Perché Hubble ha un telescopio intitolato a lui

Perché Hubble ha un telescopio intitolato a lui

Quasi tutti hanno sentito parlare del Telescopio Spaziale Hubble. Un osservatorio spaziale sulla "montagna più alta" che il mondo possa fornire; è la tecnologia alla base di molte grandi scoperte odierne nello spazio. Iniziato nel 1977 e lanciato in orbita nel 1990, ha aiutato gli umani a determinare il tasso di espansione dell'universo, oltre ad aiutarci a fare numerose altre scoperte, sia grandi che piccole.

L'uomo dietro il nome è Edwin Hubble. Nato nel 1886, Hubble amava i libri come quelli di Jules Verne 20.000 leghe sotto il mare, forse un preludio alla sua dedizione permanente alla scienza e all'astronomia. La sua famiglia inizialmente viveva nel Missouri, ma si trasferì a Chicago quando aveva solo dieci anni.

Dopo il liceo, Hubble ha ottenuto una borsa di studio per frequentare l'Università di Chicago. All'epoca all'università c'era anche Robert Millikan, un uomo che avrebbe vinto un premio Nobel per la fisica. Hubble studiò sotto di lui, lavorando come assistente di laboratorio. Hubble ha anche studiato all'Università di Oxford dove ha conseguito una laurea in giurisprudenza. (Suo padre voleva che diventasse un avvocato.)

Come se qualche stint in un paio di famose università non fosse abbastanza, Hubble decise di tornare a scuola all'Università di Chicago dopo un breve periodo di insegnamento. Questa volta, scelse un campo che più tardi lo avrebbe reso famoso: l'astronomia. (Tra l'altro, aveva anche una laurea in spagnolo e letteratura, non solo, era un atleta estremamente dotato, come vedrai nei fatti bonus qui sotto.)

Poco dopo aver conseguito la laurea, è stato invitato a iniziare a lavorare all'Osservatorio Mount Wilson. Sfortunatamente per lui, la prima guerra mondiale era in corso, e se ne andò a servire in Francia, dove raggiunse il grado di maggiore durante la guerra.

Una volta rilasciato dal suo incarico nel 1919, andò immediatamente in California, dove iniziò a lavorare all'osservatorio.

All'osservatorio stavano ultimando gli ultimi ritocchi sul telescopio Hooker, che all'epoca era il più potente telescopio al mondo. Mentre era lì, Hubble usò il telescopio da 100 pollici per dimostrare che c'erano altre galassie diverse dalla nostra - una soluzione a quello che era noto come il "problema delle nebulose a spirale". All'epoca, l'idea comunemente accettata sull'universo era che era solo la Via Lattea e nient'altro. Altri avevano suggerito e trovato alcune prove, che queste "nebulose" erano in realtà galassie, ma le prove non erano ancora abbastanza forti da essere ampiamente accettate.

Con l'aiuto del telescopio Hooker, Hubble è stato in grado di fornire le prove necessarie. Per fare questo, ha scattato delle foto usando il telescopio Hooker e ha notato che alcune di queste "nebulose a spirale" contenevano stelle variabili Cefeidi al loro interno. Le stelle variabili Cefeidi possono essere utilizzate per determinare la distanza dalle stelle in base al periodo di luminosità e pulsazione. Grazie a questo, è stato in grado di determinare che la "Nebulosa" di Andromeda - che deve essere ribattezzata Galassia di Andromeda - era distante circa 900.000 anni luce dalla Terra, che data la sua apparente dimensione e distanza significava che doveva essere la sua galassia .

In seguito si scoprì che i suoi calcoli erano spenti e che la galassia era in realtà a 2,48 milioni di anni luce di distanza, ma la conclusione di base era sempre la stessa.

Prima di questo, c'era solo la Via Lattea nella nostra conoscenza collettiva dello spazio. Grazie a Hubble, per la prima volta, è stato definitivamente dimostrato che lo spazio era molto più vasto di quanto avessimo mai immaginato. Adattandosi, considerando le immagini del Deep Field il telescopio chiamato in suo onore sarebbe tornato allo stesso modo, ci ha fatto sentire molto più piccoli al nostro posto nell'universo con circa 3.000 galassie che si trovano in una piccola porzione di spazio - un 24 milionesimo del cielo - che altrimenti sembrava nero e privo di qualsiasi cosa.

Inoltre, Hubble ha creato quella che è conosciuta come la sequenza di Hubble, un modo di classificare diverse galassie, che è ancora comunemente usato oggi.

Nel 1929, con l'aiuto del suo collega Milton Humason, Hubble pubblicò una teoria che l'universo si stava espandendo. In seguito sarebbe stato conosciuto come la legge di Hubble. La coppia aveva trovato redshift nelle emissioni luminose delle galassie, il che dimostra che le galassie si stanno allontanando l'una dall'altra. In definitiva, l'universo stava diventando più grande.

Naturalmente, questa è un'area in cui Hubble, forse, ottiene troppo credito. Due anni prima, un prete e un astronomo di nome Georges Lemaître avevano fatto questa stessa scoperta, ma usando le teorie di Einstein applicate al campo della cosmologia, e persino pubblicato un articolo a riguardo. Ha anche accuratamente individuato quella che in seguito sarebbe stata chiamata la "legge di Hubble" e il valore di "costante di Hubble", ma da questo sarebbe stata più opportunamente chiamata "legge di Lemaître" e "costante di Lemaître". Il lavoro di Lemaître non era così noto, tuttavia, e fu generalmente respinto, anche da Albert Einstein, che in seguito ritrattò dopo aver visto il lavoro di Hubble sostenere ciò che Lemaître aveva già mostrato. Dato che questo è un articolo su Hubble, continueremo a parlare di Lemaître per il momento, in particolare perché Lemaître è più che degno di un suo articolo (e forse di più), che otterremo abbastanza presto . È probabilmente il più grande scienziato del XX secolo di cui pochi abbiano mai sentito parlare.

In ogni caso, i numerosi contributi all'astronomia di Hubble lo resero uno degli astronomi più famosi di tutti i tempi. Ha conseguito numerosi riconoscimenti, tra cui la Medaglia al merito, la Legione al merito, la Medaglia di Bruce, la Medaglia di Franklin e la Medaglia d'oro. Il suo contributo all'astronomia era, beh, astronomico.

Sfortunatamente, Hubble non ha vissuto per vedere il primo uomo sbarcare sulla luna. Morì per un ictus causato da trombosi cerebrale il 28 settembre 1953 a soli 63 anni. Mentre aveva un sacco di successi sotto la sua cintura, quello che voleva veramente era un premio Nobel, ma gli è stato negato uno perché non esisteva una categoria per l'astronomia. Sosteneva pesantemente che l'astronomia dovesse essere considerata parte della fisica, ma non è stato fino a dopo la sua morte che il Comitato per il Premio Nobel ha deciso che aveva ragione su questo. Tuttavia, qualcuno che è morto non può vincere un premio Nobel, anche se il loro lavoro è stato più che degno.

Nonostante non abbia vinto un premio Nobel, probabilmente sarebbe stato estatico avere il telescopio spaziale Hubble intitolato a lui, che ha permesso all'umanità di guardare più in profondità nel nostro Universo che mai. Il famoso telescopio cominciò come il grande telescopio spaziale. Nel 1983, sei anni dopo l'approvazione del finanziamento, Hubble era l'omonimo omonimo dello strumento che avrebbe continuato a aiutare l'umanità a fare molte più scoperte sullo spazio. Come disse una volta Hubble in un'intervista del 1948, sperava di trovare qualcosa che non ci aspettavamo e il telescopio Hubble ha fatto e sta facendo proprio questo.

Fatti del bonus:

  • Al liceo, Hubble ha battuto il record di salto in alto nello stato dell'Illinois mentre partecipava all'atletica leggera. Ha continuato a gareggiare in pista al college. Era anche un campione di kickboxing. Oltre a ciò, era una star del basket, aiutando a guidare la squadra dell'Università di Chicago a un titolo della conferenza. Inoltre, è stato anche un giocatore di baseball di talento.
  • Albert Einstein aveva introdotto la sua teoria generale della relatività nel 1917. Affermava che lo spazio era curvato dalla gravità, il che significava che doveva espandersi o contrarsi. Ha anche prodotto un modello di spazio basato sulla teoria. Tuttavia, ha indovinato le sue scoperte e ha revisionato la teoria per dire che lo spazio era statico e immobile. Affermare i suoi dubbi era il peggiore errore della sua vita, Einstein incontrò Hubble nel 1931 per ringraziarlo per aver confermato ciò che inizialmente aveva pensato.
  • Nel 1949, Hubble fu onorato di essere stato dato il primo sguardo attraverso il telescopio Hale su Palomar Mountain. Questo telescopio era di 200 pollici e quattro volte più potente del telescopio Hooker. Hubble ha svolto un ruolo centrale nella progettazione del telescopio, che sarebbe rimasto il più potente telescopio sulla Terra per diversi decenni.

Lascia Il Tuo Commento