Perché rompiamo una bottiglia di champagne contro nuove navi

Perché rompiamo una bottiglia di champagne contro nuove navi

Mentre oggi rompendo una bottiglia di champagne sopra lo scafo di una nave è considerata tradizione prima di lanciare un'imbarcazione in alcuni paesi, in particolare in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, la gente ha eseguito cerimonie in occasione di lanci apparentemente finchè gli umani hanno fatto barche.

Come oggi, questo era essenzialmente per la speranza di buona fortuna sui viaggi della nave. Per esempio, uno dei primi riferimenti conosciuti a una pratica simile quando si lancia una nave risale a circa 5.000 anni fa quando un babilonese dichiarò: "Per gli dei ho fatto sacrificare i buoi", prima di lanciare una nuova nave. fatto.

Gli antichi greci, romani ed egiziani hanno anche invitato i loro vari dei per proteggere una nuova nave e il suo equipaggio al suo lancio iniziale. Ad esempio, gli antichi greci, durante le loro festività di lancio, bevevano vino per onorare gli dei e versare acqua sulla nave come una sorta di benedizione.

Gli aspetti religiosi del battesimo navale sono rimasti ben oltre i tempi moderni, in particolare nelle nazioni cattoliche. Per esempio, c'è un resoconto di una nave battezzata dai Cavalieri di Malta nel diciassettesimo secolo che descrive due frati che si imbarcano su una nuova nave da guerra, pregano e spruzzano acqua santa tutt'intorno alla nave prima di ritenerla marina e di mandarla in acqua.

Dopo la Riforma protestante, dando il via sul serio dopo la "Tina Novantacinquesima" di Martin Lutero del 1517, alcune nazioni in Europa hanno abolito alcuni aspetti della parte religiosa del battesimo. Piuttosto che usare i leader religiosi per questo compito, i membri della monarchia o dei leader militari si assumono i doveri di battesimo.

Ad esempio, 65 anni prima del suddetto riferimento di Cavalieri di Malta, nel 1610, il Principe di Galles era presente al battesimo del Principe Reale. In questo caso, a bordo della nave c'era una tazza in piedi, che è solo una tazza grande e costosa fatta di un metallo prezioso, solitamente argento. Il principe prese un sorso cerimoniale del vino nella tazza prima di buttare il resto del contenuto sul ponte. La coppa fu quindi gettata dal lato della nave per essere catturata da un fortunato osservatore.

Verso la fine del diciassettesimo secolo, la cerimonia in piedi fu sostituita con la rottura di una bottiglia di vino sulla prua. Questo cambiamento era in parte perché le coppe erano estremamente preziose e la marina britannica stava crescendo rapidamente; non era pratico continuare a consegnare le tazze costose ogni volta che veniva lanciata una nave.

Per quanto riguarda il passaggio dal vino allo champagne, si pensa che le preferenze siano semplicemente passate con i tempi. Lo champagne divenne una scelta "aristocratica", poiché un tempo nel diciannovesimo secolo era più popolare del vino tra molte élite e, quindi, era considerata l'opzione migliore per il battesimo delle navi. La tradizione di usarlo è rimasta da allora in alcuni paesi.

Fatti del bonus:

  • Piuttosto che usare lo champagne per battezzare nuove navi, in Giappone, è tradizione avere un'ascia d'argento speciale fatta con l'ascia che viene usata per tagliare le linee che trattengono la nave dall'immergersi nell'acqua. Dopo la cerimonia di taglio, l'ascia viene solitamente tenuta dal proprietario della nave.
  • Vino e champagne non sono stati gli unici tipi di liquidi utilizzati per battesimi di navi in ​​tutta la storia recente. Sono stati usati anche whisky, brandy e persino acqua di mare. Ad esempio, durante il Proibizionismo negli Stati Uniti, l'alcol è caduto in disgrazia e l'acqua, il succo e il sidro sono stati spesso usati al suo posto.
  • Oggi è considerata sfortuna se la bottiglia di champagne non si rompe sulla nave. Nel 2007, la Duchessa di Cornovaglia ha tentato di distruggere una bottiglia di champagne contro lo scafo del Regina Vittoria, ma la bottiglia non si è rotta. Alcune settimane dopo, quasi ottanta passeggeri si ammalarono di un contagioso insetto gastrico. Lo chiamarono "Maledizione di Camilla" e puntarono il dito contro la Duchessa perché non riuscivano a rompere correttamente la bottiglia contro la nave, dando così ai passeggeri della nave il brutto caso di una cimice di stomaco.
  • Ovviamente, è tutta superstizione, ma per evitare la "sfortuna", le persone hanno escogitato una varietà di modi per assicurarsi che la bottiglia si rompa. Il problema principale è che le bottiglie sono state progettate per non rompersi: vuoi il tuo champagne in bottiglia, non tutto sul pavimento, dopotutto. Devono anche sopportare l'alta pressione dall'interno, quindi sono uova piuttosto dure da spezzare. Ma quando una bottiglia ha qualche piccolo difetto, la sua forza diventa compromessa. Segnare la bottiglia in anticipo con un tagliavetro è un modo comune per assicurarsi che la bottiglia si rompa sullo scafo della nave.
  • Allo stesso modo, usare bottiglie più grandi significa che è più probabile che la bottiglia abbia un difetto naturale che renderà più facile rompersi. La scelta di un tipo di champagne con bolle più grandi è anche favorevole, perché di solito significa che la bottiglia è sottoposta a una pressione più elevata e più probabile che si rompa. Le corde sono spesso utilizzate per far oscillare la bottiglia verso la nave, e quelle con meno elasticità sono migliori, perché l'elasticità assorbirebbe parte dello shock necessario per rompere la bottiglia quando si collega alla nave.
  • Nel 1875, la principessa Alexandra reintrodusse alcuni aspetti religiosi nella cerimonia di denominazione della nave quando incluse il canto del Salmo 107 per il lancio della nave da guerra Alexandra.
  • Nel 1931, Lou Henry Hoover battezzò il Akron, ma non è stato usato alcun liquido di alcun tipo. Invece, uno stormo di piccioni fu rilasciato per sorvolare la nave.
  • Si pensa comunemente che la bottiglia usata per battezzare il titanico non si spezzò, e per questo fu destinato a sprofondare. Questo è un mito. Mentre è vero, nessuna bottiglia è stata rotta contro il titanicoLo scafo, nessuna delle navi della White Star Line è stata effettivamente battezzata in quel modo. Ovviamente, non tutte le navi della White Star Line affondarono a causa della mancanza di lancio tradizionale. Uno degli uomini che ha rotto i supporti dal titanico al suo lancio ha subito ferite mortali sul lavoro, che potrebbero essere considerate di cattivo auspicio se ti piace esaminare quel genere di cose. Resta il fatto, tuttavia, che la bottiglia non si rompe quando colpisce il Titanic è un mito perché non è mai stato tentato.

Lascia Il Tuo Commento