29 Fatti indisciplinati sulla rivoluzione francese

29 Fatti indisciplinati sulla rivoluzione francese

"Una grande rivoluzione non è mai colpa della gente, ma del governo." -Johann Wolfgang von Goethe

La rivoluzione francese fu un decennio - lunga lotta tra le classi, che inizia nel 1789 e termina con un volto familiare nella storia, Napoleone Bonaparte. Le diseguaglianze tra ricchi e poveri hanno portato alla ribalta lotte sociali e politiche, cambiando per sempre il paesaggio del paese e plasmando la Francia come la conosciamo oggi. Molto è andato avanti in questo periodo, quindi continuate a leggere per scoprire solo alcuni dei fatti più importanti su questo periodo di cambiamento e incertezza in Francia.


29. Le cose erano alquanto difficili

Le condizioni prima della rivoluzione erano talmente cattive che la Francia confinava con la bancarotta e molti poveri morivano di fame. Il costo del cibo era alto, con una pagnotta che costava anche una settimana di salario.

28. Meno soldi, più problemi

Per farla breve: Francia e Gran Bretagna erano rivali, così la Francia aiutò gli americani durante la loro rivoluzione. Ciò ha avuto un impatto notevole sulle casse già esaurite della Francia e sull'aumento della tensione nel paese.

27. Avevano molti problemi

Alcuni degli altri fattori che avevano sollevato il risentimento tra le classi più povere erano: malattie del bestiame, scarsi raccolti e una popolazione di 26 milioni di sfollati nel 1789.

26. Budget Busted

L'11 luglio 1789, il ministro delle finanze Jacques Necker, che non era già in regola con il Re, fu licenziato per aver suggerito che la famiglia reale avesse un budget per aiutare a conservare i fondi.

Uomo coraggioso!

Pubblicità

25. Il terzo non è il fascino

In questo momento in Francia, le persone delle classi più povere erano membri di quella che fu definita la "Terza proprietà" nella legislatura francese.

24. L'inizio non ufficiale-ufficiale

Spronato da questi fattori, la mattina del 14 luglio 1789, i membri della Terza Guerra assaltarono la Bastiglia, una prigione politica a Parigi, in cerca di polvere da sparo. La Bastiglia, sebbene ospitasse solo sette prigionieri, all'epoca era un simbolo della tirannia del governo. L'assalto alla Bastiglia è ormai considerato un punto di svolta della Rivoluzione, ed è ancora oggi celebrato in Francia.

23. Lo ha appena perso

Il famigerato Marchese de Sade era stato trasferito fuori dalla Bastiglia appena 10 giorni prima che la prigione fosse presa d'assalto.

22. Buona Riddance!

I contadini saccheggiarono e bruciarono case di esattori delle tasse e proprietari terrieri in quella che divenne nota come "La Grande Paura". Molti nobili fuggirono dalla Francia in quel momento, timorosi della ribellione. Questo ispirò la fine del feudalesimo, che fu ufficialmente abolito il 4 agosto 1789.

21. Chi governa il mondo?

La Marcia delle donne a Versailles si è svolta il 5 ottobre 1789, con donne principalmente lavoratrici che si sono riunite per chiedere migliori situazioni economiche e per il re e la sua famiglia trasferirsi a Parigi da Versailles. Il re l'ha fatto il giorno successivo.

20. Prova ad affermare che Five Times Fast

Gli ideali umanistici dell'Illuminismo, che erano rappresentati in filosofi francesi come Voltaire e Rousseau e che sostenevano i diritti di tutti gli uomini, aiutarono a fomentare la Rivoluzione. Lo stesso giorno il feudalesimo fu abolito, la Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo e del Cittadino fu creata, basandosi sugli ideali dell'Illuminismo e cercando di creare un governo che avesse pari rappresentanza e libertà di parola.

Pubblicità

19. Hammering Out a Constitution

La Francia adotterà ufficialmente la sua prima costituzione scritta il 3 settembre 1791, dopo un lungo dibattito su come i delegati sarebbero stati eletti e da chi, quanta autorità avrebbe avuto il re, e se il clero avrebbe dovuto fedeltà a Francia o Chiesa cattolica romana. I radicali influenti come Robespierre non erano del tutto entusiasti quando il re ricevette il potere di veto reale e la capacità di nominare i ministri.

18. Uno, due, tre, quattro: dichiarano guerra

La Francia dichiarò guerra alla Prussia e all'Austria nell'aprile del 1792, credendo che si stessero formando alleanze controrivoluzionarie su questi terreni stranieri. Speravano anche che attraverso la guerra, i loro ideali si sarebbero diffusi attraverso l'Europa.

17. Il diritto di praticare come loro contenti

La rivoluzione portò un certo grado di libertà religiosa in Francia: prima della rivoluzione, era illegale essere un protestante o un ebreo praticante, ma dopo tutto era stato detto e fatto, le persone potevano adorare queste religioni.

16. Lascia che quelle persone vadano

Sono stati liberati ben 10.000 schiavi africani a seguito della rivoluzione francese.

15. Le cose andarono un po 'a disagio

Non era tutto liscio: il cosiddetto "regno del terrore" seguì gli eventi rivoluzionari iniziali, a partire dal 1793 e terminando con la caduta di Robespierre nel 1794. Durante il regno del terrore , molti dissidenti politici o presunti nemici della rivoluzione furono giustiziati. Tra il giugno 1793 e il luglio 1794, ci furono 16.594 condanne a morte in tutta la Francia.

14. Madame la Ghillotine

La ghigliottina era il metodo preferito per l'esecuzione in questi anni, e la Francia abolì solo la pena capitale nel 1981. L'ultima persona a morire con la ghigliottina (e l'ultima persona a essere decapitata legalmente nel mondo occidentale) fu Hamida Djandoubi nel 1977; fu giustiziato a Marsiglia, in Francia.

Pubblicità

13. Chiamami per nome

Tra i Madame la Guillotine i molti soprannomi erano: "Il rasoio nazionale", "La vedova", "La rammarica del dispiacere", "Il patriottico accorciatore" e "Il silenzio" Mill.”

12. Off With The Heads

Sia il re Luigi XVI che sua moglie Maria Antonietta furono decapitati durante la rivoluzione. Il re fu decapitato il 12 gennaio 1793. Marie Antoinette seguì suo marito in "The National Razor" il 16 ottobre 1793. Le sue ultime parole furono "Mi dispiace", non per il popolo, ma per il suo carnefice; aveva accidentalmente calpestato il piede.

11. Nessuno è al sicuro

Maximilien de Robespierre, che fu uno dei principali influencer sia della rivoluzione che del regno del terrore, si sarebbe ironicamente ritrovato condannato a morte alla ghigliottina dopo che l'ondata politica si era rivoltata contro di lui. Fu giustiziato il 28 luglio 1794.

10. Sul ponte

Napoleone Bonaparte avrebbe approfittato della situazione dopo la morte di Robespierre, salendo al potere e prendendo rapidamente il controllo della Francia negli anni successivi. Nonostante la propaganda circolasse anche durante la vita di Napoleone, in realtà non era così breve: arrivò a circa 5'6 ".

9. La mancò appena

La moglie di Napoleone, Giuseppina, riuscì a malapena a sfuggire all'esecuzione stessa: il suo primo marito era già stato giustiziato, e il giorno prima del suo processo, il governo cadde e le esecuzioni furono sospese, poi visse per incontrare Napoleone nel 1795.

8. Non guardarle

Luigi XVI e Maria Antonietta mantennero il loro identità segrete del popolo francese, e solo gli ospiti che sono rimasti a Versailles sapevano davvero che aspetto avevano. Questo è stato utile durante la Rivoluzione quando la coppia ha cercato di fuggire, ma c'era un difetto nel piano: la faccia del re è stato timbrato su tutte le monete d'oro: sono arrivati ​​fino al confine prima di essere riconosciuti.

Luigi XVI e Maria Antonietta, centro della foto

Pubblicità

7. Chi stai indossando?

Il migliore il modo di dire da che parte stava un uomo era di controllare i suoi vestiti. La nobiltà francese indossava le ginocchia pantaloni di seta lunghi fino alle lunghe, mentre i miliziani della classe inferiore indossavano pantaloni lunghi, giacche corte, zoccoli e berretti rossi che simboleggiavano la libertà.

6. 10 ore al giorno? È abbastanza difficile ottenere le cose in 24 ore

Tra il 1793 e il 1805, la Francia ha istituito il calendario rivoluzionario, che è stato modellato sul calendario usato dagli antichi egizi. In questo calendario, ogni mese aveva tre settimane, ogni settimana a 10 giorni, ogni giorno aveva 10 ore e ogni ora aveva 100 minuti. Il calendario era progettato per rimuovere le influenze monarchiche e religiose dalla vita quotidiana francese.

5. 30 giorni Hath settembre, aprile, giugno e ... Frimaire?

Il calendario aveva ancora 12 mesi, ma questi mesi avevano nomi come "Thermidor" (a partire da fine luglio e provenienti dal greco per "calore estivo"), " Brumaio "(che si verifica a fine ottobre e deriva dal francese per" nebbia "), e" Frimaire "(a fine novembre e chiamato per il francese per" brina ").

4. Avanti di un secolo

Tutto il discorso in Francia ha avuto conseguenze a livello internazionale. La Rivoluzione spronò i movimenti contrari all'illuminazione e romantici in Germania, mentre più di un secolo dopo la rivoluzione francese avrebbe dato alcuni dei progetti per la rivoluzione russa del 1917.

Rivoluzione russa

3. Una nuova era

Il 9 novembre 1799 Bonaparte organizzò un colpo di stato che abolì il Direttorio, il governo al potere in quel momento; poi si è pronunciato come "primo console" di Francia. Questo evento pose fine alla rivoluzione francese e iniziò l'era napoleonica in Francia.

2. La torta è una bugia

Maria Antonietta è famosa per aver detto "lascia che mangiano la torta", ma molti storici credono che lei non abbia mai detto questo. In effetti, la frase aveva oscillato per circa un secolo in variazioni leggermente diverse all'epoca, e avrebbe potuto essere pronunciata da un numero qualsiasi di persone, tra cui la principessa spagnola Marie-Thérèse e due zie di Luigi XVI.

1. The Aftermath

Alla fine, la rivoluzione francese portò a un secolo pieno di instabilità, con altre due rivoluzioni in corso. Il paese sarebbe governato come dittatura, repubblica, monarchia costituzionale e due diversi imperi prima di raggiungere l'equilibrio.

Lascia Il Tuo Commento