Questo giorno nella storia: 21 marzo

Questo giorno nella storia: 21 marzo

Oggi nella storia: 21 marzo 1965

Il 25 marzo 1965, manifestanti per i diritti civili hanno marciato a Montgomery, in Alabama guidato dal Dr. Martin Luther King cantando:

Tieni gli occhi sul premio, resisti, resisti. Non sono mai stato in paradiso, ma penso di aver ragione, Non troverai George Wallace da nessuna parte in vista ...

I manifestanti non violenti hanno impiegato cinque giorni per compiere il viaggio di 54 miglia da Selma a Montgomery. Quando hanno iniziato il loro viaggio, domenica 21 marzo, ci sono stati 3.200 partecipanti al viaggio. Quando il gruppo arrivò a destinazione, erano 25.000 forti, spostando il Dr. King a commentare quando si rivolse alla folla riunita:

Non c'è mai stato un momento nella storia americana più onorevole e più ispirante del pellegrinaggio di chierici e laici di ogni razza e fede che si riversano in Selma per affrontare il pericolo al fianco dei suoi negri aggrovigliati.

Nonostante il trionfo del momento, le settimane precedenti a questo punto furono piene di violenza e spargimento di sangue senza senso. Nel gennaio 1965, la Southern Christian Leadership Conference (SCLC), lo Student Nonviolent Coordinating Committee (SNCC) e il Dr. King avevano fatto una campagna per i diritti di voto in Selma. Nonostante i ripetuti tentativi di iscriversi al voto, solo il 2% dei neri locali era riuscito a farlo. La brutalità della polizia era comune nella regione, quindi si sperava che l'attenzione nazionale sarebbe stata attirata sulla causa, e la nuova legislazione sui diritti di voto sarebbe stata emanata.

All'inizio c'erano molti arresti, ma poca violenza. Ma poi, il 18 febbraio, un poliziotto ha sparato a un diacono della chiesa, Jimmie Lee Jackson, che stava cercando di proteggere sua madre dal bastonate della polizia. È morto dalle sue ferite otto giorni dopo.

In risposta alla morte di Jackson, gli attivisti hanno iniziato a marciare da Selma a Montgomery domenica 7 marzo, ma hanno ricevuto l'ordine di disperdere i soldati di stato e le forze dell'ordine locali. Quando i manifestanti rifiutarono, l'ufficiale in comando ordinò ai suoi uomini di avanzare, e il gruppo fu attaccato con gas lacrimogeni e mazze. La polizia a cavallo inseguì quelli che si ritiravano e continuarono ad attaccarli.

Quando questi eventi sono stati trasmessi, ha scatenato l'indignazione nazionale e ha reso il governatore Wallace, Selma e lo stato dell'Alabama un aspetto piuttosto barbaro. King e i suoi compagni attivisti hanno pianificato di riprovare la marcia il 9, ma quando la folla ha raggiunto il Ponte di Edmund Pettus, il sito della violenza di domenica, King si è fermato e ha chiesto a tutti di inginocchiarsi e pregare con lui. Si voltarono e tornarono a Selma, evitando ulteriori scontri con la polizia.

Non tutti erano d'accordo con la moderazione di King, ma gli guadagnarono l'appoggio del presidente Lyndon Johnson, che lo pregò di posticipare la marcia fino a ottenere un ordine di protezione federale per i partecipanti.

Il 17 marzo la legislazione sui diritti di voto è stata presentata al Congresso dal presidente Johnson.

Quando la marcia è iniziata il 21 marzo, quelli che partecipavano erano sotto la protezione delle guardie nazionali federali dell'Alabama e della F.B.I. (La Guardia Nazionale dell'Alabama dovette essere "federalizzata" perché il governatore Wallace rifiutò di spendere fondi statali per proteggere i manifestanti.) Il giudice federale che approvò la dimostrazione (un vecchio amico di Wallace, nientemeno) ordinò a Wallace e alla polizia locale di non molestare i manifestanti.

In piedi sui gradini della capitale a Montgomery, King ha riassunto quello che è considerato da molti il ​​marchio di punta del movimento per i diritti civili:

Ancora una volta il metodo della resistenza non violenta fu sguainato dal suo fodero, e ancora una volta un'intera comunità fu mobilitata per affrontare l'avversario. E ancora una volta la brutalità di un ordine morente urla attraverso la terra. Eppure, Selma, in Alabama, divenne un momento luminoso nella coscienza dell'uomo. Se il peggio della vita americana si nascondeva nella sua strada buia, il meglio degli istinti americani sorse con passione da tutta la nazione per superarlo.

Lascia Il Tuo Commento