Questo giorno nella storia: 28 marzo

Questo giorno nella storia: 28 marzo

Oggi nella storia: 28 marzo 1979

Alle 4 del mattino del 28 marzo 1979, una combinazione di errore umano e meccanico portò al peggior incidente nucleare nella storia degli Stati Uniti, che in verità non era poi così male. È successo alla centrale nucleare di Three Mile Island appena fuori Harrisburg, in Pennsylvania, e avrebbe drasticamente aumentato la sfiducia pubblica verso l'energia nucleare letteralmente da un giorno all'altro.

Alla fine, l'incidente non ha causato morti e feriti ai lavoratori delle piante o alla comunità vicina. Se ti sei accampato nello stabilimento di Three Mile Island durante l'incidente, avresti ricevuto solo altri 80 millirimi di esposizione alle radiazioni ionizzanti durante la durata dell'incidente. Per riferimento, se hai mai avuto la radiografia della colonna vertebrale, ne avresti ricevuto circa il doppio durante i pochi secondi della radiografia.

Se tu fossi a circa dieci miglia di distanza dal reattore durante l'incidente, avresti ricevuto circa 8 milliremetri o circa la radiazione ionizzante equivalente di mangiare 800 banane, che sono naturalmente radioattive.

La Nuclear Regulatory Commission (NRC), l'Environmental Protection Agency (EPA), il Dipartimento dell'Energia, nonché altri gruppi indipendenti hanno condotto studi all'indomani dell'incidente, giungendo alla conclusione che per le persone che vivono vicino al reattore la media l'esposizione della persona alle radiazioni era trascurabile. È stato affermato che, nonostante gravi danni al nucleo del reattore, nessun danno alla salute, all'uomo o all'ambiente potrebbe essere attribuito all'incidente di Three Mile Island.

Inutile dire che la reazione del pubblico all'incidente di Three Mile Island è stata estremamente esagerata rispetto a quanto giustificato dall'evento reale. Ciò è stato in gran parte dovuto alla disinformazione della stampa; incomprensione delle radiazioni ionizzanti tra il grande pubblico; e il fatto che, non 12 giorni prima, è accaduto, il film La sindrome cinese è stato rilasciato. La trama del film era quanto fossero pericolosi i reattori nucleari con quasi tutti nel film, ma uno dei personaggi principali cercava di coprirlo.

La sindrome cinese Il concetto del titolo del film deriva dalla premessa che se un nucleo di reattore nucleare americano dovesse fondersi, si fonderebbe attraverso il centro della Terra verso la Cina. Muovendo il fatto che in realtà è l'Oceano Indiano che si trova sul lato opposto della Terra dagli Stati Uniti, non dalla Cina, e gli ovvi problemi con la premessa "fondersi attraverso la Terra", non avrebbe potuto essere un tempismo migliore film fino alla pubblicità gratuita attraverso la stampa a causa dell'incidente di Three Mile Island. Il film è stato anche nominato per diversi premi accademici, tra cui la migliore attrice di Jane Fonda.

Quindi cosa è successo a causare l'incidente? Il corto è: una sfortunata combinazione di valvole appiccicose, qualcuno che controlla i calibri senza occhiali e alcune cattive chiamate che portano a una fusione parziale, che a sua volta ha portato al rilascio di gas radioattivi nell'atmosfera.

La perdita di radiazioni non è stata scoperta fino al 30 marzo e in quel momento i residenti locali sono stati avvisati di non lasciare le loro case. C'era incertezza tra gli esperti se la bolla di idrogeno creata dai materiali del nucleo e il vapore surriscaldato potesse causare ulteriore fusione o forse anche un'esplosione gigantesca.

A titolo precauzionale, il governatore Thornburgh ha dichiarato, tra le altre cose:

Le donne incinte e i bambini in età prescolare lasciano l'area entro un raggio di cinque miglia dalla struttura Three Mile Island fino a nuovo avviso.

La sua affermazione non aveva l'effetto di evitare il panico come Thornburgh aveva sperato. Una visita del presidente Jimmy Carter, un ex ingegnere nucleare che ha contribuito a smantellare un reattore nucleare danneggiato mentre prestava servizio in marina, ha aiutato.

Dall'incidente di Three Mile Island, negli Stati Uniti non è stata costruita una nuova centrale nucleare. Anche così, oggi circa il 20% di tutta l'elettricità generata negli Stati Uniti è per gentile concessione dell'energia nucleare.

Fatti del bonus:

  • Abbastanza ironicamente, anche con l'incidente occasionale, l'energia nucleare è uno dei modi più rispettosi dell'ambiente (e umano) per produrre enormi quantità di energia elettrica. Come riferimento, secondo un articolo pubblicato dalla Task Force Clean Air, circa 24.000 persone negli Stati Uniti da soli ogni anno muoiono a causa delle emissioni delle centrali a carbone. Inoltre, le centrali elettriche a carbone rilasciano circa 100 volte più radiazioni ionizzanti all'anno rispetto a una centrale nucleare equivalente (in termini di potenza in wattaggio) ... che non sta nemmeno entrando nelle emissioni di carbonio.
  • Secondo uno studio condotto da ExternE (Externalities of Energy, un progetto di ricerca della Commissione europea) dal 1995 al 2005, l'impatto ambientale e i relativi costi sanitari per kilowattora di elettricità prodotta da centrali nucleari è 30 volte inferiore a quello delle centrali a carbone e persino inferiore all'energia solare se si tiene conto dell'intero ciclo di vita (compresa la produzione). Qual è il migliore dato questa rubrica sull'analisi dei costi d'impatto? Energia eolica, che rappresenta solo la metà del costo del nucleare in termini di impatto ambientale e sulla salute.

Lascia Il Tuo Commento