Come funziona un incisione a schizzo

Come funziona un incisione a schizzo

Oggi ho scoperto come funziona un Etch a Sketch.

Un Etch a Sketch è un dispositivo straordinariamente semplice. I componenti primari sono solo una piccola lastra di vetro; uno stilo controllato da due manopole; polvere di alluminio molto fine; e piccole perline di plastica. Le microsfere sono mescolate con la polvere per assicurarsi che la polvere continui a fluire uniformemente e non si ammassino insieme, così come aiuto nel processo di ricottura quando si agita Etch a Sketch.

Ogni manopola è collegata a una guida orizzontale o verticale, che a sua volta è collegata a un sistema di pulegge. Questo è tutto collegato allo stilo tramite un filo molto rigido.

Tra le altre cose, la polvere di alluminio ha una proprietà interessante in quanto si attacca a un sacco di cose, incluso il vetro, tramite una carica elettrostatica. Quindi, capovolgendo un Etch a Sketch e agitando, si ricopre efficacemente il vetro con un sottile strato di polvere di alluminio, che aderisce al vetro abbastanza bene. Lo stilo quindi raschia semplicemente via la polvere di alluminio dal vetro ovunque si tocchi. Le linee che crea sono nere semplicemente perché non c'è luce all'interno di Etch a Sketch eccetto quello che passa attraverso le linee che hai creato.

Se ti è piaciuto questo articolo e i Fatti bonus di seguito, potresti anche goderti:

  • Come funzionava la pistola in Duck Hunt
  • Lo sviluppo del videogioco "Pong" è stato un esercizio di allenamento per un nuovo sviluppatore di giochi presso Atari e non era originariamente destinato ad essere rilasciato
  • Lo Slinky era originariamente concepito per essere usato come molla di tensione in un misuratore di potenza del motore di una corazzata
  • La storia sorprendentemente lunga di Nintendo

Fatti del bonus:

  • L'Etch a Sketch è stato inventato negli anni '50 in Francia da un elettricista di nome André Cassagnes (nota: non Arthur Granjean, che la stragrande maggioranza dei punti vendita era l'inventore per le ragioni sotto esposte). Successivamente, anche Cassagnes divenne uno degli inventori di aquiloni più famosi al mondo. Cassagnes iniziò a sperimentare con il tentativo di creare un giocattolo da disegno per bambini all'inizio degli anni '50 e alla fine trovò un concetto abbastanza decente da commercializzare. Insieme a Jerry Burger della Ohio Art Company, i due alla fine hanno perfezionato il design finale per sembrare un televisore piatto e utilizzare un sistema di manopole per il controllo del disegno.
  • Se conosci molto della storia di Etch a Sketch, potresti dire "Ma aspetta, Arthur Granjean è stato davvero colui che ha inventato l'Etch a Sketch! Lo dice sul brevetto. "Si scopre che Arthur Granjean non ha inventato l'Etch a Sketch, come affermano la stragrande maggioranza dei punti vendita informativi. Originariamente, Cassagnes fece domanda per la domanda di brevetto per il disegno del giocattolo nel 1957. Nello stesso anno, vinse un premio al Paris Concurs International D'Inventions per questo concetto e disegno. Sfortunatamente per lui, non aveva i soldi per registrare il suo brevetto ($ 200 U.S.). Alla fine ha acquisito un investitore di nome Paul Chaze per poterlo fare. Il ragioniere di Chaze, Arthur Granjean, ha depositato il brevetto, motivo per cui è sotto il suo nome e perché la maggior parte delle persone afferma che è stato l'inventore. Granjean quindi assegnò i diritti di brevetto francesi a Paul Chaze in modo che Chaze potesse commercializzarlo.
  • Nel 1965, nonostante l'estrema popolarità di Etch a Sketch, Chaze in qualche modo convinse Cassagnes a rinunciare a tutti i diritti su Etch a Sketch, ad eccezione delle vendite in Francia, per soli $ 10.000. Questa era una frazione delle royalties annuali pagate a Chaze, che si aggiungeva a circa $ 60.000 all'anno solo negli Stati Uniti.
  • Mentre Granjean non ha avuto alcuna parte nell'inventare l'Etch a Sketch, ha dato al dispositivo il nome "L'Ecran Magique" (The Magic Glass). Il nome di Cassagnes per questo era stato il "Telecran", che è ancora ciò che l'Etch a Sketch è chiamato in Francia oggi.
  • Alla fine, la Ohio Art Company acquistò i diritti su La schermata magica per la distribuzione negli Stati Uniti per $ 25.000 da Chaze. Inizialmente l'hanno visto ad una fiera internazionale del giocattolo a Norimberga, in Germania, ma hanno respinto l'idea. Fu solo molto più tardi, attraverso una varietà di connessioni, che la società dell'Ohio fu presentata di nuovo personalmente all'idea e questa volta decise di acquistarla. L'hanno ribattezzato Etch a Sketch e lanciato una campagna pubblicitaria poco prima di Natale del 1960. È stato un successo immediato e nel giro di pochi anni è diventato uno dei giocattoli più popolari al mondo.
  • L'Etch a Sketch è stato uno dei primi giocattoli mai pubblicizzati in TV.
  • Ad oggi, ci sono stati circa 150 milioni di Etch a Sketch venduti negli Stati Uniti dalla sua creazione circa 50 anni fa.
  • Quando gli artisti sono finiti con un disegno su Etch a Sketch che vorrebbero rendere permanente, tipicamente praticheranno piccoli fori nella parte posteriore inferiore di Etch a Sketch e rimuoveranno la polvere di alluminio in eccesso e le perline di plastica per renderlo più agitato resistente.
  • La polvere di alluminio è estremamente infiammabile e la sua vendita è spesso limitata in molti paesi. Oltre ad essere utilizzato in Etch a Sketches, era usato molto comunemente per creare bagliori luminosi per scattare foto. Oggigiorno, è principalmente usato come uno degli "ingredienti" di base in vari tipi di fuochi d'artificio.

Lascia Il Tuo Commento