nulla, e ci sono certamente molti resoconti documentati di persone che fanno questo in tempi così massicci, anche se noterete che molte di queste istanze documentate descrivono il liquido, piuttosto che i rifiuti solidi.) Stiamo semplicemente dicendo che le prove documentate a portata di mano sembrano indicare che non era affatto comune in Gran Bretagna come la cultura pop vorrebbe far credere.

Per cominciare, soprattutto nell'età in cui gli edifici a un piano erano la norma, buttare fuori la tua puzza fuori dalla finestra significava che avresti dovuto annusarlo ogni volta che hai scelto di aprire la suddetta finestra - non una ricetta per un buon momento nel l'estate, in particolare, ma anche solo una ricetta per un periodo di merda ogni volta che sceglievi di uscire dalla tua porta ... Lì sarebbe stata la tua cacca, a fissarti in faccia, forse tenuta compagnia dall'ultima espulsione dei tuoi vicini. Inutile dire che, anche senza leggi contro una cosa del genere, non sorprende che la defecazione fuori dalla finestra non sembra essere stata la destinazione più popolare per scaricare la loro ultima discarica.

Detto questo, mentre le dimore a più piani cominciarono a spuntare, i residenti di alcune delle case più alte sembrano occasionalmente non essere così perspicaci nel mantenere le cose fresche per i residenti sotto di loro. Presumibilmente, questo ha avuto un ruolo nelle leggi che sono state approvate per gettare i propri escrementi fuori dalla finestra.

In quella nota, nella maggior parte delle grandi città dell'Inghilterra, le multe potevano e venivano imposte ai cittadini che creavano una puzza - sia metaforicamente che letteralmente - che disturbava i loro vicini. Ad esempio, all'inizio del XIV secolo, lanciare qualsiasi cosa fuori dalla tua finestra per le strade di Londra, sia che si tratti di rifiuti umani o qualsiasi tipo di immondizia, potresti vederti multare 40p, che è difficile da tradurre con precisione in valori moderni, ma è (molto ) approssimativamente equivalente a £ 108 o $ 142.

E non si poteva solo sperare che nessuno se ne accorgesse se avessi provato a gettare i tuoi rifiuti fuori dalla finestra. In fin dei conti, i muckraker e gli ispettori del marciapiede furono impiegati per assicurarsi che le vie di comunicazione rimanessero relativamente pulite, incluso lo smaltimento dei rifiuti trovati nelle strade (particolarmente necessari a causa delle migliaia di cavalli e altri animali che giravano per le grandi città). Inutile dire che, mentre avresti potuto sparire per lo più svuotando un vaso da notte pieno di urina dalla tua finestra (fino a quando i vicini non si lamentavano, ci sarebbe stato poco per fermarti), fare lo stesso con i rifiuti solidi avrebbe probabilmente significato avresti preso il colpo, anche se eri un po 'furbo per l'intera faccenda.

Su quest'ultimo punto, il 14 ° secolo London Assize of Nuisance (registrando varie dispute tra individui e vicini) racconta di una londinese di nome Alice Wade che si mette nei guai per aver tirato una pipa alla sua latrina coperta che ha lavato le sue espulsioni corporee in una grondaia che a sua volta era abituata a lavare una vicina latrina . Sembra abbastanza ragionevole - i suoi rifiuti solidi e liquidi vanno nella grondaia che a sua volta scarica in un luogo dove le persone fanno i loro bisogni in ogni caso; non c'è bisogno che lei debba trasportare manualmente i suoi rifiuti fuori dalla casa come un plebeo.

Questa donna era un risolutore di problemi.

Sfortunatamente per lei, le cose non sono andate come previsto dal lato dei rifiuti solidi. A titolo di:

mentre di vecchio nel par. di San Michele Queenhithe, una grondaia che correva sotto alcune delle case era fornita per ricevere l'acqua piovana e l'altra acqua che defluiva dalle case, dalle grondaie e dalla strada, in modo che il flusso potesse ripulire la proprietà sull'Hithe, Alice Wade ha fatto un il tubo che collega la sede della prigione nel suo solare con la grondaia, che è spesso fermata dalla sporcizia da essa, ei vicini sotto le cui case corre la grondaia sono notevolmente disturbati dalla puzza. Sentendo di aver rimosso la pipa entro 40 giorni, ecc.

(E ora, fermiamoci tutti e riflettiamo sul fatto che circa sette secoli dopo il fatto, abbiamo appena avuto buoni motivi per scavare e discutere il resoconto delle ingegnose abitudini di defecazione di una donna,con questa conoscenza puzzolente molto probabilmente è l'unica cosa che la storia ricorderà mai riguardo l'individuo unico che era Alice Wade ...)

In ogni caso, nei casi in cui un perpetratore non potesse essere trovato, verrebbero inflitte multe contro tutte le case che circondano immediatamente i rifiuti maleodoranti che giacciono nelle strade. Come potete immaginare, la gente spesso non si accontenta di essere multata per la pigrizia di qualcun altro e c'è almeno un esempio registrato di un uomo picchiato a metà dai suoi vicini per aver buttato via la pelle affumicata del pesce dalla sua finestra sulla strada; possiamo solo immaginare cosa avrebbero fatto se avesse aggiunto i suoi escrementi di pesce al mix sballato.

Così, con l'onnipresente minaccia di giustizia popolare e multe multe, infilare il sedere fuori da una finestra e spremere una bomba puzzolente sulle masse sottostanti, per quanto liberarsene, non ne valeva la pena, in particolare quando i britannici avevano di meglio (almeno in termini di fattore "fuori dalla vista, lontano dalla mente") mezzi di smaltimento dei rifiuti a loro, bene, smaltimento.

Allora, dove è finita tutta la cacca delle regioni popolate in un'era prima di sistemi di fognatura massiccia e tubature interne ubiquitarie? In breve, fiumi e campi.

Nelle case in cui non avevano a disposizione tubature interne, i britannici facevano di solito i loro affari in un secchio o in un vaso da notte, che verrebbero scaricati direttamente in un fiume o in una grondaia progettata per trasportare i rifiuti nel fiume - la speranza è che quando la pioggia cadeva, avrebbe portato via la cacca alla sua nuova casa sottomarina; lontano dagli occhi, lontano dal cuore.

Nelle case più ricche che avevano impianti idraulici rudimentali, le due p si sarebbero fatte strada verso un pozzo nero privato o comunale, spesso sepolto sottoterra per ridurre l'odore.

Questi pozzi neri, o gong come erano conosciuti (dalla "banda" inglese antica, che significa "andare"), sono stati progettati in modo tale che i rifiuti liquidi vengano assorbiti nel terreno circostante (occasionalmente situati vicino ai pozzi pubblici ...) mentre il i rifiuti solidi si accumulerebbero in un periodo di molti mesi. Alla fine, questi dovevano essere svuotati a mano - un lavoro comunemente eseguito da individui conosciuti come "allevatori di gong".

Forse a sorpresa, vista la loro professione, i coltivatori di gong erano eccezionalmente ben retribuiti, a volte guadagnavano in un giorno ciò che guadagnavano la maggior parte dei lavoratori in una settimana, e in tempi di piaga potenzialmente anche di più. Inoltre, raramente trovavano oggetti di valore tra i rifiuti che erano liberi di conservare, sebbene si noti che occasionalmente trovavano scheletri da vittime di omicidi e bambini indesiderati. Quindi, sì ...

Il lavoro non era privo di rischi. Oltre all'evidente fattore di rischio della malattia che accompagna il salto in un pozzo di cacca e lo spala, i fumi potrebbero a volte far svenire un gong nel letame, altrimenti potrebbero semplicemente cadere in un gong troppo profondo per stare dentro. Come esempio di quanto grandi possano essere alcuni di questi pozzi, c'è una cronaca che ci sono voluti 13 uomini e cinque notti intere per svuotare un soldato a Newgate Gaol nel 1281.)

Sappiamo anche che alcuni privees progettati con i gong direttamente sotto non sono stati svuotati abbastanza frequentemente, le pedane sopra potrebbero diventare sature. Di conseguenza, le schede a volte sono crollate, causando occasionalmente la morte per annegamento nei rifiuti. (Mentre tecnicamente si dovrebbe fluttuare abbastanza facilmente in uno scenario del genere, possiamo solo immaginare che le persone che lottano per ottenere la testa sopra la sporcizia dopo essere cadute potrebbero aver avuto alcuni effetti di aspirazione che li trascinavano nel panico ... o altrimenti venivano semplicemente sopraffatti da i fumi prima che l'aiuto potesse arrivare).

Spostandosi al di fuori della Gran Bretagna, il famoso imperatore Federico I una volta fu salvato da un simile destino nel 1184 aggrappandosi a una finestra mentre il pavimento crollava e si aggrappava per la vita fino all'arrivo degli aiuti, anche se alcuni membri della sua corte non erano così fortunati. Tornato in Gran Bretagna, un Richard the Raker è ricordato nella storia solo per sedersi da solo un giorno e avere le tavole marce che frenano sotto di lui, facendolo cadere nella melma sottostante e "annegare in modo terribile", come registrato nel London Coroners 'Roll del 1326.

Tornando agli allevatori di gong, amplificando i rischi della loro professione c'era il fatto che lavoravano esclusivamente di notte, in modo che l'odore della raccolta e del trasporto della cacca non disturbasse i camminatori del mondo. Immaginiamo di avere il fuoco in quanto l'unica fonte di illuminazione che fa questo lavoro probabilmente ha anche creato un piccolo bel bonus per la professione, anche se non siamo riusciti a trovare specificatamente alcun documento documentato di un gong che muoia a causa delle esplosioni di gas (però, per quel poco che vale, ci sono alcuni riferimenti che affermano che è successo, ma senza citare una specifica istanza nota).

Per quanto riguarda il punto in cui la cacca è andata dopo essere stata raccolta, dato il volume con cui avevano a che fare, ai gong generalmente non era permesso andare e scaricare i barili di letame direttamente nel fiume. Invece, dovevano portare i rifiuti in punti designati lontani dalla città o dalla città; questi punti potrebbero essere qualsiasi cosa, da una zona di terra pubblica a qualche volta navi che porterebbero i rifiuti verso una destinazione più lontana. In ogni caso, questa massa concentrata di rifiuti finiva spesso per essere usata come fertilizzante.

Gli allevatori di gong pigri, tuttavia, sembrano averli scaricati di tanto in tanto direttamente in un corso d'acqua o in un fiume, anche se le conseguenze per essere scoperti a farlo in alcune regioni sono stati decisamente spiacevoli. Ad esempio, vi è la registrazione di un agricoltore gong che ha smaltito in modo improprio alcuni rifiuti che sono stati fatti immergere nella materia fecale fino al collo e poi, gocciolando con tali rifiuti, è stato ulteriormente costretto a stare in mostra per un periodo come punizione.

Va anche notato che esistevano strutture pubbliche per le latrine, che spesso si svuotavano direttamente in un fiume, come quelle sul London Bridge, o altrimenti si raccoglievano in un pozzo nero che verrebbe regolarmente svuotato secondo necessità. Tuttavia, dal momento che la popolazione si è ingrandita in alcune città, come Londra, il numero di queste strutture non è stato all'altezza della domanda.

Mentre andiamo oltre il Medioevo, con le infrastrutture fognarie e la tecnologia che progredisce leggermente, il popolo delle città britanniche continuava comunque a scaricare i loro vasi da notte nei fiumi. Ad aggravare il problema era che a volte i pozzi neri dovevano traboccare per le strade, con i rifiuti che spesso finivano nei fiumi e nei torrenti vicini, comunque ...

A Londra, in particolare, questa secolare abitudine di sprecare risorse umane, il problema di Poseidone, alla fine del XIX secolo, morde i residenti sul retro. Il problema è iniziato grazie a un'estate innaturalmente calda che ha provocato secoli di scarti fetidi che hanno esposto le coste del Tamigi. Questo poi è stato tutto cotto al sole, causando un odore così cattivo che il governo ha tentato per prima cosa di re-localizzarsi in una nuova città ... ma poi, quando quell'ingegnoso piano fallì, ordinarono finalmente la costruzione di un sistema fognario adeguato per occuparsi di la cacca delle gonfiore delle persone - un sistema fognario che è ancora in uso oggi, infatti, e praticamente subito dopo la sua creazione ha iniziato a salvare letteralmente migliaia di vite al mese. (Per ulteriori dettagli, in uno dei nostri articoli più interessanti secondo me, vedi: The Great Stink of 1858.)

Quindi, per concludere, mentre il dumping della materia fecale fuori dalla finestra sembra essere qualcosa che è accaduto almeno occasionalmente nel Medioevo in Gran Bretagna, le prove a portata di mano sembrano indicare che si è trattato di un evento relativamente raro; la maggior parte dei rifiuti umani che si sono fatti strada nelle strade tendevano a essere solo cose come i pozzi traboccanti, che i più ricchi usavano come parte dei loro rudimentali sistemi idraulici interni. Per quanto riguarda il resto della popolazione delle città, generalmente si avventavano in container, i cui contenuti avrebbero (di solito) depositato in un fiume o ruscello vicino, o un sistema di grondaie che li avrebbe condotti.

Fatti del bonus:

  • Nonostante i secoli di innovazione tecnologica fatti fin dal Medioevo, le strade della Londra vittoriana erano probabilmente più sporche di quelle della città in epoca medievale. Ciò era dovuto all'adozione diffusa di carrozze trainate da cavalli che incrostavano le strade della città in un foglio quasi permanente di sterco di cavallo e urina, nonostante gli sforzi di innumerevoli lavoratori incaricati di tenere pulite le strade. Per riferimento qui, si stima che circa 1.000 tonnellate di sterco equino al giorno siano state depositate nelle strade di Londra alla fine del XIX secolo. Si sapeva che l'ammoniaca proveniente dall'urina scoloriva le facciate dei negozi e si diceva che la quantità di fuliggine nell'aria delle fabbriche potesse trasformare la pecora nera in pochi giorni.

Lascia Il Tuo Commento