Perché le elezioni si tengono martedì negli Stati Uniti

Perché le elezioni si tengono martedì negli Stati Uniti

Gli americani tradizionalmente si recano alle urne il martedì successivo al primo lunedì di novembre per votare alle elezioni nazionali. Le elezioni di martedì sono diventate la regola ufficiale del paese nel 1845, qualcosa che non è cambiato molto da allora. Allora perché martedì?

I padri fondatori si riunirono a Philadelphia per la Convenzione costituzionale nel 1787. Furono incaricati di creare un governo americano nuovo di zecca dopo il fallimento degli Articoli della Confederazione a governare con successo i nuovi Stati Uniti d'America, arrivando a un compromesso che alla fine avrebbe diventare l'attuale Costituzione degli Stati Uniti due anni dopo, nel 1789.

Il Congresso prese la decisione nel 1792 di imporre che le elezioni presidenziali si tenessero a novembre, con almeno 34 giorni di anticipo rispetto alla riunione del collegio elettorale il primo mercoledì di dicembre. Richiedere agli Stati di tenere elezioni durante quella finestra di 34 giorni era legato anche al periodo dell'anno in cui si riuniva il Congresso. Poiché i contadini che in primo luogo costituivano il Congresso in quel periodo potevano essere solo lontani dalle loro fattorie durante l'inverno, il Congresso si riunì solo tra dicembre e marzo. Tenere elezioni prima di dicembre significava che i voti potevano essere contati prima che la sessione del Congresso ricominciasse.

Tuttavia, i problemi con il permettere agli Stati di tenere le loro elezioni in qualsiasi momento durante quella finestra di 34 giorni sono diventati rapidamente evidenti. I risultati delle elezioni tenutesi negli stati nella prima parte della finestra elettorale potrebbero influenzare gli elettori negli stati che hanno tenuto elezioni più tardi nella finestra. Un tale cambiamento di opinione potrebbe facilmente decidere i risultati delle elezioni. L'altro problema delle frodi elettorali, in cui i sostenitori di alcuni partiti politici hanno viaggiato da stato a stato per votare in elezioni strette, ha costretto il Congresso a fare un cambiamento.

Nel 1845, i legislatori lavorarono insieme per determinare il giorno migliore per mandare le elezioni nazionali in tutti gli stati. L'occupazione della maggior parte degli americani ha influenzato pesantemente la loro decisione. Nel 19esimo secolo, la maggior parte della popolazione degli Stati Uniti viveva e lavorava in fattorie ben lontane dall'ubicazione nella loro contea dove si sarebbero tenuti i sondaggi il giorno delle elezioni. I legislatori hanno ragionato che la maggior parte degli elettori aveva bisogno di un giorno per viaggiare dalle loro case alle urne e poi un altro giorno per votare. Lunedì non avrebbe funzionato perché molti elettori hanno trascorso la domenica in chiesa. (In alcune congregazioni, il sabato viene usato al posto di, o talvolta in aggiunta, la domenica per le attività ecclesiastiche.) Inoltre, gli agricoltori spesso andavano al mercato il mercoledì in questo momento, limitando ulteriormente la giornata potenziale per essere selezionati un po '. Alla fine, martedì è stato scelto come giorno appropriato per le elezioni rispetto all'altro candidato forte, venerdì.

Hanno quindi deciso che le elezioni si sarebbero tenute a novembre, perché era giunto alla fine della stagione agricola, ma prima che la neve chiudesse tipicamente le strade. Hanno anche scelto il martedì dopo il primo lunedì del mese per evitare che il giorno delle elezioni cadesse nella festa cristiana di Ognissanti.

Allora perché non passiamo al sabato adesso? Dopotutto, gli Stati Uniti ei suoi cittadini hanno cambiato molto dal 1845, e in superficie il sabato sembrerebbe avere più senso. I sostenitori sostengono che un tale cambiamento renderebbe più facile per le persone votare, dato che molti lavorano o frequentano la scuola il martedì. Quando il Government Accountability Office ha studiato la possibilità di spostare le elezioni a sabato, ha scoperto che c'erano pochi dati da considerare, poiché le elezioni del fine settimana diffuse sono estremamente rare; quindi non possiamo dire in alcun modo se più persone si presenteranno a votare in questo scenario. Tuttavia, è stato notato che la disponibilità di un'opzione di voto per corrispondenza, cosa che si può facilmente fare senza interrompere il lavoro, non è stata trovata per aumentare significativamente l'affluenza degli elettori - i numeri finali sono cambiati solo di un 4% in più quando questa opzione è data . I funzionari elettorali affermano inoltre che trovare i volontari per il personale delle postazioni elettorali e dei luoghi disponibili da utilizzare come luoghi di raccolta elettorale sarebbe potenzialmente più difficile nei fine settimana.

Fatti del bonus:

  • Le elezioni presidenziali del 1864 costrinsero il governo degli Stati Uniti ad affrontare la questione dei soldati federali in grado di esprimere voti dai campi di battaglia della Guerra Civile. Diversi gruppi politici hanno sostenuto una serie di modi per garantire che i soldati potessero votare, incluso il voto per procura, distribuendo voti ai soldati e inviando rappresentanti alle aree dove i soldati erano di stanza per assicurarsi che i loro voti fossero contati. Questi metodi di voto per assente hanno svolto un ruolo significativo nella rielezione del presidente Lincoln. Circa il 78% dei soldati dell'Unione che hanno votato hanno votato a favore di Lincoln.

Lascia Il Tuo Commento