Questo giorno nella storia: 30 settembre

Questo giorno nella storia: 30 settembre

Oggi nella storia: 30 settembre 1955

In poco più di un anno e con solo un totale di tre film al suo attivo, James Dean è riuscito a raggiungere uno status iconico senza precedenti. Divenne la personificazione del visionario freddo e ribelle che fece apparire l'adolescenza come il viaggio di un eroe, piuttosto che un rito di passaggio goffo e sgradito. Poi, il 30 settembre 1955, morì in un tragico incidente automobilistico.

Dean era stato su un certo numero di programmi TV prima di approdare al ruolo principale di Cal Trask nel film "East of Eden" nel 1955. Purtroppo, questo era il suo unico film che sarebbe stato pubblicato durante la sua vita. Sulla scia di "East of Eden", James ha firmato per il ruolo di Jim Stark in "Rebel Without a Cause", che è diventato il suo film più memorabile. Appena riprese le riprese di "Rebel Without a Cause", Dean ha interpretato il ruolo principale in quello che è risultato essere il suo ultimo film, "Giant".

Mentre Dean ha avuto più successo, ha iniziato a concedersi il suo interesse per le auto da corsa. James prese parte a Palm Spring Road Races nel marzo 1955 e a maggio partecipò alla gara di Minter Field Bakersfield e alle gare su strada di Santa Barbara.

Nel settembre del 1955, commerciava con la sua Porsche 356 Super Speedster bianca per una nuova Porsche 550 Spyder d'argento. Dean ha personalizzato la sua auto dipingendo il numero "130" davanti e dietro. Aveva anche "Little Bastard" dipinto sul retro del veicolo, che era il soprannome dato a Dean da Bill Hickman, il suo coach di dialogo per il film "Giant".

Il 30 settembre 1955, James Dean era al volante della sua nuova Porsche 550 Spyder diretta a una manifestazione automobilistica a Salinas, in California. Dean e il suo meccanico Rolf Wuetherich viaggiarono nella Porsche, mentre un fotografo di nome Sanford Roth e il suo amico Bill Hickman viaggiarono su una station wagon con un rimorchio per la Porsche.

Verso le 15:30, Dean è stato fermato dalla polizia vicino a Bakersfield per eccesso di velocità (facendo 65 mph in una zona di 55 miglia all'ora), ma è stato presto sulla sua strada.

Due ore dopo, stava guidando verso ovest sulla Highway 466 quando un Ford Tudor del 1950 improvvisamente si fermò di fronte a lui. Donald Turnupseed- sì, Turnupseed) - 23 anni, stava viaggiando verso est sul 466 e stava tentando di girare a sinistra sull'autostrada 41 Nord senza segnalarlo, attraversando la corsia di Dean. Tristemente, Turnupseed stava già eseguendo il suo turno prima di vedere la Porsche ruggire contro di lui. Senza il tempo di girare o di fermarsi, la macchina di Dean si schiantò quasi in testa a quella di Turnupseed.

Le lesioni tra le persone coinvolte nell'incidente variavano notevolmente. Turnupseed se ne andò con solo lievi ferite, e dopo aver dato il suo rapporto alla polizia ha fatto l'autostop a casa. Rolf Wuetherich, che era sul sedile del passeggero della Porsche, è stato lanciato dall'auto e ha riportato una gamba rotta e una grave lesione all'anca che ha richiesto diversi interventi chirurgici, oltre a un vaso fratturato - ma è sopravvissuto. James Dean non è stato così fortunato, rompendogli il collo, oltre a subire una serie di altre lesioni significative. È stato dichiarato morto all'arrivo al Paso Robles War Memorial Hospital, a circa 28 miglia dall'incidente. Aveva solo 24 anni.

Fatti del bonus:

  • Mentre Wuetherich è sopravvissuto all'incidente di James Dean, in un certo modo finirà per ucciderlo. Ha sviluppato gravi problemi psicologici dopo l'incidente e ha avuto problemi a conservare un posto di lavoro e alla fine è diventato un alcolizzato. Mentre era ubriaco e guidando nel 1981, nella Germania Ovest, si è schiantato con la sua auto in una residenza ed è morto sulla scena.
  • Per quanto riguarda Turnupseed, è stato sgomberato da omicidio colposo e nonostante sia stato l'unico a entrare nella corsia di Dean, anche autorizzato da una giuria con il verdetto "morte accidentale senza intenti criminali". Morì nel 1995 per cancro al polmone.

Lascia Il Tuo Commento