Questo giorno nella storia: il 22 agosto

Questo giorno nella storia: il 22 agosto

Questo giorno nella storia: il 22 agosto 1893

"La prima cosa che faccio al mattino è lavarmi i denti e affinare la lingua." -Dorothy Parker

Il 22 agosto 1893, la scrittrice, poetessa e critica Dorothy Parker nacque a West End, nel New Jersey. Il suo spiritoso, irriverente e talvolta graffiante senso dell'umorismo ha affascinato e divertito il pubblico di numerosi generi dall'età del jazz fino agli anni '60.

L'infanzia di Parker era solitaria e infelice. Sua madre morì nel 1897 e la nuova moglie di suo padre, che morì nel 1903, non era di suo gradimento. Dorothy frequentava un collegio cattolico, ma non si limitava a laurearsi, acquisendo invece la sua vasta conoscenza attraverso la sua vorace abitudine di lettura.

Dorothy lavorava come istruttrice di danza quando il suo primo poema fu pubblicato da Vanity Fair rivista nel 1914. Due anni più tardi fu assunta come redattore della rivista e lavorò come critica teatrale fino al 1920, quando fu licenziata per aver ridicolizzato l'attrice Billie Burke, il cui marito era uno dei Vanity FairI principali inserzionisti. La sua recensione in questo caso includeva gemme come "Se non lavori a maglia, porta un libro".

In questo periodo, Parker formò il cerchio interno di quella che divenne nota come Tavola rotonda di Algonquin insieme agli scrittori Robert Benchley e Robert Sherwood. La tavola rotonda di Algonquin era un incontro informale all'ora di pranzo all'Algonquin Hotel, dove letterati che la pensavano allo stesso modo si incontravano per scambiarsi discorsi intellettuali e arguti ringraziamenti consegnati alla velocità della luce con un tempismo impeccabile. Nessuno lo ha fatto con più eleganza di Dorothy Parker.

La vita di Dorothy ha assunto la scintilla superficiale dell'età del jazz durante i ruggenti anni '20 - viaggi in Europa, feste e speakeasies e saggia cracking. Parker era una delle donne più quotate del tempo. I suoi volumi di poesia (Basta corda nel 1926 e Pistola al tramonto nel 1928) furono pubblicati, e con sua grande sorpresa fece molto bene. Ma ha anche avuto disastrose relazioni amorose, un aborto e almeno due tentativi di suicidio.

Sul lato positivo, il suo racconto autobiografico Grande bionda ha vinto il premio O. Henry nel 1929.

Lei e il suo nuovo scrittore marito Alan Campbell, di 11 anni, si trasferì a Hollywood nel 1934, dove ha collaborato o scritto le sceneggiature per 39 film, incluso il classico È nata una stella. Ha aiutato a formare e ha prestato servizio nella Screen Writers 'Guild, ma è sempre stata molto ambigua riguardo al lavoro che ha svolto durante i suoi anni a Hollywood. Ha anche iniziato a lavorare come critico di nuovo negli anni '30 - questa volta per il Newyorkese.

Parker divenne socialista alla fine degli anni '20 e fu arrestato mentre protestava per l'uscita di Sacco e Vanzetti. Andò in Spagna per unirsi alla lotta contro Franco durante la guerra civile spagnola, e fu inserita nella lista nera durante l'era di McCarthy per la sua posizione pro-sinistra.

Dopo aver divorziato, risposarsi, separarsi e riconciliarsi con Dorothy nel corso degli anni, Alan Campbell ha fatto un'overdose nel 1963. Parker è morta da sola a causa di un infarto in una camera d'albergo di New York il 7 giugno 1967. Un campione del movimento per i diritti civili, ha lasciato in eredità la sua intera proprietà a Martin Luther King, Jr.

La NAACP ha progettato un giardino commemorativo per Parker fuori dal quartier generale di Baltimora. I suoi resti sono sepolti lì, contrassegnati da una targa che recita:

Qui giacciono le ceneri di Dorothy Parker (1893-1967) umorista, scrittore, critico. Difensore dei diritti umani e civili. Per il suo epitaffio lei suggerì: "Scusa la mia polvere". Questo giardino memoriale è dedicato al suo nobile spirito che ha celebrato l'unità del genere umano e ai legami di amicizia eterna tra popolo nero ed ebreo. Dedicato dall'Associazione nazionale per l'avanzamento della gente di colore. 28 ottobre 1988.

Era, in ogni caso, unica nel suo genere.

Bonus Citazioni Dorothy Parker:

  • Uno dei più famosi one-liner di Parker ebbe origine quando fu informata all'Algonquin che l'ex presidente, notoriamente taciturno, Calvin Coolidge, era appena morto; Dorothy chiese immediatamente: "Come potrebbero dirlo?"
  • Una recensione che fece della "Redenzione" di Tolstoj recitò in parte: "Sono entrata al Plymouth Theatre una donna relativamente giovane, e sono uscito barcollando, tre ore dopo, vent'anni più ..."

Lascia Il Tuo Commento