Sangue disossigenato diventa rosso scuro, non blu

Sangue disossigenato diventa rosso scuro, non blu

Mito: il sangue disossigenato diventa blu.

L'idea sbagliata comune che il sangue che manca di ossigeno diventa blu deriva probabilmente dal fatto che le vene appaiono blu e il sangue nelle vene tipicamente sta tornando ai polmoni, quindi impoverito di ossigeno. È anche possibile dal fatto che quando le persone sono soffocanti o simili, le loro labbra e la carnagione sembrano diventare blu-iso o viola.

Le persone che perpetuano questo mito spesso affermano che la ragione per cui non vediamo mai il sangue nella sua forma blu è che nell'istante in cui veniamo tagliati, il sangue viene esposto all'ossigeno e, quindi, diventa immediatamente rosso. Naturalmente, quando si ottiene sangue prelevato dalle vene che non è esposto all'aria, vediamo che è rosso scuro, ma non lasciamo che tali osservazioni si frappongano a un buon mito. 🙂

In realtà, naturalmente, si scopre che quando il sangue viene privato di ossigeno, in realtà diventa rosso scuro, come spesso vediamo quando viene prelevato quando doniamo il sangue. Quando è ossigenato, diventa rosso più luminoso. Questo colore rosso deriva principalmente dall'emoglobina, che contiene quattro gruppi eme. Le interazioni di questo gruppo eme con varie molecole finiscono per dargli il colore rosso scuro o rosso chiaro che vediamo. L'emoglobina stessa è una proteina che si lega con l'ossigeno per poi essere distribuita in tutto il corpo nel sangue.

Fatti del bonus:

  • Le vene sono molto vicine alla superficie della pelle, il che le aiuta a svolgere un ruolo nella dissipazione del calore. A causa di questa vicinanza alla superficie della pelle, sono molto visibili attraverso la pelle. Questa posizione nella pelle è in gran parte il motivo per cui le vene appaiono spesso blu nonostante il sangue che le attraversa sia rosso scuro. In particolare, questo è dal modo in cui la luce si diffonde nella pelle. Le vene possono apparire blu dal modo in cui il grasso sottocutaneo assorbe la luce a bassa frequenza. Ciò consente solo alle lunghezze d'onda blu e viola ad alta frequenza di penetrare attraverso la pelle nella vena, mentre le altre lunghezze d'onda vengono filtrate dalla pigmentazione della pelle. Infatti, quando si rimuove la pelle, come quando si seziona un cadavere, le vene e le arterie sono in realtà un colore simile.
  • Mentre le persone con, per mancanza di una parola migliore, il colore della pelle "medio" in genere hanno vene blu, le vene spesso non appariranno blu se una persona ha una pelle più scura o più chiara. Piuttosto, le vene tendono ad apparire verdi o marroni. D'altra parte, le persone con pelle estremamente leggera, come un albino, hanno in genere vene che si presentano come viola scuro o rosso scuro, più strettamente simile al colore reale del sangue che scorre nelle vene.
  • Un simile processo di diffusione della luce sta accadendo quando vediamo persone che stanno soffocando e hanno labbra e polpastrelli viola. In questo caso, il sangue è così privo di ossigeno che diventa una tonalità di rosso estremamente scuro. Quando la luce si diffonde attraverso la pelle delle labbra o attraverso le unghie, spesso finisce per apparire blu scuro o viola.
  • Il sangue ha una varietà di funzioni tra cui: fornire sostanze nutritive alle cellule del corpo; fornire ossigeno alle cellule del corpo; e il trasporto di prodotti di rifiuto dalle celle; tra le altre cose.
  • Il sangue è composto principalmente da plasma sanguigno, che è semplicemente un liquido in cui sono sospese le cellule del sangue. Il plasma costituisce in genere circa il 90% del volume di sangue o circa il 55% del fluido sanguigno.
  • In media, circa l'8% del peso corporeo umano deriva dal sangue, con un adulto medio che ha circa 1,3 galloni o 5 litri di sangue alla volta.
  • La densità media del sangue è di circa 1060 kg / m3. Questo è molto vicino alla densità di acqua pura che è 1000 kg / m3.
  • Il sangue di una persona che soffre di avvelenamento da monossido di carbonio è rosso vivo perché il monossido di carbonio provoca la formazione di carbossiemoglobina, che porta al sangue che diventa rosso vivo e che non è in grado di trasportare l'ossigeno dai polmoni, perché non sarà in grado per rilasciare il monossido di carbonio. L'emoglobina stessa si lega al monossido di carbonio molto meglio (240: 1) dell'ossigeno, che è parte della ragione per cui è così pericoloso.
  • L'avvelenamento da cianuro funziona impedendo al corpo di utilizzare l'ossigeno. Quindi il sangue rimane ossigenato dopo che passa attraverso il tuo corpo e torna ai polmoni.
  • Un altro malinteso comune è che il sangue diventa rosso a causa del ferro contenuto nell'emoglobina e nei suoi ossidi. In realtà, è in realtà dovuto alla parte porfirina dell'emoglobina a cui è legato il ferro, piuttosto che il ferro stesso. Le porfirine sono solo un gruppo di composti organici. In questo caso, mi riferisco all'eme, che è il pigmento dei globuli rossi che è un cofattore della proteina dell'emoglobina. L'eme è semplicemente un atomo di ferro al centro di un anello organico eterociclico, che è chiamato porfirina. * osso del ginocchio collegato al femore *
  • Il nome "porfirina" deriva dalla parola greca per viola.
  • "Moiety" è solo un altro nome per un gruppo funzionale. (ya, dovevo vederlo ...)

Lascia Il Tuo Commento

Messaggi Popolari

Scelta Del Redattore

Categoria