La grande puzza del 1858

La grande puzza del 1858

Secondo l'unico libro che ho attualmente sulla mia scrivania, tutti fanno la cacca e va bene. La cosa meno ovvia è quando non c'è nessun posto dove andare per quella cacca - qualcosa di gente nell'era vittoriana, Londra, ha scoperto di persona quando tutti i liquami che avevano pompato nel Tamigi si sono prosciugati e hanno causato un fetore che ha stimolato il City Press Da notare - "La gentilezza della parola è alla fine - puzza, e chi una volta inala puzza non potrà mai dimenticarlo e può considerarsi fortunato se vive per ricordarlo".

Per cominciare, parliamo un po 'del Tamigi o, più specificamente, di tutte le cose che i londinesi vittoriani vi hanno scaricato. Mentre le tonnellate di acque luride non filtrate erano probabilmente la cosa più notevole che veniva pompata nel fiume, il Tamigi era anche il luogo in cui le acque reflue provenienti dai birrifici e dalle cartiere, i rifiuti dai macelli e tonnellate di normali rifiuti domestici finivano per essere gettati senza tante cerimonie.

Se ti stai chiedendo perché i londinesi sono stati così miopi da pensare di scaricare tonnellate di escrementi e rifiuti in un fiume che ha anche fornito molta della loro acqua potabile era una buona idea, si pensava generalmente che dal momento che il Tamigi scorreva verso il mare, tutte le cose gettate in esso sarebbero state spazzate via verso il mare dove sarebbe diventato il problema di Poseidone. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore.

Tuttavia, questo non ha funzionato esattamente come previsto. Vedete, il Tamigi è un fiume di marea, il che significa che le maree invariabilmente hanno finito per spingere le acque reflue in decomposizione sul fiume dove sono state raccolte e hanno cominciato a diventare stagnanti.

Si credeva anche che l'acqua del Tamigi, anche quando le acque reflue venivano scaricate, non fosse pericolosa, ma ci arriveremo in un attimo.

Ovviamente la colpa non può essere attribuita direttamente alle spalle dei londinesi vittoriani perché si nota che il Tamigi è stato utilizzato quasi fino al punto di immagazzinare i rifiuti umani. Detto questo, si è anche notato che già nel XVII secolo le persone erano consapevoli del fatto che l'inquinamento del fiume era piuttosto brutto e continuavano a non fare quasi nulla per circa due secoli di fila.

L'inquinamento divenne una preoccupazione pubblica all'inizio del XIX secolo quando migliaia di cittadini londinesi iniziarono a collegare i loro pozzi neri straripanti e mal costruiti ai numerosi fognature delle acque di superficie di Londra; fondamentalmente creando un sistema in cui tonnellate di acque reflue non venivano solo lavate per le strade, ma direttamente nella principale fonte di acqua "pulita" della città. Per coloro che non scaricano i loro rifiuti nelle strade, un altro metodo per evitare che i pozzi neri si riempiano troppo rapidamente era semplicemente raccogliere espulsioni corporee e portarle via per essere gettate nel fiume. Questo, unito alla rivoluzione industriale, ha visto un fiume che era già conosciuto per essere un po 'sporco diventare uno dei più inquinati sulla Terra.

Questo non fu senza conseguenze con diversi focolai di colera ben noti nel 1832, 1849 e 1854. Per quanto riguarda l'epidemia del 1849, al suo apice, è stato registrato che oltre 2000 londinesi stavano morendo dalla malattiaa settimana. La teoria principale della maggior parte della popolazione dell'epoca era che la malattia era causata da "aria cattiva" o "miasma"; mentre questa convinzione ha certamente fatto sì che alcune persone evitassero di andare vicino il fiume puzzolente, non ha impedito loro di bere l'acqua putrida o dai pozzi contaminati.

Entra "il padre dell'epidemiologia", il dott. John Snow, che arrivò alla sorprendente conclusione che l'acqua potabile allacciata con escrementi umani stava probabilmente causando ammalarsi di persone piuttosto che una nuvola di sporcizia invisibile. Per cominciare, Snow ragionava sul fatto che, dal momento che il colera sembrava influenzare gli intestini della gente anziché i polmoni, il colera era probabilmente causato da qualcosa che avevano mangiato o bevuto.

Dopo aver raggiunto questa consapevolezza, Snow rapidamente mise due e due insieme e firmò un opuscolo chiamato, "Sulla modalità di comunicazione del colera"Nel 1849, in cui ha esplicitamente collegato la trasmissione del colera ad assorbire l'acqua inquinata del Tamigi.

Le teorie di Snow sono state ampiamente ignorate.

Fino a quando, cioè, Snow trovò un improbabile alleato in un reverendo chiamato Henry Whitehead che lavorò con Snow per tracciare la mappa di dove nel suo popolo aveva contratto il colera nel 1854. Ciò gli permise di azzerare una singola pompa d'acqua causando il problema a Broad Street (oggi, Broadwick Street), confermando così che il colera era in qualche modo legato all'acqua contaminata. Si scopre che il pozzo era stato accidentalmente scavato a pochi metri da un pozzo nero.

Con la sua ricerca in mano, Snow riuscì a convincere il consiglio comunale a disabilitare la pompa del pozzo. L'epidemia si è fermata quasi da un giorno all'altro.

Nonostante ciò, le teorie di Snow erano ancora in gran parte ignorate - le persone non volevano credere di aver causato il problema e di aver inavvertitamente consumato la loro sporcizia. Sebbene il lavoro di Snow fosse importante per l'eventuale pulizia del Tamigi e la consapevolezza che l'acqua contaminata è pericolosa, morì nel luglio del 1858 e non visse mai per vedere se stesso dimostrato.

La morte di Snow coincise quasi esattamente con l'inizio dell'evento che avrebbe visto le sue teorie prendere più sul serio - The Great Stink.

Vedete, l'estate del 1858 a Londra era innaturalmente calda, al punto che il livello dell'acqua del Tamigi diminuiva sensibilmente, esponendo decenni di liquami marciti al sole bollente.

L'odore risultante era così cattivo che all'epoca era stato segnalato che le persone a miglia di distanza venivano vomitate quando il vento cambiava. Persino i vertici della società londinese non riuscirono a scappare, fino alla allegra regina d'Inghilterra, che notoriamente dovette sopportare una brevissima crociera lungo il Tamigi con un bouquet di fiori spinto sul viso, prima di ordinare la barca essere ri-ancorato entro pochi minuti dalla sua partenza, in modo che potesse allontanarsi dal fetore.

I giornali di tutto il paese hanno coperto la storia con gioia, ribattezzandola "The Great Stink".

Le persone più meritevoli costrette a sopportare i vapori nocivi di decenni di materia fecale bruciata, tuttavia, erano indubbiamente membri del Parlamento, che per molti anni ha ripetutamente ignorato le richieste dei loro sudditi di fare qualcosa, qualsiasi cosa, sull'inquinamento del fiume.

Ad esempio, Charles Dickens aveva dichiarato nel suo Piccola Dorrit romanzo, che il Tamigi era "una fogna micidiale ... al posto di un fiume dolce e fresco". In seguito ha dichiarato in una lettera a un amico della Grande Puzza, "Posso certificare che gli odori offensivi, anche in quel breve soffio , sono stati di natura estremamente distensiva ".

Il leggendario scienziato inglese Michael Faraday ha apertamente criticato il governo per aver lasciato che il Tamigi diventasse così osceno nella sua lettera aperta dal titolo "Osservazioni sulla sporcizia del Tamigi" pubblicata nel 1855 a I tempi giornale.

In essa annotò: "Vicino ai ponti la fecondità si avvolgeva in nubi così dense che erano visibili in superficie, anche in acque di questo tipo. ... L'odore era molto cattivo e comune a tutta l'acqua; era lo stesso di quello che ora viene dai buchi delle strade; per tutto il tempo l'intero fiume era una vera fogna ".

Ha continuato a (apparentemente) guardare nella sua sfera di cristallo e notare che,

"Se trascuriamo questo argomento, non possiamo aspettarci di farlo impunemente; né dovremmo essere sorpresi se, dopo molti anni, una stagione calda ci dia prova triste della follia della nostra negligenza ".

L'osservazione anticipata di Faraday non è stata persa dai critici che dopo la Grande Puzza notarono:

"Nel 1855, la condizione del Tamigi inorridì l'eminente scienziato, ma tre anni dopo, nel 1858, l'estate più calda mai registrata lo ridusse a uno stato in cui offendeva un corpo più influente: i politici le cui case del Parlamento ricostruite di recente si ergevano le sue banche. Questa vicinanza alla fonte del fetore ha concentrato la loro attenzione sulle sue cause in un modo che molti anni di discussioni e campagne non erano riusciti a fare ... '"

In effetti, i parlamentari costruttori del Parlamento, di recente costruzione, hanno tenuto riunioni proprio nel momento in cui è riuscito a confinare il fiume che odora maleodorante. Il problema di fondo non poteva più essere ignorato dal governo.

Ma ci hanno provato.

Inizialmente, al di là della prevedibile "non mia giurisdizione", le risposte dei singoli politici in risposta alle lettere dei cittadini di Londra, i parlamentari hanno provato a rivestire le tende delle stanze in cui hanno tenuto riunioni in cloruro di calce per sedare il fetore.

Quando ciò non ha funzionato, hanno cercato di spostare la sede del governo nella vicina Oxford, fuori dalla loro vista, di nuovo fuori di testa. Alla fine questo tentativo è stato abbattuto poiché avevano appena trascorso una fortuna costruendo un edificio nuovo di zeccaavevausare.

Fedele a una forma che avrebbe reso orgogliosi i politici di ogni epoca, non era stato fino a quando migliaia di sterline (nel denaro del 19 ° secolo) erano stati spesi inutilmente cercando di mascherare l'odore diffondendo ancora più cloruro di calce sulle fogne esposte che un conto è stato proposto di risolvere il problema sottostante.

A dimostrazione di quanto velocemente il governo possa funzionare quando si tratta di un problema che ha effettivamente un impatto sulla vita di chi è al potere, dopo anni trascurati a lamentarsi del Tamigi, un disegno di legge radicale che autorizza 3 milioni di sterline a "ristrutturare l'intero Tamigi, è stato creato, approvato e convertito in legge"Nel giro di poche settimane, quando la puzza cominciò a disturbare il Parlamento.

L'uomo incaricato della ristrutturazione era Joseph Bazalgette, che due anni prima aveva elaborato un piano dettagliato per risolvere il problema dei liquami nel Tamigi. Il famoso progetto dell'ingegnere civile non comprendeva solo un sistema di fognature e mezzi per fornire acqua fresca alla città, ma ha anche proposto una serie di argini lungo il fiume per aiutarla a scorrere più agevolmente al fine di prevenire futuri accumuli di rifiuti.

L'effetto del sistema di fognatura di Bazalgette fu avvertito quasi immediatamente, con il bilancio delle vittime di tutta Londra che scese rapidamente. Nei 20 anni necessari per terminare la costruzione, Londra ha subito solo un'altra epidemia di colera, limitata a una piccola area della città nel 1866, che doveva ancora essere collegata al nuovo sistema.

Il sistema di Bazalgette era così straordinariamente ben progettato che è ancora in uso oggi, grazie in parte all'enorme pianificazione del futuro di Bazalgette. Ad esempio, dopo aver lavorato esattamente su quanto sarebbero necessarie le fogne di Londra per supportare la sua popolazione, Bazalgette è andata avanti e le ha rese due volte più grandi, sapendo che con il crescere di Londra, avrebbe avuto bisogno dello spazio aggiuntivo.Si è notato che se Bazalgette non avesse fatto questo, "il sistema di drenaggio di Londra sarebbe stato sopraffatto dagli anni '50".

Per il suo servizio nel paese e per la costruzione di un sistema di fognatura che salvò innumerevoli vite e, soprattutto, fermò l'odore di Londra come, beh, merda, Bazalgette fu nominato cavaliere nel 1875.

Fatti del bonus:

  • Vi siete mai chiesti perché il bagno a volte viene chiamato il "cesso"? Bene, non mi chiedo più: tutto è iniziato con soldati statunitensi di stanza in Inghilterra durante la prima guerra mondiale. I servizi igienici in Inghilterra all'epoca erano prevalentemente realizzati dalla società "Thomas Crapper & Co Ltd", con il nome della società che appariva su di essi. I soldati presero a chiamare i gabinetti "The Crapper" e riportarono quel gergo con loro negli Stati Uniti.
  • È interessante notare che la parola "crap" non deriva da "Crapper". Le origini della parola "merda" non sono completamente note, ma è noto che era comunemente usata in Inghilterra per riferirsi a spazzatura o pula, ma cadde in disuso nel 16 ° secolo, molto prima che Thomas Crapper e la sua compagnia arrivassero. . Il termine "schifezza" era ancora usato un po 'in America, arrivando oltre il 16 ° secolo dall'Inghilterra, e si pensa che una delle ragioni per cui i soldati americani sembravano universalmente prendere il bagno "The Crapper" è che lo hanno trovato divertente con "merda" che significa qualcosa per l'effetto di "rifiutare" e che la maggior parte delle cisterne e dei bagni in Inghilterra sono stati stampati con "T. Crapper & Co Ltd ". Era ironico per loro, anche se lo scherzo era perduto per gli inglesi che da tempo avevano smesso di usare il termine "merda".
  • Il fondatore della compagnia, Thomas Crapper (nato intorno al 1836 e morto nel 1910), era un famoso idraulico. Almeno famosi come gli idraulici possono essere; era l'idraulico ufficiale di alcuni membri della famiglia reale del tempo e possedeva una delle più grandi compagnie idrauliche in Inghilterra all'epoca. Tra i suoi successi, detiene otto brevetti nel settore idraulico, tra cui l'invenzione di cose come il "ballcock", che è il meccanismo di flussaggio attivato dal galleggiante nella toilette.
  • Ora che ci siamo occupati del motivo per cui il gabinetto è chiamato "crapper", questo potrebbe farti chiedersi perché sia ​​chiamato anche "John". Si pensa che il termine derivi da Sir John Harrington o, quantomeno, essere stato reso popolare a causa di Harrington. (Ci sono alcuni riferimenti al gabinetto che si chiama "Cugino Giovanni", così come molti riferimenti ad esso sono chiamati "Jake" e altri nomi così generici prima che nascesse Harrington, ma è generalmente accettato il motivo per cui ora lo chiamiamo " John "è a causa di Harrington e non del vecchio" cugino John ").
  • Sir John Harrington visse nel tardo XVI secolo e all'inizio del XVII secolo. Harrington era uno dei 102 figli di dio della regina Elisabetta I, noto come il "Saucy Godson", per la sua propensione a scrivere poesie e altri scritti un po 'audaci, che spesso lo avevano bandito solo per poter tornare di nuovo qualche tempo dopo. Oltre a scrivere alcune opere degne di nota, Harrington ha ideato anche il primo gabinetto per lo sciacquone conosciuto in Gran Bretagna, che ha definito "Ajax". Questo derivava dal termine "Jakes", che era un termine gergale per quello che ora chiamiamo toilette. Poco dopo, Harrington scrisse uno dei suoi lavori più famosi e popolari intitolato "Un nuovo discorso su un oggetto stantio: la metamorfosi dell'Ajax". Questo, in superficie, riguardava la sua nuova invenzione, ma più al punto era un'allegoria politica sullo "stercus" (escrementi) che stava avvelenando lo stato. Il libro stesso lo ha espulso dalla corte per un certo tempo a causa delle sue allusioni al conte di Leicester. Tuttavia, il vero e proprio dispositivo per lo sciacquone era di per sé reale ed è stato installato nella sua casa e in seguito uno è stato fatto per la regina intorno al 1596. Il dispositivo funzionava tirando una corda che avrebbe permesso all'acqua di precipitarsi dal "water closet". sciacquare via i rifiuti.
  • Sebbene Harrington non fosse in alcun modo il primo ad inventare una toilette per il lavaggio (ci sono riferimenti ai bagni di lavaggio che risalgono fino al 2600 aC circa), la sua invenzione era un'innovazione in Gran Bretagna all'epoca e si pensava che fosse comunemente è stato l'inventore della toilette per il risciacquo, ed è per questo che si ritiene che oggi lo sciacquone sia chiamato anche "John".

Lascia Il Tuo Commento