22 Fatti sugli strani artefatti nei musei

22 Fatti sugli strani artefatti nei musei

Se c'è un problema con la storia, è che ce n'è troppa. Gli archeologi, gli storici e gli scienziati lavorano tutto l'anno, anno dopo anno, ma per ogni domanda rispondono, altri due appaiono. Non c'è da meravigliarsi che i nostri musei siano pieni di misteri, inspiegabili e semplicemente bizzarri. Qui ci sono 24 oggetti misteriosi nei musei.


22. Il meccanismo di Antikythera

Scoperto in un naufragio sottomarino nel 1902, il meccanismo di Antikythera è davvero una scoperta unica nel suo genere. Inizialmente smentito dagli studiosi, è solo dagli anni '70 che la tecnologia ha permesso agli archeologi di apprezzare il meccanismo. Usando una precisa tecnologia a orologeria, il meccanismo di Antikythera tracciava i cicli di diversi pianeti e stelle, offrendo precisi dettagli astronomici e cronologici, molto utili per la navigazione, ma molto più di qualsiasi cosa fossimo a conoscenza dei greci.

21. Il Codex Gigas

È stato definito il libro più malvagio del mondo: una Bibbia medievale decorata con una massiccia immagine del diavolo. Secondo la leggenda, il Codex Gigas fu scritto da un monaco che aveva promesso di completare la Bibbia in una sola notte o di affrontare l'esecuzione. Tale lavoro, dicono alcuni, avrebbe potuto essere fatto solo con l'aiuto di Satana stesso. Sembra discutibile, ma alcuni esperti dicono che il Codex è stato scritto con una sola mano e, a 620 pagine, avrebbe richiesto cinque anni di scrittura non-stop; nessuna delle modifiche apportate alla calligrafia è associata all'età

20. Batterie di Baghdad

In Iraq, 1938, Wilhelm Konig scoprì un interessante vaso di terracotta. Dentro c'era una sbarra di ferro in una guaina di rame, alcuni fili e il residuo di una soluzione acida. Era difficile per lui credere che gli antichi Mesopotamiani potessero avere una tale tecnologia, ma credeva che questi materiali insieme avrebbero dovuto produrre una carica elettrica. Gli archeologi rimangono perplessi riguardo a ciò che le batterie di Baghdad erano per. La loro ipotesi migliore è quella dei metalli galvanici, ma sono state suggerite altre possibilità, dalla medicina alla magia rituale.

19. Dodecaedri romani

Questi strani oggetti sono stati trovati sparsi per l'impero romano e l'Europa centrale. Sono cavi, con fori su ciascun lato e manopole rotonde ad ogni angolo, e sono disponibili in varie dimensioni. Il loro numero e il loro uso diffuso suggeriscono che sono stati prodotti in serie e probabilmente usati da persone che hanno viaggiato molto. Ma a cosa servivano?

Pubblicità

18. La spada di Ulfbehrt

Sono come qualcosa del Game of Thrones : un insieme di misteriosi e misteriosamente forti Spade vichinghe, inscritte con la parola ULFBEHRT. Con oltre 170 delle spade esistenti e con una durata di 200 anni, sembra che ULFBEHRT fosse un marchio piuttosto che un singolo produttore. Ma ciò che sorprende di più è la qualità del metallo: chiunque fosse ULFBEHRT, lui (o loro) sapeva come fabbricare acciaio "crogiolo", così puro che non sarebbe stato replicato fino alla rivoluzione industriale.

17. Bottiglie di streghe

Nel XVII secolo, poche cose preoccupavano gli inglesi più delle streghe. Le streghe hanno sopportato il peso della colpa per tutto, dai raccolti poveri alla cattiva salute. E così avrebbero combattuto le streghe attraverso la loro magia. L'unico modo per evitare di soffrire per mano di una strega era la Bottiglia della Strega: una piccola argilla imbottigliata piena di unghie, capelli, unghie e urina e sepolta vicino alla casa della strega. Gli archeologi hanno trovato diverse di queste bottiglie in tutta l'Inghilterra, e anche poche negli Stati Uniti.

16. Ubaid Lizardmen

Per quasi cento anni, gli archeologi di un sito appena ad ovest di Ur, nel sud dell'Iraq, hanno scoperto misteriose statue di uomini, donne e donne con bambini di 7000 anni, tutti con una strana miscela di umani e caratteristiche del rettile. Mentre molte divinità della Mesopotamia avevano caratteristiche ibride umane e animali, non c'è nulla da suggerire che queste statue, che hanno lunghi musi e occhi a mandorla, fossero statuette rituali.

15. The Voynich Manuscript

Per anni, gli studiosi si sono interrogati sul Manoscritto di Voynich, un manoscritto del XV secolo scritto in un codice indissolubile e pieno di misteriosi disegni di piante. I ricercatori stanno ancora cercando di mettere insieme il codice, e non hanno idea di chi sia stato lo scrittore (o gli scrittori) o cosa li abbia spinti a fare un libro del genere.

14. The Maine Penny

Nel 1957 , un tizio - Guy Mellgren, infatti, ha trovato un oggetto insolito vicino a Blue Hill, nel Maine: una moneta vichinga. La moneta in sé non è così insolita: lo Smithsonian Institute conferma che è una vera moneta dei Vichinghi, arrivando addirittura a definirlo "l'unico artefatto norreno precolombiano mai trovato negli Stati Uniti". E qui sta il mistero. Non ci sono prove definitive che i Vichinghi abbiano mai viaggiato più a sud-ovest di Terranova. La moneta poteva essere passata, mano nella mano, dalle prime nazioni e dai mercanti nativi americani? Sembra l'unica possibilità ragionevole: c'erano 30.000 reperti nativi americani trovati nel sito di Blue Hill, ma solo un centesimo vichingo.

13. Bog Bodies

Quasi una dozzina di cosiddetti "corpi paludi" sono stati estratti da paludi in tutta l'Europa occidentale. Risalgono all'età del ferro, i corpi ben conservati sono spesso sezionati, o hanno corde di cuoio tirate attorno al collo e alle braccia, suggerendo una fine particolarmente violenta. Altre volte, sono accompagnati da strumenti, armi e persino cibo. A prescindere dalla natura confusa delle sepolture, gli archeologi credono generalmente che i corpi delle torbiere fossero vittime (partecipanti?) Nel sacrificio rituale.

Pubblicità

12. L'artefatto di alluminio di Auid

Nel 1974, un oggetto a forma di cuneo fu trovato sotto 35 piedi di sabbia e accanto a due ossa di mastodonte. La vicinanza alle ossa di mastodonte suggerisce che l'oggetto ha 11.000 anni. Ma quando gli scienziati hanno studiato ulteriormente l'oggetto metallico, hanno fatto una scoperta sconvolgente: era fatto di alluminio, un metallo non scoperto fino al 1808.

11. The Winnipesaukee Stone

Scoperto dai lavoratori vicino al lago Winnipesaukee, nel New Hampshire nel 1872, questo oggetto a forma di uovo è stato una fonte di speculazione per oltre cento anni. Coperto con disegni astratti in stili diversi, ma con un punto focale che è molto chiaramente un volto umano, è stato originariamente suggerito che la pietra fosse destinata a commemorare un trattato di pace tra le tribù dei nativi americani. La maggior parte dei ricercatori rimane scettica, tuttavia, e la ricerca del suo vero significato continua.

10. La testa di Calixtlhuaca

La testa di Tecaxic assomiglia ad un normale pezzo di scultura classica. È fatto di pietra, con tratti distintamente ellenistici e in stile romano, e gli scienziati l'hanno datato all'antichità, probabilmente già nel IX secolo aC. Ma quando l'archeologo José García Payón scoprì questo frammento di statua in Calixtlhuaca, era in un cimitero vicino a Città del Messico risalente solo al 1476-1510 d.C.

9. La pergamena di rame

Ci vollero anni di ricercatori per capire come leggere il rotolo di rame, una serie di lastre di rame strettamente ferite trovate tra i rotoli del Mar Morto. Quando lo fecero (tagliandolo a metà) rimasero scioccati nel trovare una lista di tesori sepolti in tutta la Terra Santa. Le descrizioni dei siti erano incredibilmente specifiche, troppo specifiche per essere mai trovate. Si legge "nella grondaia sul fondo del serbatoio (acqua piovana)", un altro "nel condotto idrico del serbatoio del nord [ern]".

8. Le incisioni di Sanxingdui

Si sa molto poco sull'antica cultura cinese di Sanxingdui, e il loro impatto sull'evoluzione artistica della Cina fu largamente ignorato fino al 1986, quando gli archeologi trovarono un mucchio di figure, sculture e campane. Le sculture sono state espresse in giada e ceramica, oltre a un bronzo molto avanzato, con un'estetica che richiama l'arte degli Aztechi. Misteriosamente, molte delle figure di ceramica trovate nel sito sono state deliberatamente distrutte o deturpate.

7. Una meteora dello Sri Lanka

Quando una meteora ha colpito lo Sri Lanka nel 2012, gli scienziati hanno scoperto qualcosa di insolito. Incorporati nella roccia c'erano minuscole forme di alghe fossilizzate. Gli scienziati hanno recentemente ipotizzato che la vita sulla terra sia stata portata qui solo su un meteorite del genere. Il dibattito sull'origine esatta delle alghe continua, ma il meteorite dello Sri Lanka potrebbe essere un ulteriore passo verso la dimostrazione dell'esistenza della vita oltre il nostro mondo.

Pubblicità

6. La mappa di Piri Reis

La mappa di Piri Reis è una mappa turca risalente al 1513. Presenta una rappresentazione notevolmente accurata della costa orientale del Nord e del Sud America, nonostante l'Impero ottomano non abbia intrapreso alcuna vera esplorazione delle Americhe. Si pensa che Piri Reis, l'uomo che ha creato la mappa, abbia usato una mappa perduta da Cristoforo Colombo.

5. The Fetter Lane Hoard

C'è una storia ben documentata dell'Inghilterra romana, quindi non è insolito che una moneta vagante venga scoperta nel Regno Unito di tanto in tanto. Un intero tesoro di monete romane usato solo in Egitto ma trovato a Londra, tuttavia, è una sorpresa. Le monete, scoperte per la prima volta nel 1908, erano coniate ad Alessandria e non avevano alcun valore al di fuori della città. Forse qualcuno andava in vacanza.

4. La donna della Senna

Il corpo della giovane donna fu estratto dalla Senna a Parigi negli anni ottanta del XIX secolo. Mentre non hanno mai scoperto chi fosse, o cosa abbia portato alla sua morte, le repliche del suo viso sereno e pallido sono diventate un'opera d'arte estremamente popolare nelle case francesi. Le giovani donne hanno persino acconciato i capelli e il trucco dopo la sconosciuta donna della Senna. Il suo volto si è ora diffuso in tutto il mondo: il suo è il viso. I manichini CPR sono modellati. Fino ad oggi, nessuno sa chi fosse la giovane donna, anche se il suo volto è uno dei più noti della storia.

3. The London Hammer

Nel 1936, una coppia che cammina lungo Red Creek in Londra, in Texas, trovò un albero di legno che sporgeva da una roccia allentata lungo una collina. Quando la roccia fu aperta, rivelò una testa di martello di ferro attaccata al manico che in qualche modo si era infilata in una roccia vecchia di 400 milioni di anni. Sebbene gli archeologi siano scettici sull'autenticità del London Hammer, i creazionisti cristiani si sono attaccati all'artefatto come prova di una società pre-Flood che coesisteva con i dinosauri. Il London Hammer è ora esposto nel Creation Evidence Museum in Texas.

2. La Sindone di Torino

La famosa Sindone di Torino è presumibilmente il sudario di Gesù Cristo. Il suo volto spettrale e barbuto è forse la reliquia sacra più famosa del mondo cristiano. È stato testato ripetutamente, con alcuni ricercatori che affermano che si tratta di uno scherzo e altri che insistono sulla sua autenticità, senza mai raggiungere una conclusione definitiva. Ma ora un nuovo dettaglio è stato aggiunto al mistero: secondo i ricercatori dell'Istituto di cristallografia in Italia, "Il legame costante di ferro ferritinico con la creatinina si verifica nell'organismo umano in [a] caso di un politrauma grave." In parole povere ? Il sangue sulla Sindone proveniva da qualcuno che era stato torturato.

1. Isleworth Mona Lisa

Nel dicembre 2014, la Casa delle Arti del Vecchio Parlamento a Singapore mostrava la Gioconda. No, non quello: questa è una versione della Gioconda i cui proprietari sostengono che è stata dipinta da Vinci prima del famoso ritratto. Mentre molti hanno respinto il reclamo, alcuni storici hanno sottolineato che Da Vinci spesso dipingeva parti di ritratti, lasciando i suoi studenti a riempire il resto.

Lascia Il Tuo Commento