Una breve storia della birra

Una breve storia della birra

Birra e birra sono attività che hanno fatto parte dell'esperienza umana apparentemente sin dagli albori della civiltà. Circa 10.000 anni fa, l'umanità iniziò ad allontanarsi dalla vita come raccoglitori di cacciatori nomadi e cominciò a stabilirsi in un posto per coltivare la terra. Il grano, un ingrediente vitale nella produzione della birra, era coltivato da queste nuove società agricole.

Nessuno è esattamente sicuro di come sia stato scoperto il processo di fabbricazione della birra o chi lo abbia scoperto per primo, ma si pensa che un po 'di pane o di grano si sia bagnato, fermentando in un inebriante mucchio di poltiglia grazie al lievito nell'aria. Ci si deve meravigliare del processo di pensiero della persona che ha assaggiato il risultato per la prima volta - forse era una sfida tra fratelli della Mesopotamia ... o più semplicemente era fino a poco tempo fa, nessuno avrebbe mai sognato di sprecare cibo anche poltiglia putrida. Se ci fosse un modo per renderlo appetibile e non ti uccidesse, la gente lo farebbe per evitare sprechi.

Quello che sappiamo è che la più antica documentazione scritta riguardante la produzione della birra può essere fatta risalire almeno a seimila anni fa, all'antica civiltà della Sumeria. Un inno, intitolato "Inno a Ninkasi", che include (tradotto):

Ninkasi, sei tu quello che versa la birra filtrata della vasca del collezionista È [come] l'afflusso del Tigri e dell'Eufrate.

La bevanda faceva sentire i Sumeri "esilaranti, meravigliosi e beati" - non c'è da meravigliarsi se la birra era considerata un dono dagli dei.

A quei tempi, la birra non era ben filtrata, conferendole un aspetto torbido a causa del residuo che conteneva. Per cercare di evitare i solidi orribilmente amari, i Sumeri bevevano la loro birra con una cannuccia. L'orribile amarezza non ha fatto nulla per arginare la popolarità della birra. Gli antichi babilonesi, i discendenti del popolo sumero, producevano almeno 20 diverse varietà di birra nel 2000 a.C. Tutti i cittadini avevano diritto a una razione giornaliera di birra, calcolata in base alla posizione sociale della persona. La birra era una parte così vitale di queste antiche economie che era persino usata per barattare, e una parte della paga degli operai veniva pagata nella birra, eliminando efficacemente la necessità di un uomo di mezzo.

Gli egiziani portavano avanti la tradizione della birra, alterando il gusto con l'aggiunta di date. Anche i greci ei romani producevano birra, ma man mano che il vino cresceva in popolarità, i romani cominciarono a considerare la birra la bevanda dei barbari. Dato che il vino era considerato ambrosia dotato all'uomo direttamente dal dio Bacco, la birra non ha mai realmente avuto una possibilità nella zona. Ben presto, la birra fu vista solo comunemente ai margini dell'Impero Romano - luoghi in cui era quasi impossibile coltivare o importare vino.

La birra è nota per essere stata prodotta da alcuni gruppi germanici già nell'800 a.C., e lo storico storico Tacito riferì che

Per bere, i teutoni hanno un orribile infuso fermentato da orzo o grano, una miscela che ha solo una somiglianza molto lontana dal vino.

Molto più tardi, anche la Chiesa cattolica fu coinvolta nella produzione della birra, e le abbazie furono fondamentali per raffinare i metodi usati per la produzione della birra. Col tempo, molte comunità religiose dovevano la loro stessa esistenza alla birra, poiché i profitti della vendita mantenevano molti monasteri in nero. Si pensava che Carlo Magno avesse persino addestrato alcune persone alla produzione di birra e considerò che si trattava di un importante prodotto di base. Proprio come i loro antenati, anche i cristiani a questo punto ritenevano che la birra fosse un dono di Dio, che è un'idea che solo recentemente è cambiata grazie soprattutto al dilagante alcolismo della fine del XIX secolo.

La birra non era solo apprezzata per la sua capacità di intossicazione, il che era un piccolo conforto da non sottovalutare considerando i tempi difficili che la persona media nell'Europa medievale avrebbe incontrato naturalmente, ma altrettanto importante, durante il Medioevo, e anche oltre, bere birra era una proposta molto più sicura dell'acqua potabile. L'approvvigionamento idrico del tempo era pieno di batteri che causavano malattie, grazie a servizi igienici estremamente poveri. Oltre alla gradazione alcolica, anche la birra è stata sottoposta a un processo di "cottura", che ha contribuito notevolmente all'eliminazione di qualsiasi sostanza sgradevole nella birra. Di conseguenza, la birra veniva consumata da persone di tutte le età e classi e, insieme al pane, era un alimento base delle diete quotidiane della maggior parte delle persone per secoli.

Tornato in Germania, dopo che il luppolo era stato introdotto (già nel 9 ° secolo in alcune zone, lentamente diffondendosi da lì nei secoli successivi), i birrai si avvicinarono con una serie di standard per la birra tedesca e iniziarono comunemente a produrre la massa, piuttosto che come molti facevano in quel momento: la produzione casalinga. Questi metodi e linee guida per la produzione di massa si diffusero rapidamente in tutta Europa.

Quando non lo fai da solo a casa, potresti domandarti cosa c'è nella tua birra. Come risultato di ciò, i birrai tedeschi hanno inventato il Legge sulla purezza della birra, o il Reinheitsgebot, che fu ideato nel 1516. Questo impegno di purezza, il primo del suo genere per la birra, garantì al bevitore di birra medievale un certo livello di qualità quando beveva un infuso tedesco. L'impegno ha anche indicato che tutta la birra tedesca deve essere costituita da pochi ingredienti base: acqua, luppolo, malto d'orzo e grano maltato, insieme al lievito.

L'ottocento acquistò significativi progressi nell'arte della produzione della birra, compresa la scoperta di Louis Pasteur del ruolo del lievito nel processo di fermentazione e l'invenzione della pastorizzazione. L'avvento dell'imbottigliamento automatico, la refrigerazione commerciale e l'ascesa delle ferrovie hanno reso possibile la produzione e la distribuzione di massa in aree enormi e scarsamente popolate come gli Stati Uniti. Nel 1880, c'erano circa 3200 birrifici in attività in tutti gli Stati Uniti.

Poi vennero giorni molto bui per i bevitori di birra americani e tutti coloro che amavano l'alcol in qualsiasi forma. Come risposta al dilagante abuso di alcool che è stato accusato per la maggior parte dei problemi negli Stati Uniti (a volte abbastanza, spesso no), il 18 ° Emendamento ha inaugurato l'era del proibizionismo, trasformando i cittadini medi che hanno deciso di fabbricare in casa criminali comuni.

Il proibizionismo riguardante la birra finì nel 1933, ma non prima di atti tanto atroci come il governo degli Stati Uniti che avvelenò intenzionalmente certe forniture di alcolici che sapevano che la gente avrebbe bevuto, uccidendo almeno 10.000 cittadini americani. In risposta a ciò, alcuni membri del Congresso sostenevano di aumentare il programma per eliminare altri di quelli che sceglievano di bere, visti come indesiderabili in una nazione civile. (L'eugenetica era un'idea popolare in questo tempo in gran parte del mondo sviluppato, questo cambierebbe grazie ai nazisti e alla seconda guerra mondiale: vedi la storia affascinante degli eugenetici) Nel 1935, solo cinque decenni dopo che gli Stati Uniti avevano vantato più di tremila birrerie, solo circa 160 birrifici erano ancora in funzione.

Durante la seconda guerra mondiale, la scarsità di cibo portò alla produzione di una birra più leggera, che era presumibilmente più allettante per la Rosie the Riveters delle più audaci birre favorite dagli uomini che combattevano la guerra. Quando la guerra finì, entrambi i tipi di birra rimasero popolari, e le fabbriche di birra sopravvissute furono veloci a sfruttare questo nuovo mercato.

L'odierna bevitrice di birra è indubbiamente l'imbarazzo della scelta, con opzioni quasi illimitate quando si tratta di quale tipo di birra preferiscono. Gli intenditori di birra hanno anche la possibilità di creare e produrre birra di alta qualità a casa propria abbastanza facilmente, creando birre davvero personalizzate perfettamente allineate con le preferenze e il gusto del birraio. La rinascita della produzione di birra in casa ha portato ad una sorta di rinascita nella produzione della birra, migliorando la qualità del prodotto finito e rimanendo fedele ai metodi originali di produzione della birra. Ciò porta anche coloro che bevono birra in un cerchio completo, tornando ai primi giorni di produzione della birra, quando la maggior parte lo faceva da sé a casa.

Fatti del bonus:

  • Il più antico birrificio conosciuto ancora oggi è il benedettino Weihenstephan Breezeway in Baviera, in Germania. Si pensa che abbia aperto per la prima volta intorno al 768 e che nel 1040 sia stato ufficialmente autorizzato dalla City of Freising per produrre birra.

Quota di birra bonus:

  • Bart, una donna è molto simile alla birra. Hanno un buon odore, hanno un bell'aspetto e tu faresti un passo avanti a tua madre per averne uno. Ma non puoi fermarti a uno, vuoi bere un'altra donna! -Homer Simpson
  • Senza dubbio, la più grande invenzione nella storia dell'umanità è la birra. Oh, ti assicuro che anche la ruota è stata una bella invenzione, ma la ruota non va altrettanto bene con la pizza. -Dave Berry
  • Una bella birra può essere giudicata con un solo sorso, ma è meglio essere assolutamente sicuri. -Proverbio ceco

Lascia Il Tuo Commento