58 Fatti storici sulla lotta americana per l'indipendenza

58 Fatti storici sulla lotta americana per l'indipendenza

"La rivoluzione americana fu un inizio, non un compimento." (Woodrow Wilson)

La guerra rivoluzionaria americana fu una guerra d'indipendenza del Nord America 13 colonie britanniche contro la Gran Bretagna. La guerra iniziò nel 1775 e crebbe dall'aumento delle tensioni tra le colonie e i rappresentanti governativi della Corona britannica. Con la resa britannica a Yorktown Virginia nel 1781, gli americani avevano sostanzialmente conquistato la loro indipendenza, ma i combattimenti non si conclusero ufficialmente fino al 1783. Il 4 luglio, gli americani festeggiano l'adozione da parte del Congresso della Dichiarazione di indipendenza con festeggiamenti dai fuochi artificiali alle sfilate e ai concerti.

Di seguito sono riportati 58 fatti che potresti non conoscere della guerra rivoluzionaria.


58. Il Re Pazzo

Re Giorgio III ebbe una malattia debilitante che causò dolore addominale, stitichezza, febbre, insonnia, delirio, convulsioni e stupore. Secondo quanto riferito, avrebbe strappato la sua parrucca e si sarebbe spogliato nudo al culmine della febbre. Questa afflizione cominciò ad interessare il re già nel 1765, e gli storici hanno ipotizzato che la pazzia di George lo rendesse incapace di sedare il malcontento nelle Tredici Colonie.

57. Il re avvelenato?

Uno studio sui capelli di re Giorgio, una parte del quale era stata conservata in un museo da poco dopo la sua morte, rivelò livelli estremamente alti di arsenico, 17 volte superiori alla soglia minima per l'avvelenamento da arsenico. Questo presenta una spiegazione alternativa più oscura della malattia di Re Giorgio, precedentemente ritenuta essere causata da Porfiria.

Gli storici convinti della teoria che l'avvelenamento da arsenico abbia causato l'afflizione del re hanno deplorato il loro ritratto di Re Giorgio come il re folle che "perse i tredici" Colonie. "Alcuni studiosi recenti hanno dipinto un'immagine molto più gentile di un uomo che cercava di sostenere i suoi ministri e la sua nazione, combattendo la debilitazione mentale in un momento difficile.

56." Nessuna tassazione senza rappresentanza "

I coloni erano frustrato con gli inglesi perché erano costretti a pagare le tasse, ma non avevano alcuna rappresentanza nel parlamento britannico. I coloni usavano la frase "Nessuna tassazione senza rappresentanza" come un grido di battaglia.

55. Bene.

La Corona ha ascoltato ... per lo più. Hanno rimosso tutti i dazi doganali, ad eccezione delle tasse sul tè, che sono rimaste come simbolo del "diritto alla tassazione" della Corona.

Pubblicità

54. The Shot Heard Around the World

Il primo colpo sparato nella guerra fu la mattina del 19 aprile 1775 a Lexington Mass. Fu conosciuto come "The Shot Heard Around the World", che era una frase presa dall'apertura strofa della poesia di Ralph Waldo Emerson "Concord Hymn."

53. John Adams difese il britannico

John Adams fungeva da avvocato difensore per i soldati britannici coinvolti nel massacro di Boston. Ha assunto il loro caso perché credeva nell'importanza della giustizia e in un processo equo. Il Capitano Preston ei suoi uomini furono assolti e l'evento fu in seguito considerato uno dei catalizzatori per la Rivoluzione.

John Adams (al centro), come ritratto in Sons of Liberty (programma televisivo del 2015).

52. The Little Rebel

Oltre a essere il creatore della prima bandiera americana, Betsy Ross fu un ardente sostenitore della causa patriottica. Quando i soldati britannici occuparono la sua casa nell'inverno del 1777-78, la soprannominarono "Il piccolo ribelle" per le sue forti idee patriottiche.

51. Cerca il bianco dei loro occhi

Il funzionario del colonnello William Prescott ordinò alle sue truppe di non sparare ai soldati britannici finché non poterono vedere il bianco dei loro occhi. Avere la disciplina per tenere il loro fuoco fino a quando il nemico era vicino, era un segno che l'esercito americano aveva una possibilità di vincere.

Bunker Hill Monument e Col. William Prescott statue.

50. Il comandante in capo originale

L'esercito continentale era una forza militare che rappresentava tutte le colonie che resistevano all'autorità britannica nel Nord America. Il giorno dopo che il Secondo Congresso continentale annunciò formalmente la creazione dell'esercito, George Washington fu nominato comandante dell'esercito.

49. Immortalized in Poetry

La notte del 18 aprile 1775, Paul Revere, insieme ad altri due cavalieri, si mise in marcia per avvertire la milizia coloniale dell'avanzata britannica da Boston. Revere fu catturato dagli inglesi prima che potesse raggiungere Concord, ma fu l'unico a cui Henry Longfellow si concentrava nella sua famosa poesia che descrive la corsa.

Paul Revere.

Pubblicità

47. Punto di svolta trionfale

La battaglia di Saratoga fu un importante punto di svolta nella guerra rivoluzionaria. Ha segnato la prima grande vittoria americana e ha spinto la Francia ad entrare apertamente in guerra dalla parte americana.

Battaglia di Saratoga

46. Quarantasei tonnellate di tè

Il 16 dicembre 1773, 340 casse di tè del peso di oltre 92.000 libbre furono spaccate dai Figli della Libertà e gettate nel porto di Boston. Il Boston Tea Party fu il primo grande atto di sfida dei coloni, e portò all'inizio della rivoluzione americana nel 1775.

45. Dai la colpa ai Mohawk

Nel tentativo di nascondere le loro identità, molti dei Figli della Libertà cercarono di farsi passare per il Mohawk People, sapendo che se fossero stati catturati per le loro azioni avrebbero subito una severa punizione.

44. Non un fan

George Washington ha condannato il Boston Tea Party e ha creduto che la Compagnia delle Indie Orientali avrebbe dovuto essere risarcita per le loro perdite, che erano stimate in $ 1 milione. La maggior parte dei coloni ha condannato il tea party. Fu la risposta del governo britannico ad esso - la chiusura del porto di Boston e l'annullamento del governo coloniale nel Massachusetts - che scatenò la rivoluzione.

43. Vestita come un uomo

Durante la Guerra Rivoluzionaria, Deborah Simpson si travestì da uomo e combatté nella guerra. Ha servito nell'esercito continentale per oltre un anno fino a quando è stata scoperta da un medico che la curava in ospedale per la febbre.

42. La femmina Paul Revere

Due anni dopo la famosa cavalcata di Paul Revere, Sybil Ludington, la figlia sedicenne di un colonnello cavalcò 40 miglia da solo durante la notte per avvertire la milizia di New York che gli inglesi stavano bruciando Danbury, Ct. La sua cavalcata era doppia rispetto a quella di Revere.

Statua di Sybil Ludington.

Pubblicità

41. British do Broadway

Durante la loro occupazione di Philadelphia, Boston e New York, i militari britannici fondarono compagnie teatrali. Le compagnie erano sotto il comando di tre generali, ma molti agenti agivano in più sedi.

40. The Plot Against Washington

Dopo un paio di sconfitte nel 1777, la popolarità e la reputazione di Washington stavano soffrendo. Benjamin Rush, uno dei padri fondatori, scrisse una lettera forte a Patrick Henry che faceva pressioni per la rimozione di Washington come comandante in capo. Quello che non aveva capito era che Henry era un fedele amico di Washington, e immediatamente lo avvisò della trama contro di lui.

39. Ecco il tuo cane Indietro

Dopo la battaglia di Germantown, i soldati americani hanno trovato un fox terrier sul campo di battaglia con il nome del generale britannico Howe sul suo cartellino. Gli uomini di Washington volevano tenere il cane come punizione per la sconfitta, ma Washington invece restituì il cane, rispettando l'etichetta dei tempi.

38. Il primo attacco sottomarino in assoluto

La tartaruga americana da immersione sommersa fu la prima volta nella storia che un sottomarino fu usato in guerra. Il sottomarino doveva attaccare un esplosivo temporizzato allo scafo della nave britannica HMS Eagle, ma il pilota Ezra Lee non fu in grado di penetrare la guaina di ferro della nave, e fu costretto a ritirarsi.

37. Patrioti contro i lealisti

Quando la Rivoluzione americana iniziò nel 1775, non tutti i coloni erano favorevoli, e un terzo desiderava rimanere fedele alla Gran Bretagna. Coloro che sostenevano la rivoluzione divennero noti come "patrioti", e quelli rimasti fedeli alla corona britannica erano "lealisti".

36. The Men In Red Coats

I soldati britannici senza commissione che hanno prestato servizio durante la rivoluzione americana sono stati spesso chiamati "red coat" per via dei cappotti rossi dai colori vivaci che indossavano. Contrariamente al mito popolare, il rosso veniva scelto per il potere e la ricchezza che il colore trasmetteva e per non nascondere le macchie di sangue.

Pubblicità

35. Una punizione appiccicosa

Come punizione per aver contestato la rivoluzione americana, il gruppo delle Figlie della Libertà si è fatto conoscere dai lealisti con melassa e petali di fiori.

34. La diserzione era un problema

La mancanza di razioni e salari, insieme a condizioni di vita povere, portò a un alto tasso di diserzioni nell'esercito di Washington. Alla fine del 1776, circa la metà delle truppe di Washington era fuggita. Per sedare il problema, Washington ha promesso agli uomini scarichi ufficiali e un bonus di $ 10,00 alla lista, ma solo la metà lo ha accettato.

George Washington, come interpretato in Sons of Liberty (programma televisivo del 2015).

33 . Ammutinamento in Pennsylvania

Il 1 ° gennaio 1781, 1500 soldati della linea della Pennsylvania si ammutinarono quando scoprirono che i loro arruolati non erano da 3 anni come avevano creduto, ma per la durata della guerra. Frustrati e arrabbiati per la loro mancanza di retribuzione e le loro pessime condizioni, marciarono verso Philadelphia e portarono i loro problemi al Congresso.

32. Il patriota ebreo che ha finanziato una rivoluzione

Haym Solomon era un broker ebreo che era responsabile del finanziamento dell'esercito continentale e del mantenimento della rivoluzione. Un francobollo commemorativo da 10 cent è stato emesso in suo onore nel 1975 con le parole "eroe finanziario" stampato sul retro del timbro.

31. 1/3 Morto in battaglia

Dei 25.000 soldati americani morti durante la rivoluzione americana, solo circa 1/3 di loro morirono in battaglia. Il resto morì per malattia e altre cause non correlate alla battaglia.

30. Con un piccolo (o molto) aiuto dai francesi

I francesi videro la rivoluzione americana come un'opportunità per approfittare delle difficoltà inglesi. Meno di un anno dopo l'inizio dei combattimenti, hanno inviato armi e munizioni agli americani, oltre a ingenti somme di denaro.

29. Gli spagnoli lanciano i loro cappelli nell'anello

Una volta che i francesi entrarono formalmente in guerra, gli spagnoli entrarono in guerra come alleati dei francesi. Le flotte spagnole e francesi combinate superavano la Royal Navy.

28. E gli olandesi si unirono a

Gli olandesi entrarono in guerra dalla parte degli americani alla fine del 1780, trasformando la guerra in un vero conflitto internazionale. Per conto loro non erano una grande minaccia, ma estesero la portata geografica della guerra e fornirono armi alle forze americane.

27. I tedeschi a noleggio

Il re Giorgio III non aveva abbastanza soldati nel proprio esercito per il combattimento in America, così acquistò 30.000 soldati tedeschi per aiutare. I soldati erano conosciuti come hessiani perché la maggior parte proveniva da Hesse-Cassel.

26. Nessun compenso per gli Hessiani

Il principe tedesco fu ben ricompensato dal re britannico per gli hssiani, ma la maggior parte di loro non pagò nulla se non il pane quotidiano per i loro servizi.

25. Gli schiavi combattono per la loro libertà

Gli schiavi afroamericani volevano combattere per la loro libertà. Il governatore britannico Lord Dunmore salì sull'idea e stampò un proclama promettendo che gli schiavi che combatterono con gli inglesi sarebbero stati liberati al termine della guerra.

24. Il libro dei negri

Quando la guerra finì, Lord Dunmore seguì la sua promessa e trasferì coloro che avevano firmato i loro nomi nel libro mastro in Giamaica, Nuova Scozia e Gran Bretagna. Il libro mastro è ora indicato come "Il libro dei negri".

23 ... Il primo reggimento nero

Il primo reggimento di Rhode Island conosciuto come il "reggimento nero" perché 140 dei 225 uomini erano neri. L'assemblea del Rhode Island che emanò il decreto che consentiva loro di arruolarsi stabilì anche che sarebbero stati immediatamente resi uomini liberi. All'inizio furono tenuti in società separate, ma lentamente si integrarono con il resto del reggimento.

22. La battaglia di Brooklyn

Le forze di Washington subirono un'importante sconfitta nella battaglia di Brooklyn nell'estate del 1776. Gli inglesi occuparono New York City e inseguirono i resti dell'esercito colono sul fiume Delaware. Subito dopo Natale, Washington contrattaccò, sollevando lo spirito e assicurando la continuazione della guerra.

21. La marina francese sconfisse il britannico

A Yorktown, in Virginia, nell'autunno del 1781, le truppe francesi e americane intrappolarono l'esercito del generale Cornwallis, e la marina francese le interruppe. La resa britannica pose fine effettivamente alla guerra in America.

20. La guerra più ampia continuò

Mentre la battaglia di Yorktown terminò la guerra in America, la guerra più ampia continuò. Gli inglesi continuarono a sconfiggere i francesi e gli spagnoli nelle Indie occidentali, che servirono a rafforzare la loro mano nei negoziati di pace.

19. L'inno americano originale

Quando gli americani marciarono in guerra, i patrioti cantarono un brano chiamato "Chester". Fu scritto dal compositore americano William Billings, un amico di Paul Revere e Samuel Adams. La melodia e le parole erano molto più cupe di The Star-Spangled Banner , ma era uno dei suoi inni più popolari, ed era considerato il primo inno nazionale americano.

18. Yankee Doodle Dandy

La canzone Yankee Doodle Dandy era originariamente cantata dagli inglesi per deridere gli "scarabocchi" yankee o i simpletons. I Ribelli rivendicarono rapidamente la canzone come loro, e crearono dozzine di versi per deridere gli inglesi, lodare l'esercito continentale e per chiamare George Washington. Essere chiamato Yankee Doodle divenne un punto d'orgoglio, e i Patriots cantarono per deridere gli inglesi.

17. Christmas Day Crossing

L'audace attraversamento di Washington del fiume Delaware il giorno di Natale del 1776 segnò un altro punto chiave di svolta nella guerra. Durante la traversata originale, 2400 soldati, 200 cavalli e 18 cannoni furono traghettati attraverso il fiume. 30 Assia furono uccisi nella battaglia successiva e 2 soldati continentali congelarono a morte in marcia ma non in battaglia.

16. Scena americana dipinta in Germania

La maggior parte degli americani ha familiarità con il dipinto iconico "Washington Crossing the Delaware", ma quello che non sanno è che in realtà è stato dipinto in Germania da un artista tedesco 75 anni dopo la Battaglia di Trenton. L'artista sperava che la scena ispirasse i riformatori liberali durante le rivoluzioni europee del 1848.

Rievocazione della Delaware River Crossing.

15. Ispirante ma non completamente accurato

Il dipinto Washington Crossing conteneva alcune inesattezze storiche. La bandiera raffigurata non fu creata fino a circa un anno dopo la battaglia, un altro tipo di barca fu usata per attraversare il fiume, e Washington appare molto più vecchio di lui durante la battaglia. Anche Washington non si sarebbe messo in piedi sulla barca, cosa che l'avrebbe fatta capovolgere. Nonostante questi dettagli, il dipinto invoca un profondo senso di orgoglio nazionale.

14. Benedict Arnold - Hero?

Prima di iniziare a lavorare per gli inglesi, Benedict Arnold era in realtà un eroe della guerra rivoluzionaria. Ha svolto un ruolo cruciale nella resa dell'esercito britannico a Saratoga, ma non ha mai ottenuto il riconoscimento che credeva di meritare. Nel 1779, entrò in trattative segrete con gli inglesi, accettando di consegnare il posto degli Stati Uniti a West Point in cambio di denaro e un comando nell'esercito britannico.

13. Un autore della biblioteca era responsabile di una vittoria

Il ventiquattrenne Henry Knox mancava di un'educazione militare formale, ma acquisì conoscenze militari dagli scaffali del suo London Book Shop. Impressionò rapidamente George Washington e fu responsabile della prima vittoria dei Patriots quando costrinsero gli inglesi a uscire da Boston.

12. Il più giovane generale di brigata dell'esercito continentale

Nathaniel Greene era nato quacchero, allevato pacifista, asmatico e zoppicante. Si autoproclamò soldato leggendo libri sulle tattiche militari e fu nominato il più giovane generale di brigata nell'esercito continentale nel 1775 e fu promosso a maggiore generale l'anno seguente.

11. John Stark salva il giorno

Quando l'operatore di coltivatori e segherie John Stark ricevette la notizia degli spari sparati a Lexington e Concord nell'aprile del 1775, reclutò 400 uomini e marciò verso Boston. Condusse il suo reggimento nella battaglia di Bunker Hill e impedì agli inglesi di aggirare la linea americana. Se gli inglesi fossero entrati, gli americani sarebbero stati costretti a ritirarsi disordinatamente, quindi Stark ha salvato la giornata a Bunker Hill.

10. Le donne erano spie

Risultò che le donne facevano grandi spie durante la rivoluzione americana. Sono stati in grado di ascoltare informazioni importanti, contare i soldati e osservare i movimenti delle truppe fingendo di essere cameriere, vendere beni o consegnare cibo. Molti di questi nomi di donne sono persi a causa di non essere mai documentati o mai scoperti.

9. La prima donna a ricevere una pensione per il servizio militare

Il 16 novembre 1776, Margaret Corbin e suo marito John Corbin stavano difendendo Fort Washington dall'attaccare le truppe dell'Assia quando suo marito fu ucciso. Immediatamente ha preso il controllo del cannone che stavano facendo da equipaggio e ha continuato a farlo fino a quando non è stata gravemente ferita. Tre anni dopo, divenne la prima donna a ricevere una pensione dal Congresso.

8. Quasi nessuno Washington

George Washington era a pochi centimetri dal non servire nella guerra rivoluzionaria. Nel 1755, durante una feroce battaglia (il disastro di Braddock) tra soldati americani e britannici, Washington fu quasi colpita e uccisa. Quattro moschetti perforarono il suo cappotto, nessuno dei quali colpì il suo vero corpo.

7. La coscienza della rivoluzione americana

Mercy Otis Watson era conosciuta come la "Coscienza della rivoluzione americana". Era una scrittrice influente e prolifica e la prima donna drammaturga. Ha simpatizzato con la richiesta di rivoluzioni e ha composto poesie politiche che esprimono le sue opinioni.

Scultura in bronzo di Mercy Otis Warren si trova di fronte al tribunale della contea di Barnstable.

6. Eroina della battaglia di Cowpens

Catherine Moore Barry era una spia americana e una messaggera che ha svolto un ruolo strumentale nell'avvertimento della milizia di invasione delle forze britanniche prima della Battaglia di Cowpens. La leggenda narra che legò il suo bambino al suo posto letto prima di mettersi in viaggio per emettere il suo avvertimento.

5. Master of Intelligence

George Washington, anche se noto per la sua onestà, era in realtà un maestro dell'inganno militare. Lui e il generale Lafayette hanno stilato un proclama che ha dato l'impressione che l'esercito francese avrebbe attaccato il Canada. Ironia della sorte, fu consegnato a Benedict Arnold, che involontariamente servì allo scopo di Washington, che era quello di portare le informazioni false nelle mani degli Inglesi.

4. Riconoscimento dell'indipendenza

Verso la fine del 1782, i negoziatori britannici e americani a Parigi firmarono le condizioni preliminari di pace. Il 3 settembre 1783 la Gran Bretagna riconobbe formalmente l'indipendenza degli Stati Uniti con il Trattato di Parigi.

3. Il Comitato dei Cinque

Nel 1776, Benjamin Franklin e Thomas Jefferson furono tra quelli nominati dal Congresso Continentale in una commissione composta da 5 uomini incaricati di redigere la loro dichiarazione di indipendenza dalla Gran Bretagna. Jefferson ha scritto la prima bozza, che è stata presentata al Congresso il 2 luglio. Il 4 luglio, hanno approvato la formulazione del documento e lo hanno inviato alla stampa.

2. Inserendo il loro "John Hancock".

John Hancock è stata la prima e unica persona a mettere la propria firma sulla Dichiarazione il 4 luglio. Nessun altro delegato ha firmato il documento finito fino al 2 agosto di quell'anno. Matthew Thornton fu l'ultima persona a firmare il 4 novembre 1776.

1. Nessuna "indipendenza" nella dichiarazione!

La frase "dichiarazione di indipendenza" non è mai stata effettivamente utilizzata nel documento originale. Originariamente era intitolato LA DICHIARAZIONE UNANIMA DEI TREDICI STATI UNITI D'AMERICA.

Lascia Il Tuo Commento