Questo giorno nella storia: 10 dicembre- Il cane che ha causato una rivolta

Questo giorno nella storia: 10 dicembre- Il cane che ha causato una rivolta

Questo giorno nella storia: 10 dicembre 1907

Il 10 dicembre 1907, un migliaio di uomini, molti studenti di medicina, fecero marciare attraverso Londra per difendere la pratica della chirurgia su animali vivi (vivisezione). Questa dimostrazione finì a Trafalgar Square quando la polizia caricò i rivoltosi a cavallo, culminando in una battaglia di strada della durata di diverse ore. Incredibilmente, tutta questa ira fu diretta a una piccola statua di un terrier eretto in memoria di un cane che era morto in circostanze disumane nel 1902.

La saga iniziò quando un piccolo marrone terrier fu usato in una vivisezione illegale dai fisiologi Edward Starling e William Bayliss all'University College di Londra. Alla presenza di 60 studenti di medicina, l'animale inadeguatamente anestetizzato è stato tagliato e privato della funzione del suo pancreas. Invece di essere giudicato conforme alla Cruelty to Animals Act, l'animale è stato tenuto in vita, lamentandosi pietosamente per settimane fino a quando non è stato utilizzato in un ulteriore esperimento (per dimostrare i risultati del primo) il 3 febbraio 1903.

Il dottor Starling aprì di nuovo il cane e ispezionò i risultati dell'esperimento precedente, un processo che durò circa 45 minuti. Il terrier fu quindi portato in aula e legato a un tavolo operatorio. Con le gambe e la testa serrate e la bocca imbavagliata, l'animale subì un'altra incisione mentre lottava impotente contro le restrizioni. La ferita è stata stimolata con l'elettricità nel tentativo di dimostrare che la pressione salivare era indipendente dalla pressione sanguigna.

L'esperimento fu un fallimento, e uno studente di medicina, il futuro premio Nobel Henry Dale, mise il povero cane fuori dalla miseria mettendo un coltello nel suo cuore.

Sfortunatamente per i responsabili di questo atto di crudeltà, due attivisti per i diritti degli animali provenienti dalla Svezia, Lizzy Lind di Hageby e Leisa Schartau, si erano iscritti alla facoltà di medicina esclusivamente allo scopo di denunciare la crudeltà della vivisezione. Quando le donne hanno denunciato i dottori dell'UCL, hanno fatto causa per diffamazione sostenendo che erano all'interno della legge. Hanno vinto il caso giudiziario.

La battaglia dell'opinione pubblica era un'altra cosa. Gli anti-vivisezionisti decisero di raccogliere una collezione e usare i fondi per erigere una statua in memoria del povero cagnolino così mal usato in nome della medicina. Batterslea accettò di fornirgli un posto e nel settembre del 1906 il monumento fu svelato. Una lapide recante questa iscrizione recita:

In ricordo del cane marrone terrier fatto a morte nei laboratori dell'Università University nel febbraio 1903, dopo aver sopportato la vivisezione che si protraeva per più di due mesi e che era stata consegnata da un vivisettore all'altro fino alla morte. Anche in memoria dei 232 cani vivisezionati nello stesso luogo durante l'anno 1902. Uomini e donne d'Inghilterra, quanto dureranno queste cose?

Questo insulto ai medici ha davvero dato una svolta alle loro mutande. Quando gli sforzi legali per rimuovere la statua fallirono, gli "anti-doggers" tentarono di distruggerlo da soli, rendendo necessaria una sorveglianza di 24 ore per prevenire atti di vandalismo. Alla fine, studenti e medici della classe superiore brulicavano per le strade di Londra con i martelli a causa di una piccola statua di un piccolo cane marrone.

Era davvero così tagliato e asciutto?

Probabilmente no, considerando il clima politico del tempo. La lobby anti-vivisezione ha avuto un'alta sovrapposizione con un altro gruppo politico controverso di interesse speciale: il movimento di suffragio delle donne. Naturalmente, non tutti gli anti-vivisezionisti erano suffragisti, ma gli studenti di medicina hanno usato il sentimento anti-suffragio per ottenere sostegno per la loro crociata contro la statua del cane marrone. Alla fine, la maggior parte degli studenti di medicina "anti-dogger" erano uomini, mentre la maggior parte degli anti-vivisezionisti erano donne.

La statua fu rimossa definitivamente il 10 marzo 1910 a causa di tutte le polemiche e le crescenti spese della polizia per proteggerlo dai continui tentativi di distruggerlo e di distruggerlo. La rimozione della statua a sua volta provocò proteste da parte di persone che volevano restituire la statua. Ma dopo che fu completamente distrutto, quelle proteste si placarono. Una nuova versione della statua fu in seguito esposta il 12 dicembre 1985, finanziata dalla National Anti-Vivisection Society e dall'Unione britannica per l'Abolition of Vivisection. Fu rimosso per un breve periodo nel 1992, ma si trasferì in una posizione più isolata nel 1994 nella Woodland Walk di Battersea Park.

Lascia Il Tuo Commento