È una vita meravigliosa, basata su una "storia di Natale" Racconto di Philip Van Doren Stern

È una vita meravigliosa, basata su una "storia di Natale" Racconto di Philip Van Doren Stern

Oggi ho scoperto È una vita meravigliosa era basato su un racconto "Christmas Card" di Philip Van Doren Stern, che fu inviato originariamente a circa 200 amici e familiari di Stern nel dicembre del 1943.

Il racconto è stato chiamato Il più grande regalo ed è stato ispirato da un sogno che Stern ha avuto una notte negli anni '30. Stern, già un autore affermato a questo punto, anche se un autore storico, ha poi continuato a scrivere il racconto di 4.000 parole su un uomo di nome George che stava per suicidarsi saltando da un ponte, ma è stato fermato quando è successo qualcuno e ha colpito una conversazione con lui. Alla fine la persona misteriosa scopre che George desidera che non sia mai nato e gli conceda il suo desiderio. George scopre presto che nessuno che conosce lo riconosce e che molte delle persone che aveva conosciuto erano peggiori nelle loro vite perché non era mai esistito. Il più importante tra questi era il suo fratellino che era annegato perché non era stato lì per salvarlo. George alla fine fa sì che lo straniero cambi tutto di nuovo com'era e ora è contento di essere vivo.

Inizialmente, Stern cercò di trovare un editore per la sua breve storia di 21 pagine, ma fallì in questa impresa, così decise di farne un regalo in stile "Cartolina di Natale" e ne stampò 200 copie che mandò ad amici e parenti nel dicembre di 1943. Questo è finito per essere un regalo che ha restituito, in quanto il lavoro alla fine ha trovato la sua strada nelle mani del produttore David Hempstead che ha lavorato per la RKO Pictures. Le immagini dell'RKO pagarono quindi $ 10.000 di Stern (circa $ 124.000 oggi) per i diritti cinematografici alla storia, solo quattro mesi dopo che Stern lo aveva inviato. Vari adattamenti furono poi scritti prima che la versione della sceneggiatura della storia fosse venduta alla società di produzione di Frank Capra nel 1945, anch'essa per $ 10.000. Successivamente, la società di Capra ha adattato la storia e alla fine l'ha trasformata È una vita meravigliosa, che ha debuttato nel 1946.

È interessante notare che la storia era basata su Il più grande regalo, il personaggio di George Bailey era in realtà basato in parte sul fondatore di Bank of America, A.P. Giannini. Giannini è stato anche l'ispirazione per un personaggio simile in American Madness di Capra. All'età di 14 anni, Giannini lasciò la scuola e iniziò a lavorare con il suo patrigno, Lorenzo Scatena, nel settore della produzione come mediatore di prodotti. All'età di 31 anni, è stato in grado di vendere molto del suo interesse per questa azienda ai suoi dipendenti e aveva programmato di andare in pensione. Tuttavia, un anno dopo, gli fu chiesto di unirsi alla Columbus Savings & Loan Society, che era una piccola banca a North Beach, in California.

Una volta che si unì, scoprì che quasi nessuno al Savings & Loan, né altre banche, erano disposti a concedere prestiti a chiunque, tranne i ricchi o coloro che possedevano imprese. All'inizio, Giannini cercò di convincere gli altri amministratori del Savings & Loan ad avviare prestiti ai cittadini della classe operaia, a dare loro casa e prestiti auto, tra le altre cose. Sentiva che i cittadini della classe operaia, sebbene privi di risorse per garantire il prestito, erano generalmente onesti e avrebbero ripagato i loro prestiti quando potevano. Inoltre, prestando loro denaro, permetterebbe ai cittadini della classe operaia di migliorarsi in modi che non sarebbero stati in grado di fare a meno dei soldi prestati a loro, come la possibilità di acquistare una casa o di avviare una nuova attività. Non fu mai in grado di convincere gli altri registi a iniziare i prestiti alla classe lavoratrice. Così raccolse fondi per avviare la propria banca, la Banca d'Italia, che in seguito divenne Bank of America.

Ha poi fatto una pratica di non offrire prestiti in base a quanti soldi o equità aveva una persona, ma basandosi principalmente su come giudicava il loro carattere. Nel giro di un anno, la Banca d'Italia ha accumulato oltre $ 700.000 in depositi da questi individui della classe lavoratrice, che oggi si aggirano intorno ai $ 15 - $ 20 milioni. Verso la metà degli anni '20 era diventata la terza più grande banca negli Stati Uniti.

Proprio come il fittizio George Bailey, Giannini ha tenuto poco per sé attraverso tutto questo. Nonostante il fatto che la banca da lui fondata valesse miliardi al momento della sua morte, l'intera proprietà di Giannini fu valutata a soli $ 500.000 quando morì all'età di 79 anni nel 1949. Evitò di acquisire grandi ricchezze perché pensava che lo avrebbe indotto a perdere il contatto con la classe lavoratrice. Per gran parte della sua carriera, ha rifiutato di pagare per il suo lavoro e quando il consiglio ha tentato di dargli $ 1,5 milioni come bonus per un anno, ha dato tutto all'università della California affermando "Il denaro prurito è una brutta cosa. Non ho mai avuto questo problema. "

Fatti del bonus:

  • Il Greatest Gift fu infine trasformato in un vero e proprio lavoro pubblicato nel 1944, un anno dopo che Stern lo aveva spedito come regalo di Natale, pubblicato sulla rivista Reader's Scope. Un mese dopo, è stato pubblicato anche in Good Housekeeping con il titolo "L'uomo che non è mai nato". Stern è anche riuscito a farlo pubblicare in forma di libro in questo periodo, con illustrazioni per la storia fatta da Rafaello Busoni.
  • Quando i diritti cinematografici della storia furono venduti per la prima volta all'RKO, Cary Grant era stato candidato a interpretare il ruolo principale di George. Quando Capra ha acquisito i diritti, Lionel Barrymore è stato l'unico a convincere Jimmy Stewart a prendere la parte, anche se inizialmente non lo voleva, poiché era troppo presto dopo essere tornato dalla seconda guerra mondiale.
  • Jimmy Stewart è salito al livello più alto di un generale a due stelle negli Stati Uniti. Nell'agosto del 1943, si trovò con il 703rd Bombardment Squadron, inizialmente come primo ufficiale, e poco dopo come capitano. Durante le operazioni di combattimento sulla Germania, Stewart si è trovato promosso al grado di maggiore. Stewart ha partecipato a diverse missioni conteggiate e non contate (ai suoi ordini) nell'Europa occupata dai nazisti, battendo il suo B-24 nella posizione di comando del suo gruppo per ispirare le sue truppe.
  • Per il suo coraggio durante queste missioni, per due volte ha ricevuto la Distinguished Flying Cross; tre volte ha ricevuto la medaglia d'aria; e una volta ha ricevuto la Croix de Guerre dalla Francia. Quest'ultima medaglia era un premio dato dalla Francia e dal Belgio a individui alleati con se stessi che si distinguevano con atti di eroismo.
  • Nel luglio del 1944, Stewart fu promosso capo di gabinetto della 2a ala del bombardamento da combattimento dell'ottava aviazione. Poco dopo, è stato promosso al grado di colonnello, diventando uno dei pochi soldati americani a passare da privato a colonnello nell'arco di quattro anni.
  • Dopo la guerra, Stewart era una parte attiva della Riserva delle forze aeree degli Stati Uniti, che fungeva da comandante di riserva della base della riserva aerea di Dobbins. Il 24 luglio 1959 raggiunse il grado di generale di brigata (un generale di una stella). Alla fine si ritirò dall'Aeronautica militare il 31 maggio 1968 dopo 27 anni di servizio e fu successivamente promosso a Maggiore Generale (generale a due stelle).
  • È una vita meravigliosa è stato il primo film che Jimmy Stewart ha fatto dopo aver prestato servizio durante la seconda guerra mondiale. Arrivò in un momento in cui stava seriamente pensando di smettere di recitare, dato che non sapeva se sarebbe stato in grado di continuare dopo le sue esperienze in guerra.
  • Il 5 gennaio 1992, È una vita meravigliosa è diventato il primo programma americano mai trasmesso dalla televisione russa. Una versione tradotta, per gentile concessione di Stewart e Lomonosov Moscow State University, è stata trasmessa a oltre 200 milioni di russi quel giorno.
  • È una vita meravigliosa è stato in gran parte considerato un flop dopo che è stato rilasciato e, parzialmente a causa della scarsa visibilità di questo film al botteghino, la società di produzione di Capra è fallita e Stewart ha iniziato a dubitare ulteriormente della sua capacità di agire in seguito alla guerra. Tuttavia, grazie al fatto di essere considerato un film di Natale (che lo stesso Capra sosteneva di essere una sorpresa per lui, visto che non la vedeva in quel modo), il film guadagnò costantemente slancio nel corso degli anni e oggi è considerato uno dei grandi classici in storia del cinema. Lo stesso Stewart ha affermato È una vita meravigliosa divenne il suo preferito di tutti i film che aveva fatto nella sua carriera.
  • È una vita meravigliosa costano $ 3,7 milioni per fare (circa $ 44 milioni oggi) e solo $ 3,3 milioni nella sua corsa iniziale nei cinema. Ciò lo rese abbastanza buono solo per la ventiseiesima (più o meno 400) presa di film americani nel 1947. Per inciso, fu battuto Miracolo sulla 34a strada nel 1947 per le entrate lorde, essendo una posizione davanti a sé.
  • Mentre inizialmente un flop con il pubblico, È una vita meravigliosa è stato nominato per cinque premi accademici, anche se non ha vinto nessuno. Oggi è considerato dall'American Film Institute uno dei 100 migliori film americani mai realizzati. Lo hanno anche come il film americano più ispirato di tutti i tempi.
  • Nella scena di È una vita meravigliosa dove "Zio Billy" è ubriaco e sta lasciando la festa a casa di George, il suono di lui apparentemente correndo in alcuni bidoni della spazzatura e cadendo giù è sentito. In realtà, uno dei membri dell'equipaggio lasciò casualmente alcune attrezzature dopo che lo zio Billy uscì dallo sparo. Piuttosto che rompere il personaggio, l'attore che interpretava lo zio Billy, Thomas Mitchell, ha gridato "Sto bene, sto bene!" E anche Jimmy Stewart ha suonato. Il take era ovviamente quello che è entrato nel film, nonostante il gaff. Il macchinista che ha lasciato l'equipaggiamento ha ricevuto un bonus di $ 10.
  • Donna Reed è davvero riuscita a colpire la finestra nel primo ciak della scena in cui esprime un desiderio e lancia una pietra alla finestra. Inizialmente, avevano pianificato di averla lanciata e poi aveva fatto sparare un tiratore acuto per sparare alla finestra al momento opportuno, per far sembrare che la roccia l'avesse spezzata. Ciò risultò non essere necessario in quanto Reed aveva il braccio di lancio. 🙂
  • Donna Reed è cresciuta in una fattoria e, su una scommessa di Lionel Barrymore, ha dimostrato come mungere una mucca sul set di È una vita meravigliosa.
  • Nel corso della sua vita Philip Van Doren Stern ha pubblicato oltre 40 libri, per lo più storici e molti sulla guerra civile, a cui è diventato uno dei maggiori studiosi della nazione.

Lascia Il Tuo Commento