Questo giorno nella storia: 25 gennaio

Questo giorno nella storia: 25 gennaio

Oggi nella storia: 25 gennaio 1888

Avvicinandosi al XX secolo, gli americani si interessarono di più a quello che stava accadendo nel resto del mondo. Per "l'aumento e la diffusione della conoscenza geografica", un gruppo formato da insegnanti, esploratori, geografi, ufficiali militari, avvocati, cartografi e finanziatori si è riunito a Washington DC e ha formato il National Geographic Society il 25 gennaio 1888.

Quando si pensa al National Geographic, la mente di solito salta prima alla rivista e alle sue numerose fotografie iconiche. Tuttavia, quando la rivista ha debuttato nove mesi dopo la fondazione della Società, si è trattato di un periodico periodico piuttosto secco inviato a un ristretto numero di soci fondatori.

Ciò cambierebbe quando il presidente originale della società, Gardiner Green Hubbard morì, e suo genero, l'inventore Alexander Graham Bell, prese il suo posto. Bell assunse Gilbert H. Grosvenor per modificare a tempo pieno la rivista National Geographic. La Compagnia nel suo complesso ha avuto un grande successo sotto la direzione di Bell e Grosvenor.

Gran parte di questo crescente interesse per la rivista è dovuto ai cambiamenti editoriali di Grosvenor. Ha reso il contenuto più accessibile al lettore casuale, comprese le storie scritte da una prospettiva in prima persona in uno stile più diretto.

Ancora più cruciale per il successo della rivista è stata la decisione di includere la fotografia nelle pagine del National Geographic. È interessante notare che questa era meno una decisione consapevole e più un atto di disperazione. Grosvenor aveva 11 pagine che dovevano essere riempite per il numero del gennaio 1905, e il panico stava iniziando a insinuarsi. Spiegò:

Non c'è tirannia così assoluta come la scadenza di una stampante, ma semplicemente non avevo a disposizione un buon manoscritto. Una grande busta piuttosto ingombrante giaceva sulla mia scrivania. Continuando a rimuginare sulle pagine vuote, aprii il pacco svogliatamente ... poi fissai con crescente eccitazione i recinti che cadevano. Davanti a me ho posato 50 bellissime fotografie della misteriosa città di Lhasa in Tibet.

All'epoca, Grosvenor era preoccupato che questo atto potesse costargli il suo lavoro, ma fu l'inizio della meritata reputazione del National Geographic di pioniere in quello che oggi chiamiamo fotogiornalismo.

Inoltre, la Società ha una lunga storia di sponsorizzazioni di spedizioni e ricerche per approfondire la conoscenza e la conoscenza del nostro pianeta e l'un l'altro. La Società contribuì a finanziare il viaggio di Robert Peary al Polo Nord, le esplorazioni marine di Jacques-Yves Cousteau, lo studio di Louis e Mary Leakey sull'evoluzione umana in Africa e il lavoro di Jane Goodall con scimpanzé e gorilla, solo per citarne alcuni.

Consapevole del disperato bisogno di gestione del pianeta, la Società ora si considera un guardiano degli abitanti in via di estinzione della terra e risorse in diminuzione. Essendo una delle più grandi istituzioni educative scientifiche senza scopo di lucro al mondo, la National Geographic Society sta ora cercando modi per raggiungere ed educare le persone sull'importanza di mantenere se stessi, i loro compagni di viaggio e il pianeta felice e sano.

Lascia Il Tuo Commento