Perché l'aspirina previene gli attacchi di cuore?

Perché l'aspirina previene gli attacchi di cuore?

Il farmaco miracoloso che una volta raccolto dalla corteccia di un salice è oggi utilizzato per aiutare a prevenire attacchi di cuore e ictus. Ma non tutti traggono beneficio dalla terapia aspirina quotidiana.

Cos'è l'aspirina?

Già come Ippocrate (400 aC), le persone stavano raccogliendo il salice per curare il dolore. Oggi l'aspirina è: "Acido acetilsalicilico . . . un derivato sintetico di un composto, la salicina, che si trova naturalmente nelle piante, in particolare il salice. "

Derivato direttamente dalla salicina, l'acido salicilico è "difficile da digerire, causando irritazione al rivestimento della bocca e dello stomaco." In risposta, è stato aggiunto un tampone per rendere il farmaco più facile da prendere e un "processo di sintesi dell'acido acetil salicilico" " è stato sviluppato.

Come funziona, in generale?

Per ridurre il dolore e l'infiammazione, i blocchi di aspirina: "Un enzima noto come prostaglandina sintetasi o cicloossigenasi. Il corpo ha bisogno di questo enzima per fare i precursori per la maggior parte delle dozzine di prostaglandine conosciute [(sostanze simili agli ormoni) incluso). . . quelli che rendono più facile per le cellule nervose trasmettere segnali di dolore da uno all'altro, quelli che aumentano la febbre e quelli che promuovono il gonfiore del tessuto infiammato ".

In che modo l'aspirina previene attacchi di cuore e ictus?

Quando si soffre di un taglio o di un'altra lesione sanguinante, le piastrine (cellule coagulanti nel sangue) si precipitano alla ferita e si accumulano formando un sigillo che impedisce alla nave di sanguinare. Per essere disponibili a svolgere questa funzione salvavita in un attimo, le piastrine devono essere presenti in tutto il sistema circolatorio. Anche se le piastrine di un vaso sanguigno perfettamente sano non rappresentano una minaccia, quando una persona soffre di aterosclerosi (restringimento o indurimento delle arterie a causa dell'accumulo di sostanze incluso il colesterolo), le piastrine potrebbero aggiungere all'accumulo e formare un blocco - che porta ad un infarto o ictus.

Fortunatamente, il trombossano che attiva e aggrega le piastrine è suscettibile agli effetti antinfiammatori dell'aspirina come le prostaglandine che causano febbre, dolore e gonfiore: "Il farmaco blocca un enzima piastrinico, la cicloossigenasi, mediante acetilazione del sito attivo dell'enzima. Inibizione della produzione di blocchi enzimatici di un importante agente protrombotico noto come trombossano A2. . “.

O in un linguaggio semplice: "L'aspirina previene attacchi di cuore e ictus bloccando in modo permanente un percorso verso la capacità di una piastrina di diventare "attivato" e causare un gruppo di piastrine in un vaso sanguigno. . . [che] blocca il flusso di sangue che causa l'attacco. "

Ovviamente, anche con la terapia con aspirina, il sangue si coagulerà, ma non altrettanto efficacemente. Sarebbe controproducente prendere una medicina che ti ha fatto sanguinare a morte.

Perché non tutti prendono la terapia giornaliera con aspirina?

Dal momento che diminuisce la capacità delle piastrine di coagulare: "Facciamo sanguinare di più quando prendiamo l'aspirina. Inoltre, l'aspirina è irritante per lo stomaco, quindi può causare ulcere che poi sanguinano molto dal momento che le piastrine non si aggregano troppo per fermare l'emorragia. "

Aggiungendo la beffa al danno, "l'aspirina inibisce la formazione di sostanze che proteggono il delicato rivestimento dello stomaco", una condizione che contribuisce a sanguinare ancora di più nell'intestino. Inoltre, in un recente studio sulla salute delle donne, è stato dimostrato che la terapia con aspirina era "collegata ad un aumentato rischio di sanguinamento (emorragico) nelle donne".

Quindi chi dovrebbe prendere la terapia con aspirina?

Generalmente

Recenti studi clinici sembrano dimostrare che l'aspirina non può prevenire i primi attacchi [del cuore] o ictus, anche se gli esperti avvertono la gente di leggere troppo in questo. In primo luogo, avvertono che è difficile condurre ricerche sull'efficacia di un trattamento in persone che non hanno mai sofferto della condizione, e in secondo luogo, l'aspirina funziona in modo diverso a seconda del tipo di parto (rivestito, rilascio prolungato, ecc.). Quindi, i risultati potrebbero non essere così definitivi come potrebbero sembrare in prima lettura.

Dopo aver considerato i costi e i benefici della terapia aspirina giornaliera, almeno un medico ha concluso:

L'aspirina può essere utile nel prevenire ictus e attacchi cardiaci nelle persone a rischio relativamente alto per questi eventi [quelli con una storia familiare di morte per infarto a meno di 60 anni], e può essere dannoso causando un sanguinamento eccessivo nelle persone a basso rischio per questi eventi [quelli i cui genitori hanno vissuto per essere almeno 80].

Ruga delle donne

Nello Studio sulla salute delle donne di 10 anni di 40.000 operatori sanitari di 45 anni o più, è stato rivelato che, nel complesso: "L'aspirina non ha avuto effetti sugli attacchi cardiaci, né ha influenzato le morti per malattie cardiache o ictus. "

I ricercatori, tuttavia, scoprirono che riduceva il rischio di ictus del 17%, un fatto ritenuto: "Importante . . dal momento che più donne hanno ictus ogni anno di attacchi di cuore. Questo è il contrario di ciò che gli studi hanno dimostrato negli uomini - che l'aspirina previene l'infarto ma sembra avere scarso effetto sull'ictus ".

Inoltre, gli autori dello studio hanno scoperto che tra il 10% dei soggetti di test che avevano 65 anni o più: "In questo gruppo, l'aspirina ha impedito un numero significativo di ictus e infarti. . . nello stesso ballpark come lo era per gli uomini [in un altro studio]. "

Fatti del bonus:

  • Dopo che l'aspirina ha dimostrato di aiutare a prevenire gli attacchi di cuore, le vendite sono aumentate. Nel 2007, l'aspirina di Bayer ha registrato un fatturato di $ 1,1 miliardi.
  • Ogni anno, oltre 700.000 americani soffrono di infarto e oltre il 25% di loro ha già avuto almeno un infarto in precedenza. Il costo totale annuo per il trattamento delle malattie cardiache negli Stati Uniti supera i $ 100 miliardi.

Lascia Il Tuo Commento