L'esercito austriaco ha davvero finito accidentalmente per litigare in una grande battaglia?

L'esercito austriaco ha davvero finito accidentalmente per litigare in una grande battaglia?

Se ti senti mai come se avessi "fatto un grosso errore", ricorda: probabilmente non è più grande della battaglia di Karansebes, durante la quale l'esercito austriaco ha rotto in due e ha finito per erroneamente combattere se stesso. Almeno, è quello che si suppone sia successo. In realtà non c'è molta prova diretta che suggerisca che la battaglia di Karansebes sia qualcosa di più di una leggenda.

Ecco come va la storia: nel 1788, l'Austria era in guerra con la Turchia, in lotta per il controllo del fiume Danubio. Circa 100.000 soldati austriaci avevano accampato vicino a Karansebes, un villaggio che ora si trova nell'attuale Romania. Alcuni esploratori furono inviati in anticipo per vedere se potevano trovare qualche Turchi. Invece di trovare prove dell'esercito avversario, hanno trovato degli zingari che avevano molto alcol da vendere e l'hanno comprato.

Gli esploratori hanno riportato l'alcol al campo e hanno iniziato a bere, dal momento che la cosa migliore da fare la sera prima di una grande battaglia è molto, molto ubriaco. Quando la loro piccola festa divenne più rumorosa e più odiosa, attirò l'attenzione di alcuni soldati di fanteria che volevano unirsi. Gli esploratori non erano disposti a condividere la loro scoperta e, essendo ubriachi, non lo esprimevano con molto tatto.

Scoppiò una discussione, che presto si intensificò. L'alcol fu confiscato, più persone si unirono, furono lanciati pugni e sparò un colpo. In mezzo al caos, qualcuno ha gridato che i turchi erano arrivati.

Presi di sorpresa e impreparati, la maggior parte dei soldati è fuggita immediatamente dalla scena. Altri sono entrati in formazione e accusati del presunto nemico. Gli spari furono sparati, la cavalleria fu radunata e i soldati disertori uccidevano tutti quelli che vedevano senza pensare.

Inutile dire che l'esercito turco non era arrivato. Vennero due giorni dopo vagabondando nel Karanseb e trovarono 10.000 soldati austriaci morti o feriti. Un po 'confusi da questo giro di eventi, erano comunque felici di prendere Karansebes senza alcuno sforzo.

I credenti nella battaglia affermano che l'esercito potrebbe facilmente essere confuso. A quel tempo, l'esercito austriaco era composto da persone che parlavano tedesco, ungherese, polacco e cecoslovacco, tra le altre lingue. Ciò ha causato molta confusione e problemi di comunicazione, dal momento che molte truppe e ufficiali non erano in grado di capirsi. Una storia sostiene che mentre i soldati stavano scappando, un colonnello gridò "Halt!" In tedesco, ma alcune delle truppe che non parlavano tedesco pensavano che stesse dicendo "Allah!", Il che non fece altro che rafforzare l'idea che i turchi erano arrivati .

Va bene, quindi la battaglia non era impossibile, ma dato che non si conoscono record fino al 1831, circa 40 anni dopo l'evento, non sembra probabile. Questa fonte è la rivista militare austriaca. Altre fonti includono il ben intitolato La storia del 18esimo Secolo attraverso il 19esimo fino al rovesciamento dell'impero francese, con particolare riferimento alla coltivazione e al progresso mentale di F.C. Schlosser, che è stato pubblicato nel 1843. La fonte migliore della battaglia viene dal tedesco Geschichte Josephs des Zweiten di A. J. Gross-Hoffinger, e anche se viene spesso citato dalle persone quando si riferisce alla battaglia, è stato scritto anche a quasi 60 anni di distanza dal fatto. Ciò significa che c'era un sacco di tempo perché i fatti si deformassero.

Mentre la battaglia di Karanseb è una buona storia, non ci sono prove documentate sufficienti per renderlo completamente credibile.

Fatti del bonus:

  • Mentre la battaglia di Karansebes poteva o non poteva essere vera, la guerra che gli austriaci stavano combattendo all'epoca certamente accadde. A quel tempo, gli austriaci si schieravano con la Russia contro l'impero ottomano. Nonostante il presunto fallimento degli austriaci a Karansebes, la loro parte vinse la guerra e alla fine ottenne il controllo del Danubio.
  • Ovviamente, il fuoco amico avviene davvero, sebbene di solito non sia nella scala della presunta battaglia di Karansebes. Ad esempio, durante la guerra civile americana ci furono alcuni casi gravi di fuoco amichevole. Il generale confederato Stonewall Jackson è noto per essere stato ucciso dai suoi stessi uomini. Inoltre, il tenente generale confederato James Longstreet è stato ferito da un fuoco amico, mentre il generale di brigata Micah Jenkins è stato ucciso durante la stessa battaglia. La Battaglia di Antietam ha provocato oltre 1000 morti di fuoco amichevoli dopo che le truppe dell'Unione si sono confuse e hanno iniziato a spararsi a vicenda.
  • Le due guerre mondiali hanno avuto un numero enorme di incidenti di fuoco amichevoli. Durante la prima guerra mondiale, C.S. Lewis fu ferito da schegge da un guscio britannico. Nel 1917, il sottomarino britannico G9 attaccato il suo compagno sottomarino britannico Pasley con i siluri dopo averlo scambiato per un U-Boat tedesco. Pasley sopravvissuto all'attacco, solo per speronare G9, con il risultato di G9 tagliati a metà e affondando, lasciando solo un sopravvissuto. All'inizio della seconda guerra mondiale, un sottomarino britannico ne affondò un altro dopo averlo scambiato per un U-Boat tedesco, provocando 52 morti da fuoco amichevoli. Nel 1942, un raid della RAF provocò la morte di molti neozelandesi in Egitto. Nel 1943 un battitore tedesco del blocco fu silurato da un U-Boat tedesco, causando 364 morti.James Doohan, il ragazzo che ha interpretato "Scotty" in Star Trek, è stato scambiato per un soldato nemico e ha sparato sei volte al D-Day dai suoi connazionali. Questo è solo un piccolo esempio dell'enorme numero di incidenti di fuoco amichevoli che hanno avuto luogo durante le guerre.
  • Uno sbaglio militare più recente è quello del comandante Eden Pastora del Nicaragua. Pastora afferma che stava usando Google Maps per trovare la sua strada quando per sbaglio si è avventurato in Costa Rica nel 2010, e lui e le sue truppe hanno allestito il campo. Continuando a pensare che fossero in Nicaragua, la pattuglia ha finito per livellare una foresta, dragare un fiume e abbattere una bandiera del Costa Rica, pensando che qualcuno l'avesse messo "per errore". Google Maps offre al Nicaragua un miglio e mezzo in più territorio di quanto dovrebbe, quindi forse Pastora avrebbe dovuto usare mappe militari, non di Google.

Lascia Il Tuo Commento